Genere
Sparatutto
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
12+
Prezzo
€ 69.90
Data di uscita
25/9/2009

Heroes over Europe

Heroes over Europe Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Ubisoft Entertainment
Sviluppatore
Transmission Games
Genere
Sparatutto
PEGI
12+
Distributore Italiano
Ubisoft Italia
Data di uscita
25/9/2009
Data di uscita americana
1/9/2009
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
16
Prezzo
€ 69.90

Hardware

Heroes over Europe è in lavorazione per PC, Xbox 360, PlayStation 3 e Nintendo Wii. Il nostro hands-on è basato sul codice preview relativo a PlayStation 3.

Multiplayer

Ancora lontana dai nostri joypad, la modalità a più giocatori annuncia quattro diverse opzioni di gioco, tra cui le classiche "free for all" e "dogfight". Il numero massimo di giocatori sarà di 16, motivo per cui si prospettano battaglie davvero infuocate nei cieli d'Europa...

Link

Hands On

Nei cieli infuocati

Giro di ricognizione negli spazi aerei degli Alleati...

di Jacopo Mauri, pubblicato il

La Seconda Guerra Mondiale l'abbiamo studiata, vista e ormai anche giocata in tutte le salse, nei panni di un soldato di fanteria, a bordo di un cingolato e pure impersonando un pilota di aerei. In Heroes over Europe il nostro compito è proprio quello di salire a bordo di un velivolo da combattimento e fronteggiare la spietata e rapidissima avanzata tedesca.

La guerra lampo

Velocissima e spiazzante: proprio così era stata immaginata la Seconda Guerra Mondiale. La Storia ci ha poi mostrato che le cose sono andate in maniera ben diversa, ma ancora oggi è assolutamente sorprendente valutare la rapidità con cui la Germania di Hitler riuscì a mettere in ginocchio la penisola europea. Questo aspetto, cruciale, non manca di essere protagonista anche nel gioco, dove di missione in missione il fronte dello scontro si sposta sempre più verso l'Inghilterra, mostrando un'Europa totalmente in balia della minaccia nazista.
La versione dimostrativa in nostro possesso è sembrata in grado di dare una prova piuttosto valida di quanto il gioco definitivo saprà offrire, una volta arrivato sul mercato il prossimo settembre. Diverse erano infatti le missioni a disposizione, ambientate sempre sul suolo europeo (chiaramente) ma disperse in più punti geografici: dalle montagne innevate alle coste inglesi, sino a spingersi nel cuore di Londra nell'affrontare l'avanzata di un nemico tremendamente superiore, anche solo dal mero punto di vista numerico.
In quanto a questo, le fasi di combattimento sono state decisamente in grado di provocare un notevole senso di immersione, con i cieli sempre pronti a riempirsi di minacciosi puntini nemici. La sensazione di sopraffazione è del resto onnipresente, tant'è vero che il protagonista, accompagnato da alcuni piloti alleati, si trova a fronteggiare ondate su ondate di velivoli avversari, intenzionati a bombardare i punti sensibili più importanti.
Ogni missione presenta i classici obiettivi primari e secondari, e al termine dello scontro viene solitamente sbloccato un nuovo velivolo. Questo può essere utilizzato per le missioni seguenti, ma anche per rigiocare in modo diverso quelle già completate, andando magari a collezionare i bonus dovuti al raggiungimento degli obiettivi secondari stessi.

Raffiche infinite

L'approccio scelto per rendere più interessante lo scontro è stato quello di fornire – come ormai d’obbligo – una modalità arcade in opposizione a quella simulativa: scelte di gioco differenti, per videogiocatori dai gusti altrettanto differenti. Inoltre, sono stati realizzati ben tre diversi livelli di difficoltà, così da intervenire ulteriormente sul grado di sfida che è possibile ottenere.
I nostri test hanno mostrato una grande agevolazione in quanto a sistema di controllo, gestione del combattimento e resistenza del velivolo alle minacce. Non solo il nostro aereo era in grado di volare perfettamente anche in "modalità gruviera", ma addirittura gli scontri con eventuali oggetti volanti causavano a volte nulla più che una sorta di rimbalzo, destabilizzante per la rotta ma decisamente più innocuo di una grande e devastante deflagrazione.
La modalità arcade è stata quindi intenzionalmente disegnata per avvicinare tutti i giocatori, indistintamente dal loro livello di esperienza, divertendoli e permettendo loro di dedicarsi a intensi scontri a fuoco senza badare troppo ai particolari.
In ambito di reinterpretazioni ludiche di meccaniche di guerra è poi da menzionare il "colpo da maestro", ovvero una particolare modalità di fuoco che può essere utilizzata per sbarazzarsi in un solo colpo di un avversario. Puntando con precisione il velivolo nemico, una sorta di indicatore grafico inizia a caricarsi, e giunto al punto giusto è possibile usare il grilletto sinistro per effettuare una sorta di zoom rallentato, con il quale sparare un colpo di precisione. Se debitamente appresa, questa tecnica permette di colpire un nemico a un punto vitale (motore, cabina di pilotaggio, etc.) facendolo precipitare all'istante.

In picchiata sul nemico

La realizzazione estetica di Heroes over Europe è molto particolare: fin dal menu di gioco si nota una scelta stilistica davvero intrigante, che sovrappone immagini bidimensionali a sfondi animati. Le tinte forti e accese catturano immediatamente l'attenzione e conferiscono al tutto un aspetto originale e positivamente insolito.
Spostandosi poi all'atto pratico, i modelli degli aerei sono sembrati ben realizzati e tutto sommato molto reattivi alle pallottole che ricevono durante gli scontri: la fusoliera, realisticamente, riporta le tracce di ogni danno subito, anche se vista la natura arcade del gioco la cosa non arriverà ad impensierire troppo!
Quel che non convince del tutto è, al momento, la varietà delle missioni: fin da ora sono presenti scontri aria-aria, aria-terra e richieste di ricognizione, così come di sgombero di un determinato percorso. Eppure una certa sensazione di ripetitività ha accompagnato le nostre sessioni di volo, dove all'abbattimento di una squadra nemica ne subentrava subito un'altra, poi un'altra ancora e così via senza sosta per diversi minuti. La speranza è che missioni del genere siano intervallate da variazioni sul tema più marcate, e in grado di non ridurre il tutto a una sparatoria senza fine: che, oltretutto, giocata al massimo livello di difficoltà potrebbe risultare ancor più indigesta.


Commenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!