Genere
Azione
Lingua
ND
PEGI
18+
Prezzo
€ 64,99
Data di uscita
3/6/2011

Hunted: La Nascita del Demone

Hunted: La Nascita del Demone Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Bethesda Softworks
Sviluppatore
inXile
Genere
Azione
PEGI
18+
Distributore Italiano
Leader
Data di uscita
3/6/2011
Data di uscita americana
1/6/2011
Giocatori
2
Prezzo
€ 64,99

Hardware

Hunted: La Nascita del Demone è in sviluppo su PlayStation 3, Xbox 360 e PC. Previsto in uscita contemporanea sui tre formati il prossimo 3 giugno, ai fini di questo articolo il gioco è stato testato sulla console Microsoft.

Multiplayer

Una parte importante del gioco risiede nella modalità cooperativa, che permette a due giocatori di affrontare la Campagna fianco a fianco.
Hands On

Io Tarzan, tu Jane

Di nuovo protagonisti del fantasy di inXile.

di Stefano F. Brocchieri, pubblicato il

Saranno le animazioni tendenzialmente rigide e legate in maniera non abbastanza armonica per esprimere adeguatamente la vis di un gioco così “muscolare”, sarà il rilevamento dei colpi a volte eccessivamente sporco o le indecisioni nell’IA dei nemici, ma quando si è nella furia del combattimento Hunted lascia allo stato attuale uno strano sapore, come se si mangiasse della buona carne (gli elementi base del gameplay, che paiono delineare efficacemente una formula di gioco interessante) cucinata malamente. Una sensazione che si avverte maggiormente quando passiamo al controllo di Caddoc, dopo aver incontrato un obelisco tramite cui cambiare personaggio, che è quello più portato allo scontro corpo a corpo sebbene possa dire la sua anche dalla distanza, tramite una balestra, anche se in maniera meno incisiva della compagna, in ossequio all’idea di complementarietà che ispira l’operato del duo. Tra le caratteristiche proprie del guerriero c’è la Furia, un indicatore che va colmato mandando a segno colpi standard e che una volta pieno permette di scatenare un attacco devastante, mentre tra i suoi compiti rientra la rimozione di ostacoli, che richiede al giocatore di condividere la fatica dell’eroe, agendo velocemente su un tasto.

SUCCO RUOLISTICO

La palude che ci ritroviamo a battere può essere esplorata in maniera non-lineare: niente di particolarmente elaborato, ma abbastanza per aggiungere un senso di “avventura” alle nostre imprese. Falciando scheletri e raccogliendo tutto quello che ci capita a tiro, da qui alla bramata ascia magica, che è posta su un altare circondato da un fossato di punte acuminate che possiamo superare indicando ad E’lara i punti in cui vogliamo che scocchi delle frecce infuocate per far calare una comoda passerella, scopriamo che nel gioco sono contemplate sostanzialmente due valute: l’Oro e i Cristalli.
A differenza di quel che si può credere, il primo non serve a comprare armi od oggetti, ma ad acquistare elementi da impiegare nel Crucible, un editor di livelli su cui inXile non ha potuto dirci al momento di più. Nel gioco non ci sono dunque negozi, tutto quello che occorre ai nostri eroi si trova strada facendo. Pozioni e frecce sono sparse in giro per le ambientazioni, così come le armi, anche se la loro maggior fonte (fatta eccezione per esemplari legati a particolari situazioni, come la scure dall’effetto congelante che abbiamo appena recuperato) sono i nemici uccisi o certe armerie, da depredare in libertà. Il tipo, le caratteristiche base ed eventuali effetti speciali di ciascuna arma od oggetto sono generati casualmente, in centinaia di combinazioni, attraverso un sistema che naturalmente si premura che i "loot" siano bilanciati con la parte di avventura in cui appaiono.
I Cristalli servono invece per sbloccare abilità speciali e magie presso appositi portali. Il sistema è piuttosto semplice: si hanno due Cristalli? Si può decidere se sbloccare due diversi incantesimi o skill oppure se impiegare il secondo per potenziare uno già a disposizione in valori come l’efficacia, il quantitativo di Mana richiesto e cose di questo genere. Tra le abilità speciali che abbiamo visto ci sono colpi caricati in corsa e fendenti potenziati, tra le magie abbiamo provato quelle di fuoco, grazie a cui lanciare delle sorta di granate incendiarie, e fulmine, capace di colpire anche un vasto numero di nemici contemporaneamente. Interessante come il discorso magia viene declinato in prospettiva cooperativa nel Battle Charge: se con E’lara, ad esempio, si lanciano saette sul compagno, i suoi attacchi acquistano un temporaneo potere fulminante. Parimenti, con Caddoc abbiamo usato la magia di fuoco su E’laria, facendole ottenere la possibilità di scagliare frecce infuocate. Nel caso in cui entrambi personaggi eseguano contemporaneamente il Battle Charge si attiverà uno Spell Link, che evoca un enorme demone che impazza a schermo offrendo contemporaneamente protezione ai due e tanto, tanto dolore a tutto il resto.
L’ultimo aspetto di gameplay “laterale” che abbiamo scoperto durante la nostra prova sul campo è il fatto che, come in ogni buon gioco ispirato alla tradizione ruolistica classica, colpi critici ed effetti secondari di armi e magie di protagonisti e nemici sono sottoposti a un lancio di dadi “virtuale”.

