Genere
Gioco di Ruolo
Lingua
italiano
PEGI
18+
Prezzo
ND
Data di uscita
4/11/2011

Il Signore degli Anelli: La Guerra del Nord

Il Signore degli Anelli: La Guerra del Nord Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Warner Bros. Games
Sviluppatore
SnowBlind Studios
Genere
Gioco di Ruolo
PEGI
18+
Distributore Italiano
Warner Bros
Data di uscita
4/11/2011
Lingua
italiano
Giocatori
1-3

Lati Positivi

  • Splendide le animazioni del rapace
  • Grande cura nella documentazione
  • Ottimo multiplayer (per essere un GdR)

Lati Negativi

  • Numerosi bug
  • Combattimenti ripetitivi
  • Struttura di gioco eccessivamente lineare
  • Vicenda e personaggi poco interessanti

Hardware

Il gioco non richiede particolari configurazioni hardware e, sorprendentemente, su PS3 non richiede installazione!

Multiplayer

Per essere un GdR, il gioco presenta opzioni multiplayer molto interessanti, come la possibilità di affrontare l’intera vicenda con altri due amici online oppure giocando in due a schermo condiviso e il terzo in remoto (o assistiti da un’IA). Ci si può inoltre inserire nelle partite di altri giocatori per dare man forte durante i combattimenti e aiutarli a procedere nel gioco, senza però la possibilità di nuocere…

Modus Operandi

Abbiamo ricevuto una copia del gioco in formato PS3 dal distributore italiano. La curva di difficoltà è stata affrontata sia in single player assistiti dall’IA sia in multiplayer, online e a schermo condiviso, passando regolarmente da un personaggio all’altro per valutarne caratteristiche e crescita.

Link

Recensione

Un sentiero senza sbocchi

Quando il fantasy dà il peggio di sé…

di Francesco Alinovi, pubblicato il

Gran parte dell’azione avviene lungo un percorso estremamente lineare, in cui non ci sono posizioni strategiche da difendere (se non qualche balista da conquistare per girare la potenza di fuoco contro il nemico) e i nemici arrivano a ripetizione, lasciando giusto il tempo per fare a pezzi urne e casse alla ricerca di monete e altri tesori. Dopo l’entusiasmo iniziale, i combattimenti diventano presto ripetitivi, sempre in bilico tra frustrazione (giocando in singolo con l’IA) e noia (giocando in multiplayer), dato che la partita termina solo quando tutti e tre i guerrieri sono a terra. Nella malaugurata situazione di ritrovarsi senza energia non è possibile fare altro che cercare di avvicinarsi in ginocchio ad un compagno ancora in salute per farsi rigenerare. Se non fosse che ogni tanto il sistema di Intelligenza Artificiale fa impallare i personaggi nello scenario o li incaglia tra di loro, potremmo quasi considerarlo un cheat…

In più di una situazione la combriccola supererà le tre unità, e valorosi guerrieri guidati dalla CPU prenderanno parte alla battaglia!  - Il Signore degli Anelli: La Guerra del Nord
In più di una situazione la combriccola supererà le tre unità, e valorosi guerrieri guidati dalla CPU prenderanno parte alla battaglia!

Inciampare in un bug

Un sistema di gioco ripetitivo e una storia poco convincente si uniscono poi ad una realizzazione tecnica altalenante. Il team di sviluppo ha sicuramente dedicato molta cura nello studio di armi, abbigliamento e accessori, ma lo stesso non si può dire per le animazioni (fatta eccezione per quelle dell’aquila). Soprattutto durante le scene di intermezzo, i modelli presentano una certa staticità e ci sono frangenti in cui non parte il labiale e i personaggi si limitano a traspirare mentre procede il dialogo (le cui scelte multiple portano solo ad ottenere porzioni di dialogo in più…). A livello di interattività, invece, l’aspetto più fastidioso è dato dai muri invisibili che circondano il percorso obbligato e dal sistema di collisioni a volte approssimativo, soprattutto se si combatte spalla a spalla (il colpo può infatti passare attraverso l’amico ma non provoca danni all’avversario), che si combinano in maniera diabolica con una telecamera che a volte va per i fatti suoi.

