Genere
ND
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
ND

Home Theater PC

Aggiungi alla collezione

Hardware

Case Arisetec Accent HT400, pannelli fonoassorbenti, ventola e fan-gasket AcustiProducts, scheda madre Gigabyte GA-8I915P Duo PRO, CPU Pentium 4 540J, ventola Glacialtech Igloo 5600 Light, 2 moduli da 512 MB di memoria DDR2 OCZ PC2 5400-EL Dual Channel Gold Edition, scheda video ATI Radeon All-In-Wonder X600 PRO, hard disk Maxtor DiamondMax Plus 9 Plus da 160 GB, lettore DVD Samsung SD-616E, Cordless Desktop MX3100, ATI RemoteWonder II, scheda Wireless NetGear MA311, cavo DVI-D Lindy.
Speciale

HTPC - Guida all'hardware

Il PC come centro multimediale nel salotto di casa: è un concetto che è esploso solo recentemente, per via dell'impegno di Microsoft con Windows Media Center, ma che viene da lontano. Gli Home Theater PC, infatti, sono nati ben prima come soluzione "pensata" e "realizzata" dagli appassionati di Audio e Video per "nutrire" i loro sistemi. Seguiteci, nella costruzione del nostro sistema...

di Antonino Tumeo, pubblicato il

Rimane il discorso delle connessioni: è certamente inutile essere maniacali, ma è comunque bene cercare di non tirare "solo" a risparmiare nella scelta dei cavi, soprattutto dal punto di vista del video. Spesso succede infatti che l'HTPC rimanga lontano dall'unità di visualizzazione e con molti cavi DVI l'eccessiva lunghezza crei problemi di propagazione del segnale.

ALCUNE PROPOSTE IN DETTAGLIO

Tenendo dunque presenti questi aspetti, abbiamo potuto valutare diverse componenti nell'assemblaggio del "nostro" sistema e cerchiamo di valutare "pro" e "contro" nel loro utilizzo in progetti di questo tipo.

CASE: ARISETEC ACCENT HT-400

Il case Arisetec, in Italia distribuito da Bow.it con prezzi nell'ordine dei 240 Euro, si contraddistingue per essere una soluzione Full ATX. In alluminio anodizzato, di aspetto imponente e solida costruzione, seppure caratterizzato da linee semplici e frontale dotato solo dei pulsanti e dei led strettamente necessari, arriva già fornito di un telecomando ad infrarossi programmabile (iMON), accensione compresa, ed, opzionalmente, può essere dotato delle schermo a sette segmenti (VFD) anch'esso programmabile.
È disponibile in tre colori, Nero, Argento e Oro, e non si può negare la sua semplice eleganza seppure risulti ovviamente più ingombrante delle soluzioni mini-ATX, ma non quanto si potrebbe presagire e sicuramente meno che i vecchi case desktop che spopolavano una volta. Internamente lo spazio è sicuramente buono, ma non eccezionale: si può alloggiare un alimentatore di dimensioni standard (è comunque consigliato utilizzarne uno con dissipazione attiva, quindi niente SilentMaxx), ma poi bisogna prestare attenzione alla distanza tra processore e alimentatore stesso, che potrebbe impedire il montaggio dei sistemi di raffreddamento con i dissipatori più voluminosi (come per esempio i silenziosissimi "fiori" Zalmann). Bisogna anche porre attenzione al cestello per il lettore DVD poiché il bordo del lettore stesso potrebbe arrivare a toccare la scheda grafica o un suo eventuale sistema di raffreddamento passivo. Il cestello degli hard disk invece si trova tutto sommato in posizione piuttosto comoda (a patto di fargli passare adeguatamente sotto eventuali cavi non collegati), ma è solo di 3"1/2 e dunque deve essere rimosso se si vogliono utilizzare soluzioni di raffreddamento particolari per i dischi. Da segnalare anche che il campione provato presentava una vite esterna un po' ostica da rimuovere. Il montaggio risulta comunque in definitiva abbastanza agevole lavorando con metodo e non dimenticando, una volta smontati i cestelli, che ci sono dei fili da far passare dal frontalino alla scheda madre. Non è secondaria la presenza di sfiati di areazione laterali e una bocchetta posteriore dove è possibile inserire una ventola, e da non sottovalutare per nulla è la disponibilità degli ottimi kit di materiale fonoassorbente AcustiPack di AcustiProducts già pretagliati. In definitiva, HT-400 rimane una scelta di alto profilo se si desidera avere a disposizione tutte le soluzioni di espansione offerte da una scheda full ATX; praticamente indispensabili se molte sono le funzionalità che l'HTPC dovrà gestire.