COME UN SOGNO, O QUASI

Sprofondati improvvisamente nel sottosuolo, ci ritroviamo nello stesso identico posto che Caddoc aveva visitato in incubo. Solo che questa volta non siamo soli. Atterrati su una catasta di ossa che sembra presa dalla copertina di un disco heavy metal, veniamo assaltati da tutte le direzioni da un’armata di scheletri non-morti, che spazziamo via con spadate e fulmini. Ci infiliamo così tra i corridoi della catacomba, tenendoci stretti a E’lara, che grazie alle sue frecce infuocate ci permette di non rimanere in balia delle minacce nei corridoi bui. Più in generale, Hunted sembra proprio bilanciato per far lottare il più possibile assieme i due eroi, visto che nelle occasioni in cui ci siamo allontanati dal partner spesso abbiamo finito per capitolare o per vederlo capitolare. Il che non è positivo se ci allontaniamo così tanto da non riuscire poi a fare in tempo a salvare l’altro, a terra agonizzante, secondo un meccanismo che ricorda... esatto, Gears of War.
Le anticamere ci conducono a uno stanzone dove la concentrazione di scheletri si fa più pressante e meno gestibile del solito. Come se non bastasse, a un certo punto irrompe anche la terribile creatura mostruosa che aveva turbato il sonno al guerriero. Non c’è altra alternativa, occorre scappare. Notiamo che una parete della stanza sembra malmessa, così E’lara indirizza alcune frecce alle corde di sostegno di una colonna e Caddoc la spinge, fin quando non la fa rovinare contro al muro, aprendoci la via per la salvezza e la fine del tutorial.

MEGLIO IN COMPAGNIA

Impratichiti il giusto, passiamo finalmente a provare Hunted in compagnia di un altro giocatore. inXile ci mette a disposizione per lo scopo il livello 1.4, ambientato in una città messa a ferro e fuoco da un’invasione di creature demoniache. Le milizie regolari sono tenute in scacco dal nemico, che ha occupato l’enorme torre che si erige al centro, facendo piovere fuoco tutt’intorno. Bisogna buttarla giù.