Il gioco non risparmia certo i particolari truculenti, anche se come videogiocatori siamo abituati a ben altro...  - Il Signore degli Anelli: La Guerra del Nord
Il gioco non risparmia certo i particolari truculenti, anche se come videogiocatori siamo abituati a ben altro...

Inoltre, giocando in singolo, si può passare da un personaggio all’altro solo durante checkpoint previsti dal gioco, oppure uscendo dalla partita, senza nemmeno la possibilità di livellarli tutti e tre contemporaneamente o di scegliere al volo il loro equipaggiamento. Le modifiche apportate, poi, non sempre si manifestano quando si passa da un personaggio all’altro, e i comprimari ricompaiono sullo scenario con le impostazioni predefinite.

La calma è la virtù dei morti

L’assenza di questi accorgimenti porta a definire un quadro non troppo positivo. L’impressione finale è quella di trovarsi di fronte a un gioco su licenza realizzato in fretta e furia per uscire in contemporanea con il film nelle sale, in modo da far trainare le vendite dal marketing planetario. Ma non essendo questo il caso de La Guerra del Nord, non si capisce come mai Warner abbia deciso di lanciare un gioco in questo stato in uno dei periodi più affollati dell’anno e soprattutto con due campioni come quelli citati a inizio articolo ad attirare tutte le attenzioni degli appassionati del genere… E sebbene La Guerra del Nord si lasci giocare senz’alti né bassi fino alla fine (ovviamente in compagnia di altri due appassionati di Tolkien), rimane il rimpianto che con una maggiore pulizia e una migliore calibratura ci si sarebbe potuti trovare di fronte ad un gioco importante. Così, invece, ci dimenticheremo presto delle gesta di questi eroi di seconda categoria.

Voto 3 stelle su 5
Voto dei lettori
Un GdR che aveva tutte le carte in tavola per diventare un nuovo classico si scontra con una realizzazione approssimativa. Una grande occasione sprecata, che lascia l'amaro in bocca…

Commenti

  1. bocte

     
    #1
    Sigh.
    Un brutto presagio l'avevo già avuto ieri... Su Steam è andato in preload da venerdì per poi essere sbloccato come da release date il 1° novembre...
    Invece non hanno sbloccato niente... Hanno anzi aggiornato la data di rilascio al 9 e nel mentre è uscita già una patch... Penso non sia mai successo prima sulla piattaforma Valve.
  2. mouth

     
    #2
    CVD... lo sapevo che alla fine avrebbero tirato fuori l'ennesimo spin-off del film curato in modo superficiale... tra l'altro, come giustamente sottolineato nell'articolo, proposto con una soluzione "suicida" a due giorni dall'uscita di un pezzo grosso come TES V: Skyrim... peccato davvero...
    Io sto ancora aspettando (e sperando) che qualche software house dall'anima pia resusciti un progetto interessante su Lotr come The White Council, che giace nel sarcofago nonostante le buone premesse...
  3. Stefano Castelli

     
    #3
    Provato proprio ieri in fiera... boh. Mi è parso davvero molto, molto giocabile e abbastanza divertente. Però nella sezione che stavo provando il mio personaggio non proiettava ombre e aveva i piedi che sprofondavano nel pavimento di roccia.

    Classico esempio di "Chiudete alla bella e meglio e buttatelo sul mercato, di corsa!".

    Peccato.
  4. dis-astranagant

     
    #4
    Dopo l’entusiasmo iniziale, i combattimenti diventano presto ripetitivi, sempre in bilico tra frustrazione (giocando in singolo con l’IA)


    Ma perchè maledizione? Perchè?


