Il Bandito

Il Bandito

Il Bandito è pericoloso. Arriva e colpisce, letale quanto inaspettato. Fa quel che sente, dice quel che pensa e scappa via con la refurtiva. Contromisure? Non ce ne sono, gli sceriffi, quelli veri, sono passati di moda da tempo. Figurarsi se ce n'è uno su Videogame.it, dove le ricompense sono ridicole! Ovviamente nessuna delle opinioni espresse dal Bandito è condivisa da Videogame.it, a meno che il soggetto non si dimostri disposto a dividere il malloppo.
Rubrica

Se il buongiorno si vede dal mattino...

Cronaca di un debutto malauguratamente travagliato.

di Marco Mottura, pubblicato il

Che il 3DS non sia partito in quarta è ormai un dato di fatto piuttosto oggettivo ed indiscutibile.
A dispetto delle roboanti aspettative di mammà N e degli addetti ai lavori, genuinamente esaltati dopo un E3 2010 a dir poco col botto, il nuovo portatile della casa di Kyoto sta infatti dolorosamente stentando a decollare, incapace come si sta dimostrando di ripetere i fasti (invero forse irripetibili, considerati i numeri da record...) del fratellino minore.
A prescindere dal sovente imprevedibile andamento del mercato, bisogna comunque ammettere che la non entusiasmante situazione in cui versa la console è figlia di una serie di scelte a metà strada tra il cervellotico ed il delirante intraprese da Nintendo: dal prezzo tutt'altro che popolare (non a caso ribassato del 30% a nemmeno 4 mesi dal debutto, con buona pace dei quegli stronzi degli early adopter, pardon degli “ambassador”...) alla line up di lancio discutibile (peraltro accompagnata da una seconda ondata di titoli ancora più desolanti, fatta eccezione giusto giusto per un sontuoso remake...), passando all'orribile eShop (non soltanto atroce da navigare ma addirittura sconvenientissimo nell'offerta, con titoli visti su App Store a 79 cents che qui magicamente vengono a costare 5 Euro!) per arrivare infine all'infrastruttura online acerba e spaventosamente involuta, del tutto inadeguata per gli standard del 2011.

E siccome piove sempre sul bagnato, le sfighe non sembrano essere all'apparenza ancora finite per il tribolato handheld autostereoscopico: al di là di qualche confortante annuncio sul piano software (con Monster Hunter 4 a fare la parte del leone, seguito dal ritorno in salsa 3D di Fire Emblem e Mario Tennis...) la conferenza Nintendo pre-TGS ha infatti svelato un add on capace di scatenare deliri e prepotenti incazzature sui forum di mezzo mondo.
Confermando - non senza sgomento - alcuni improbabili rumor circolati in rete negli scorsi mesi, la periferica volta ad aggiungere un secondo stick analogico è in effetti realtà, e da adesso gli scenari si fanno... particolari.

Il primo, colossale punto di domanda non può non nascere dall'obbrobrioso design dell'accessorio: è sconvolgente pensare che una cinesata simile (capace di richiamare spiacevoli echi di gamegeariana memoria molto, molto 90s...) provenga dalla stessa compagnia in grado di proporre raffinati esemplari di sexy tecnologia come il DSi e soprattutto il Wii.
Certo, ci sarebbe la non troppo distante parentesi del Cubo delle meraviglie Fisher-Price, o magari spingendosi un po' più in là il nefario capitolo Virtual Boy, ma tant'é: forse semplicemente in quel di Kyoto hanno deciso di assumere presso il reparto hardware i designer della PolyStation, venduta non troppi anni or sono nelle televendite birbantelle del rantolante “Baffo” da Crema.
Solo così del resto si spiegherebbero l'elefantiaca leggiadria estetica dell'add on, o la ridicola combo che esso va a creare con il 3DS stesso: un incontro/scontro tanto goffo quanto nemico della portabilità (o vorrebbero forse farci credere che dovremmo girare per strada con una specie di Voltron in tasca, in modo da avvalerci delle feature Street Pass?), per di più alimentato da una batteria stilo.
Che Golosoni.

Prego notare il tasto L incassato -resta quello della console base!- rispetto ad R. Rabbrividiamo. (cit.) - Nintendo 3DS
Prego notare il tasto L incassato -resta quello della console base!- rispetto ad R. Rabbrividiamo. (cit.)

Al di là della tragicomica questione del look (senza dimenticare le non trascurabili perplessità in termini di praticità ed ergonomia, tra l'anomala asimmetricità della console, le differenze tra i dorsali L/R e lo slider aggiuntivo posto al di là dei tasti frontali...), rimane comunque un aspetto di primaria importanza, a cui si sono disperatamente aggrappati i faNboy più incorreggibili: il fatto che la periferica sia del tutto opzionale.
Anche se “Opzionale un cazzo”, direbbe un Bandito di francese raffinatezza.
Già, perché al di là delle dichiarazioni della primissima ora o delle interpretazioni personali, l'accrocchio non nasce da chissà quali capricci third party, bensì da un'evidente ed ingiustificabile mancanza a livello hardware.
Come del resto segnalato in occasione delle prove su strada allo scorso E3 (andatevi a rileggere l'anteprima di Kid Icarus, qualora non vi voleste fidare della parola di un fuorilegge...), l'assenza di un secondo analogico si è infatti rivelata un handicap pesantissimo in più di un caso, costringendo gli sviluppatori ad autentiche acrobazie per ovviare ad un problema assolutamente rimediabile con un briciolo di attenzione in più durante la fase di progettazione della macchina.