Commenti

  1. Stefano Castelli

     
    #1
    Francamente con 'sta anteprima mi hai un pò smorzato. :(
  2. bocte

     
    #2
    Pure ammia :(
    Era nella mia 'lista dei desideri' da svariati mesi ma ora...
  3. PaulVanDyk

     
    #3
    Stefano Castelli ha scritto:
    Francamente con 'sta anteprima mi hai un pò smorzato. :(


    mamma mia, sul serio :(
    ma poi "colpi critici ed effetti secondari di armi e magie di protagonisti e nemici sono sottoposti a un lancio di dadi “virtuale”. Ma veramente?
  4. teoKrazia

     
    #4
    PaulVanDyk ha scritto:
    mamma mia, sul serio :(
    ma poi "colpi critici ed effetti secondari di armi e magie di protagonisti e nemici sono sottoposti a un lancio di dadi “virtuale”. Ma veramente?


    Fermo!
    Mi sa che mi sono spiegato male: il gioco è action, ma c'ha sotto un po' di RPG.
    Mentre meni spadate in fazza a destra e a manca, l'entità di certe robe è determinata anche dalla casualità/probabilità/lanciodidadità tipica dei GdR classici. :)
  5. PaulVanDyk

     
    #5
    teoKrazia ha scritto:
    Fermo!
    Mi sa che mi sono spiegato male: il gioco è action, ma c'ha sotto un po' di RPG.
    Mentre meni spadate in fazza a destra e a manca, l'entità di certe robe è determinata anche dalla casualità/probabilità/lanciodidadità tipica dei GdR classici. :)


    ah ok.. pensavo già al peggio.. ma contando che è dato in uscita per il 3/06 secondo te ci sono margini di miglioramento, soprattutto sul comparto tecnico deludente (mi pare di aver capito)?
  6. teoKrazia

     
    #6
    PaulVanDyk ha scritto:
    ah ok.. pensavo già al peggio.. ma contando che è dato in uscita per il 3/06 secondo te ci sono margini di miglioramento, soprattutto sul comparto tecnico deludente (mi pare di aver capito)?


    Per mia esperienza, in un lasso di tempo così ho visto:
    - giochi migliorare, anche tangibilmente
    - giochi rimanere pressoché uguali

    Speriamo sia il primo caso, anche perché Hunted interessa assai pure a moi, al punto che avevo già precettato da mesi la personcina giusta a cui imporre di fare E'lara mentre le ruttavo in cuffia. :D
  7. PaulVanDyk

     
    #7
    teoKrazia ha scritto:
    Per mia esperienza, in un lasso di tempo così ho visto:
    - giochi migliorare, anche tangibilmente
    - giochi rimanere pressoché uguali

    Speriamo sia il primo caso, anche perché Hunted interessa assai pure a moi, al punto che avevo già precettato da mesi la personcina giusta a cui imporre di fare E'lara mentre le ruttavo in cuffia. :D


    uahauhahuahu :DD
    ma quindi la coop online è prevista in via definitiva VERO? Non vorrei avere sorpresoni alle quali solo sta gen ci ha abituati. Anche perchè ho in serbo parecchi ruttazzi da sparare pure io :asd: :toghy:
  8. teoKrazia

     
    #8
    PaulVanDyk ha scritto:
    ma quindi la coop online è prevista in via definitiva VERO?


    Claro, confermatissima fin dall'inizio, con una struttura molto comoda à la Gears of War.
    Ed è proprio negli aspetti coop e in tutte quelle cosine 'collaterali' da GdR che il gioco per quel che ho provato pare mostrare le cose migliori.
    È l'azione pura e semplice che pare... uhm, pare che poteva essere meglio. :D
  9. PaulVanDyk

     
    #9
    teoKrazia ha scritto:
    Claro, confermatissima fin dall'inizio, con una struttura molto comoda à la Gears of War.
    Ed è proprio negli aspetti coop e in tutte quelle cosine 'collaterali' da GdR che il gioco per quel che ho provato pare mostrare le cose migliori.
    È l'azione pura e semplice che pare... uhm, pare che poteva essere meglio. :D


    mmm urge leggersi una bella rece va... mersì bocù :*
  10. Lylot72

     
    #10
    Altro gioco da lasciare sullo scaffale?
     vedremo.
    No perchè ero partito come un probabile acquisto sicuro tipo Knight contract.
Continua sul forum (11)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!