Genere
Azione
Lingua
Inglese
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
ND

Hotline Miami

Hotline Miami Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Sony Computer Entertainment
Genere
Azione
Lingua
Inglese
Giocatori
1

Lati Positivi

  • Divertente e con un ritmo incalzante
  • Comparto audio-video accattivante
  • Buona mole di contenuti

Lati Negativi

  • Qualche imprecisione nel sistema di lock
  • Potrebbe risultare frustrante

Hardware

Hotline Miami è disponibile esclusivamente in digital delivery per PlayStation 3 e PS Vita.

Multiplayer

Hotline Miami non dispone di modalità multigiocatore. Sono presenti classifiche online per confrontare i punteggi ottenuti in ogni missione con quelli di altri giocatori.

Modus Operandi

Abbiamo testato il gioco su PS3 e PS Vita grazie a due codici inviatici dagli sviluppatori e da Sony, quindi abbiamo indossato una maschera e ci siamo tuffati nella mischia fino a giungere alla conclusione del gioco.

Link

Recensione

Una telefonata allunga la vita?

Sangue e pixel per un tuffo negli anni '80...

di Marco Ravetto, pubblicato il

Lanciato originariamente su PC lo scorso anno, Hotline Miami ha colto nel segno grazie al suo approccio "old school" sia per quanto riguarda la realizzazione tecnica che nelle meccaniche di gioco. In questa conversione per PS3 tutte le caratteristiche dell’originale sono rimaste immutate, quindi non ci resta che indossare una maschera da animale ed entrare in azione...

QUALE MASCHERA SCELGO?

Hotline Miami è un videogioco vecchio stampo, capace di mettere a dura prova i polpastrelli (e la pazienza) dei giocatori con scelte stilistiche che richiamano a un’epoca in cui diavolerie quali la rigenerazione energetica e i kit medici non erano ancora state concepite. In un passato non poi così remoto (stiamo parlando del 1989) si sviluppano le avventure del nostro personaggio, un uomo che "risolve problemi".

Ricevute strane telefonate che celano al loro interno le indicazioni del luogo in cui recarsi e indossata una maschera da animale, l’innominato protagonista di Hotline Miami è pronto a entrare in azione con un solo obiettivo: eliminare qualunque forma di vita si trovi all’interno degli edifici in cui viene spedito. Entrare a mani vuote in un covo brulicante di nemici non è mai una mossa saggia, ma all’inizio di ogni missione è proprio quello che accade. Equipaggiati solo con due pugni (che possono sempre far male, ma non sono il massimo contro un fucile a pompa) la prima cosa da fare è quindi quella di riuscire a cogliere di sorpresa un nemico e recuperare la sua arma; completata questa semplice operazione, ha inizio il divertimento vero e proprio.

Una volta dotati di un fucile, di un mitragliatore, di un coltello, di una mazza o di un altro corpo contundente (la quantità e la varietà non mancano certo) non resta che muoversi tra le varie stanze e uccidere tutti i presenti. L’inquadratura "a volo d’uccello" consente di avere una visione abbastanza accurata dell’ambiente circostante e permette di pianificare le mosse da eseguire, ma questo non vuole dire che quello che ci attende sia un compito facile. Già, perché c’è un "piccolo" particolare che fino a ora ci siamo dimenticati di menzionare... un singolo colpo è sufficiente per eliminare praticamente qualunque tipo di nemico, ma allo stesso modo basta un solo proiettile (o una sola mazzata ben assestata) per dire addio al nostro personaggio.

Oltre a nasconderne l'identità, le maschere conferiscono al nostro personaggio differenti bonus - Hotline Miami
Oltre a nasconderne l'identità, le maschere conferiscono al nostro personaggio differenti bonus

ONE HIT, ONE KILL

Diciamolo chiaramente, in considerazione di quanto scritto nelle ultime righe del paragrafo precedente, il protagonista di Hotline Miami è veramente sfortunato (per non usare termini più forti). Le scelte grafiche operate da Dennaton Games non gli conferiscono il fascino di un Nathan Drake o di un Ezio Auditore, e le meccaniche di gioco lo rendono vulnerabile praticamente a ogni genere di attacco. Se sull’aspetto estetico possiamo soprassedere senza troppi patemi d’animo, la fragilità del nostro eroe mascherato rappresenta un vero incubo che può essere superato solamente con coraggio, abilità, attenzione e pazienza. Riuscire a completare un livello di Hotline Miami richiede un mix bilanciato di queste quattro doti, soprattutto nelle fasi più avanzate. Osservare l’ambiente circostante per studiare la posizione e i movimenti dei nemici è importante, così come è fondamentale essere letali al primo tentativo; un proiettile che si infrange su una vetrata mancando il bersaglio o un fendente a vuoto sono lussi che non si possono concedere e che sono seguiti da un immediato Game Over.

