Genere
Strategico
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
12+
Prezzo
24,90 Euro
Data di uscita
5/5/2006

High Seize

High Seize Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Nokia
Genere
Strategico
PEGI
12+
Distributore Italiano
ATARI Italia
Data di uscita
5/5/2006
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
4
Prezzo
24,90 Euro

Hardware

L'N-Gage QD è attualmente disponibile nei negozi nella colorazione tradizionale e nella nuova versione Silver. Il prezzo si aggira attorno ai 200 Euro.

Multiplayer

È stato da poco presentata la nuova interfaccia N-Gage Arena Launcher 2.5 per il gioco online, che mette a disposizione nuove opportunità per gli iscritti al servizio di Nokia. N-Gage offre inoltre una modalità multiplayer in locale via Bluetooth.

Link

Speciale

N-Gage: presente e futuro

È arrivato il momento di fare il punto su N-Gage. La console cellulare di Nokia ha compiuto da un paio di mesi il suo secondo anno di vita e si appresta a festeggiare il Natale con un elevato numero di giochi in uscita. Ma Nokia non è solo interessata al presente, e sta pensando al futuro di N-Gage e più in generale dei videogiochi usufruibili su tutti i telefoni cellulari.

di Simone Gerevini, pubblicato il

ASPHALT: UNRBAN GT 2

L'ultimo gioco tra quelli visti la cui uscita è prevista prima di Natale, precisamente a novembre, è Asphalt: Urban GT 2, che come il nome lascia supporre è uno gioco di guida arcade. Saranno presenti quindici ambientazioni diverse ispirate a località cittadine realmente esistenti, tra cui Londra, Tokyo e San Francisco e quarantacinque tra auto e moto, anch'esse versioni digitali di mezzi realmente esistenti, ovviamente riprodotti con tutti i marchi originali. Tra questi segnaliamo Aston Martin e Lamborghini per le auto, Triumph e Ducati per le motociclette. Il gioco si presenta con parecchie modalità tra gare, prove contro il tempo e sfide al di fuori della legalità, magari facendosi beffa delle forze dell'ordine. Provando il titolo, ci siamo potuti fare un'idea del motore grafico 3D, discretamente abile nell'offrire al giocatore una discreta sensazione di velocità. Ovviamente bisogna fare i conti con le limitate capacità della console, ma non si ha l'impressione di guidare un trattore travestito da auto sportiva. Inoltre ci è sembrata credibile anche la risposta ai comandi nelle differenze tra auto e moto, che comportano stili di guida molto differenti.

Previsto anche in questo caso il multiplayer per quattro giocatori in locale, mentre su N-Gage Arena i giocatori potranno solamente condividere i "ghost" delle loro prestazioni e confrontare i tempi.

WARHAMMER 40K

Uscirà a marzo 2006 Warhammer 40K, strategico a turni basato sull'omonimo universo fantascientifico creato attorno ai giochi di guerra da tavolo. Come già accade nella versione solida di Warhammer 40K, anche su N-Gage il giocatore sarà chiamato a selezionare le truppe che comporranno il suo esercito rispettando alcuni limiti, ovvero non sforando un punteggio che dovrebbe indicare la forza complessiva dell'esercito, calcolabile sommando i valori delle singole unità. Solo dopo questa scelta le truppe potranno essere schierate sul campo di battaglia e agiranno rimanendo fedeli alla classica meccanica che vede le fasi di movimento seguite da quelle di fuoco.
Il gioco propone quattro razze, ovvero Space Marine, Orchi, Chaos Space Marine e Eldar, note a tutti gli appassionati dell'ambientazione creata da Games Workshop. Le quattro campagne single player legate a ciascuna di queste razze saranno combattute su una sessantina di mappe, disegnate a partire da cinque terreni: desertico, vulcanico, giungla, industriale e artico. Inoltre saranno presenti un'altra ventina di mappe per il multiplayer per due giocatori (locale e online) nonché un generatore casuale di scenari.
Di materiale sembra essercene tanto. Provando per qualche minuto il gioco abbiamo apprezzato il motore grafico che inquadrando le battaglie dall'alto, ha mostrato versatilità e qualità nel disegno bidimensionale. Le meccaniche ci sono sembrate immediatamente comprensibili, anche perché come struttura il gioco appare molto classico: si spostano le truppe su una mappa a scacchiera e, possibilmente, si attacca. Naturalmente la profondità del gioco sarà data dalla presenza di truppe numerose e varie e nel single player, dal valore dell'intelligenza artificiale degli avversari, ma per farci un'idea di questi aspetti dovremo aspettare ancora qualche mese.

CIVILIZATION

Uscirà nel 2006 inoltrato Civilization. Già, il capolavoro indiscusso di Sid Meiers arriverà anche sul portatile di Nokia in una versione apparentemente fedele all'originale, in particolare al secondo capitolo della serie da cui importa tutti gli sviluppi tecnologici, dall'età della pietra, alla conquista dello spazio, passando per la costruzione delle meraviglie del mondo. Il gioco sarà adattabile alle esigenze di tutti i giocatori proponendo ben cinque livelli, nonché la possibilità di scegliere tra un minimo di due ad un massimo di sette civiltà, tra le ventuno disponibili, con cui scontrarsi.
Al di là delle meccaniche di gioco, che saranno fedeli all'originale, ciò che più bisognerà valutare di questa versione N-Gage sarà l'interfaccia, perché un conto è un mouse, un altro lo sono i tasti del portatile Nokia. Inoltre sono stati predisposti tre livelli di zoom per la mappa di gioco nonché una cosiddetta "strategic view" dell'intero scenario che dovrebbe fornire un colpo d'occhio immediato su posizioni ed eventuali movimenti degli avversari. Provando per qualche minuto il gioco una serie di menù facilmente navigabili anche grazie alla presenza di scorciatoie numeriche con cui accedere immediatamente alle varie opzioni, ci hanno restituito l'impressione di trovarsi di fronte a Civilization in tutta la sua interezza, anche se il primo contatto con il sistema di controllo non ha brillato per comodità.
A livello tecnico il tutto si è mosso molto bene, anche se c'è da dire che l'aspetto grafico di Civilization non dovrebbe proprio essere un problema per N-Gage. Interessante e un po' nostalgica la scelta di inserire tutti i suoni originali, che potrebbero essere un richiamo deleterio per le vite sociali di tutti quei giocatori ormai attempati che spesero ore e ore su due giochi, Civilization E Civilization II, che seppero creare dipendenza come pochi altri!