Commenti

  1. Macio-81-

     
    #1
    Ano, ano è qualcosa che si muove,su e giù per lo stomaco mi sa che è l'analogico! E sulle note di Alex Britti che penso alla merdata (passatemi il termine) che Nintendo ha fatto....però mi piace!!!Che ci devo fare?? A casa ho un Virtual Boy e dico solo che l'adoro!!!Per noi collezionisti di videogames/merdate è pane quotidiano l'add on!Bellllloooooooo!!!!!Sono pazzo o semplicemente feticista!!Grazie Nintendo!!con il Ds c'è da annoiarsi,sempre quello...poi ne ho solo 3 versioni....spero che il 3DS faccia molto meglio,siam partiti alla grande,voglio anche il flash per la fotocamera!!!!!Ovviamente un bagaglio di un kg da mettere sopra allo schermo!
  2. AVV.

     
    #2
    ue marco mi spieghi la frecciatina al cubo? non lo ricordo tanto plasticone, però avevo la versione di zelda che era grigio metalizzato.

    forse la disposizione stramba e "giocattolosa" dei tasti del pad?
  3. japu

     
    #3
    Sono d'accordo: l'errore madornale l'ha fatto Nintendo non capendo (o ignorando volutamente?) che sulla sua nuova console non sarebbero più girati i giochi della precedente. Un errore a mio modo di vedere davvero ingenuo, visto che la console stessa con la stereoscopia in un certo senso impone l'uso dei poligoni in una maniera molto più vicina ai giochi delle console da casa, infatti i primi annunci sono stati Metal Gear, Resident Evil, ... ma anche lo stesso Kid Icarus, come si dice nell'articolo, da subito dava l'idea che con due analogici la vita sarebbe stata più facile.
    Con il DS io non ho mai sentito l'esigenza di un analogico e quindi neanche di due, ma proprio perché ho sempre scelto giochi che non ne richiedevano minimamente l'uso (e questi giochi sono moltissimi): la volta che ho provato a giocare a Kingdom Hearts mi son fatto tanto male...
    Spero che il 3DS si riprenda, mi piacerebbe continuare l'avventura.
  4. Stefano Castelli

     
    #4
    AVV.ue marco mi spieghi la frecciatina al cubo? non lo ricordo tanto plasticone, però avevo la versione di zelda che era grigio metalizzato.

    forse la disposizione stramba e "giocattolosa" dei tasti del pad?

    Forse sembrava la console della Fisher Price?
  5. Stefano Castelli

     
    #5
    Mdk7Cronaca di un debutto malauguratamente travagliato.

    Diciamo che concordo più o meno con tutto. Il discorso è abbastanza articolato in effetti ma le linee di base le hai prese tutte.


    Per quanto mi riguarda, il 3DS entrerà a casa mia quando uscirà l'immancabile versione "lite" con doppio stick integrato e via dicendo.


    Ma ora come ora PSVita ha la precedenza (e pure questa NON arriverà al day one... ormai ho imparato... :D)
  6. Mdk7

     
    #6
    AVV.ue marco mi spieghi la frecciatina al cubo? non lo ricordo tanto plasticone, però avevo la versione di zelda che era grigio metalizzato.

    forse la disposizione stramba e "giocattolosa" dei tasti del pad?

    Al di là della colorazione (il viola era... particolare, ma non certo il massimo del sex appeal), c'era un elemento in grado di uccidere istantaneamente qualunque velleità di stile: LA MANIGLIA.
    Seriamente, dai... la maniglia era orrida.
  7. Mdk7

     
    #7
    Stefano CastelliDiciamo che concordo più o meno con tutto. Il discorso è abbastanza articolato in effetti ma le linee di base le hai prese tutte.


    Per quanto mi riguarda, il 3DS entrerà a casa mia quando uscirà l'immancabile versione "lite" con doppio stick integrato e via dicendo.


    Ma ora come ora PSVita ha la precedenza (e pure questa NON arriverà al day one... ormai ho imparato... :D )

    Io rimango comunque curioso di vedere come Nintendo gestirà la cosa, perché non mi sorprenderebbe affatto se lanciassero l'add on per far contenta la gente e gli altri publisher per poi evitare di supportarlo in titoli come Kid Icarus e Luigi's Mansion così, per questioni "di principio".
  8. Stefano Castelli

     
    #8
    Mdk7Io rimango comunque curioso di vedere come Nintendo gestirà la cosa, perché non mi sorprenderebbe affatto se lanciassero l'add on per far contenta la gente e gli altri publisher per poi evitare di supportarlo in titoli come Kid Icarus e Luigi's Mansion così, per questioni "di principio".

    Beh, sarebbe molto "nintendosa" come cosa.


    Vediamo un pò se riescono a tirare fuori qualche FPS decente su 3DS; dai.
  9. Mdk7

     
    #9
    Stefano CastelliBeh, sarebbe molto "nintendosa" come cosa.


    Vediamo un pò se riescono a tirare fuori qualche FPS decente su 3DS; dai.

    Però non sarebbe una sorpresa, no?
    Ti dirò di più: per i titoli già annunciati, mi sorprenderebbe maggiormente il contrario (ovvero il pieno supporto al Circle Pad aggiuntivo).
  10. Fotone

     
    #10
    A me sorprenderebbe molto, invece, la maniglia sul 3DS.
    :D
Continua sul forum (38)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!