    Prima il multiplayer competitivo che ingoia la campagna singola.
    E adesso la campagna cooperativa che affossa quella in solitaria.




    Ma posso giocare DA SOLO o è diventato un piacere proibito?





    Possibile che un gioco del 2011 fallisca laddove riuscivano due titoli su PS2? (i picchiaduro EA, giocabilissimi anche in singolo)
  5. bocte

     
    #5
    Ho visto dei filmati in cui mostrano che questo titolo possiede anche meccaniche 'evolute' rispetto ad altri giochi HeS su LotR usciti (RotK e Conquest su tutti)... Tra queste il crafting o il potenziamento di armi.
    Certo che se il resto suka... Vabbeh... Appena 'sti 'canidi' me lo sbloccano vi farò sapere...
  6. Stefano Castelli

     
    #6
    dis-astranagantPossibile che un gioco del 2011 fallisca laddove riuscivano due titoli su PS2? (i picchiaduro EA, giocabilissimi anche in singolo)
    Francamente, non è che in quelli li l'IA dei compagni fosse chissà cosa. :D
  7. dis-astranagant

     
    #7
    Stefano CastelliFrancamente, non è che in quelli li l'IA dei compagni fosse chissà cosa. :D

    Pazienza, bastavo io.



    Invece ora la nuova moda è il doppio (o più) forzato, altrimenti ti becchi la campagna frustrante e/o mal calibrata (vedi Gears 3)
  8. utente_deiscritto_5167

     
    #8
    falinovix"Inoltre, giocando in singolo, si può passare da un personaggio all’altro solo durante checkpoint previsti dal gioco, oppure uscendo dalla partita, senza nemmeno la possibilità di livellarli tutti e tre contemporaneamente o di scegliere al volo il loro equipaggiamento. Le modifiche apportate, poi, non sempre si manifestano quando si passa da un personaggio all’altro, e i comprimari ricompaiono sullo scenario con le impostazioni predefinite."

    Vorrei capire meglio\approfondire questo discorso.

    1) Allora, io parto con il nano, aumento di livello (diciamo che arrivo al 2) gli faccio indossare un armatura, poi al checkpoint scelgo l'elfa e questa è al livello 1? Non 2 perché "segue" i nostri progressi? Ci potrebbe anche stare... Ma non è chiaro.

    2) Diciamo che proseguo con l'elfa, level up anche per lei (ipotizziamo che arrivi al 2°o 3°, a seconda dei casi), riprendo il nano e questi NON ha l'armatura che gli ho fatto indossare? E, più importante, è ancora di livello 2 (anche questo potrebbe starci, ma vorrei capirlo bene).


    3) Quando parli di modifiche apportate che "non sempre si manifestano", di quali modifiche parli? E quel "non sempre" significa che a volte i cambiamenti rimangono?
  9. falinovix

     
    #9
    1) Come dici tu. Lei accumula i punti esperienza ma questi non vengono distribuiti.
    2) Ha un'armatura che il sistema gli mette in automatico ma, per esempio, non ha i baffi o la forma del viso che gli hai dato tu, ma quelli di default e ha accumulato i punti esperienza, ma devi distribuirglieli tu, uscendo dalla partita dell'elfa, ricominciando con il nano e livellando.
    3) come sopra, quando cambi personaggio, i comprimari ritornano con l'aspetto di default (viso e capelli) e con accessori e armi definiti automaticamente - molto spesso con l'equipaggiamento base... Cambia la loro forza nel gioco? Diciamo che non ti puoi permettere di scoprirlo e, se vuoi andare avanti nel gioco, devi sempre trovarti al centro della battaglia
  10. utente_deiscritto_5167

     
    #10
    Ok. Ma i punti "ridistribuiti" al primo checkpoint (dal livello 1 al 2) me li ritrovo al secondo? O quando arrivo al livello 3 devo ridistribuire TUTTI i punti accumulati fino ad allora? (ovvero quelli dall'1 al 3?).
Continua sul forum (42)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!