Fortunatamente, scelta operata probabilmente per salvaguardare la sanità mentale di tutti i giocatori, la morte del nostro personaggio non costringe a dover riaffrontare un livello nella sua interezza; ogni missione è infatti suddivisa in diversi piani, e in caso di decesso la partita riprenderà dall’accesso all’ultimo piano raggiunto. Per quanto il trofeo per le mille morti, che a prima vista sembra raggiungibile solamente con sessioni dedicate all’autolesionismo, si avvicina inesorabilmente a ogni tentativo, la presenza di questo semplice sistema di checkpoint e le dimensioni non particolarmente ampie delle aree di gioco rendono l’esperienza di gioco decisamente piacevole, con la frustrazione per i fallimenti che viene ampiamente ripagata dalla soddisfazione alla conclusione di uno stage.

L'arsenale a disposizione è decisamente ricco e comprende diverse modelli di armi da fuoco e da taglio. Fucili, mitragliatrici, katana, semplici bottiglie... non manca nulla... - Hotline Miami
L'arsenale a disposizione è decisamente ricco e comprende diverse modelli di armi da fuoco e da taglio. Fucili, mitragliatrici, katana, semplici bottiglie... non manca nulla...

Le soluzioni adottate in fase di game design per quanto riguarda il sistema di controllo (movimento e direzione da fronteggiare sono gestite dalle due levette, mentre la raccolta e l’utilizzo delle armi sono affidate ai grilletti) sono piuttosto funzionali, e a parte qualche saltuaria imprecisione nel sistema di lock di un bersaglio, non abbiamo ravvisato problemi nel passaggio da computer a console. Il comportamento dei nemici non è sempre uguale e, anche se esistono dei pattern predefiniti nei movimenti, non mancano le sorprese capaci di scombinare anche i piani meglio organizzati; in generale comunque i nostri avversari, per quanto agguerriti e numerosi, non brillano per intelligenza, tanto che in diversi frangenti è sufficiente nascondersi dietro a una porta per ingannarli.

UN SALTO NEL PASSATO

La violenza che domina ogni situazione di gioco di Hotline Miami è rappresentata con uno stile grafico anni ’80 decisamente intrigante. Tinte sgargianti colorano ogni elemento presente, con pozze di sangue e corpi tagliati (a patto di usare l’arma adatta, ovviamente) che ricoprono i pavimenti una volta portata a termine una missione. L’ipnotica e incessante colonna sonora accompagna alla perfezione le varie fasi di gioco e contribuisce a creare un’atmosfera unica per tutta la durata dell’avventura.

Hotline Miami è un titolo che non piacerà a tutti e che potrebbe risultare frustrante vista la frequenza di decessi del nostro personaggio, ma un po’ di perseveranza è sufficiente per entrare nello spirito del gioco e apprezzarne i numerosi pregi. Il costo contenuto (7,99 in versione cross-buy, quindi scaricabile contemporaneamente per PS3 e PS Vita) dovrebbe essere un ulteriore sprone all’acquisto di un titolo che, grazie alla presenza di extra (armi e maschere da recuperare, valutazione variabile per ogni punteggio) ha motivi per essere giocato anche dopo aver raggiunto la conclusione della storia.

Voto 5 stelle su 5
Voto dei lettori
Una conversione che non aggiunge nulla all'originale, ma che al tempo stesso ne mantiene intatti i pregi. Le piccole imperfezioni nel sistema di controllo non influiscono in maniera rilevante sulla giocabilità, anche se possono essere causa di qualche morte (con conseguenti sfilza di insulti). Accattivante nella realizzazione tecnica, Hotline Miami è un titolo da provare, soprattutto per chi ama le sfide impegnative e lo stile retrò.

Commenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!