PANNELLI FONOASSORBENTI: ACOUSTIPACK PRECUT KIT

Proprio i pannelli fonoassorbenti meritano un dettagliato approfondimento e una breve spiegazione dei motivi per cui li riteniamo importanti se non fondamentali. Realizzati da Acousti Products e distribuiti da QuietPC al prezzo di 28,21 sterline (circa 41 Euro), i pannelli a noi forniti sono pretagliati nelle dimensioni e con i fori corretti per poter essere subito inseriti nel case Arisetec. Per quanto l'operazione di "regolazione" dei pannelli non preparati non sia per nulla complessa, poter sfruttare la soluzione già pronta comporta comunque un notevole risparmio di tempo, anche perché è peculiarità di Acousti Products fornire pannelli con retro-autoadesivo.
I pannelli hanno uno spessore totale di sette millimetri e il peso complessivo del kit arriva intorno ai 2 kg, ma rimangono sufficientemente flessibili. L'effetto di riduzione del rumore è realizzato sfruttando materiale a diversa densità per i primi due millimetri (alta densità) e i restanti cinque (bassa densità), che consentono di diminuire in maniera più efficace l'energia delle onde sonore. E possiamo confermare che non è solo una teoria: coprendo il meglio possibile il case, e soprattutto le superfici più ampie, la riduzione di rumorosità (cioè l'assorbimento di parte dell'energia delle onde sonore) è drastica. E sebbene sia chiaro che i pannelli non possano da soli risolvere completamente il problema della rumorosità (soprattutto se ci sono bocchette per l'aria scoperte), anche il rumore residuo è a frequenze inferiori rispetto a quello originario e dunque molto più tollerabile (anche in un ambiente Home Theater quando sub e casse cominciano a sentirsi).
Non prestando molta attenzione al montaggio potrebbe sovvenire qualche problema di surriscaldamento, ma in generale se si sono rispettate le zone di areazione del case, un enventuale aumento di temperatura di scheda madre o processore è limitato a 1 o 2 gradi e con i case meglio realizzati si potrebbe addirittura assistere a una diminuzione di temperatura per via della diminuzione del volume interno.

VENTOLA: ACOUSTIPRODUCT ACOUSTIFAN DUSTPROOF + FAN GASKET

Sempre da Acousti Products arriva la ventola aggiuntiva da 8 cm di diametro (prezzo 8,23 sterline, circa 12 Euro) che abbiamo utilizzato per dare un ulteriore aiuto alla riduzione del calore del sistema e che abbiamo installato nell'apposita locazione sul case Arisetec. Caratteristica peculiare della ventola AcoustiFan DustPROOF è 1'utilizzo di un motore completamente "chiuso" all'aria esterna che impedisce alla polvere di penetrare e riduce la rumorosità percepita. Possiamo confermare che, almeno a livello di rumorosità (per la resistenza alla polvere solo il tempo potrà essere vero giudice), i risultati sono notevoli e siamo sui livelli delle migliori ventole di casa Papst o Verax. Il pacchetto include anche ben tre diversi adattatori per permettere l'alimentazione della ventola con tutti i più comuni connettori utilizzati. Buon accompagnamento per la ventola risulta essere il "curioso" fan-gasket (2,76 Sterline, circa 4 Euro), un supporto in gomma da utilizzare come interfaccia tra la ventola stessa e il case.
Separando meccanicamente i due corpi rigidi, si impedirà che il case diventi ulteriore fonte di rumore a causa delle vibrazioni dovute alla rotazione della ventola. Sempre nell'ottica di "ammortizzare" le superfici di contatto, con il supporto vengono anche fornite delle viti per la ventola (e la eventuale ghiera esterna) con delle apposite rondelle sempre in gomma.