Genere
Action RPG
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
4/11/2011

Il Signore degli Anelli: La Guerra del Nord

Il Signore degli Anelli: La Guerra del Nord Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Warner Bros. Games
Sviluppatore
SnowBlind Studios
Genere
Action RPG
Data di uscita
4/11/2011
Giocatori
3

Hardware

Il Signore degli Anelli: La Guerra del Nord uscirà il prossimo 4 novembre, su PlayStation 3, Xbox 360 e PC.

Multiplayer

Sarà possibile affrontare tutta l’avventura in compagnia di altri due giocatori, come spiegato nel presente articolo.

Modus Operandi

Abbiamo provato il gioco in una versione work in progress, su Xbox 360, assieme ad altri due giornalisti. Il test è avvenuto presso gli uffici Warner di Parigi ed è durato circa un’ora e mezza.

Link

Hands On

O in tre o niente

Quando si dice essere cooperativamente seri.

di Stefano F. Brocchieri, pubblicato il

Per avere la meglio sul ragno gigante che ha aperto le danze del nostro hands on bastava dargli addosso tutti insieme appassionatamente, come veniva veniva, ricordandosi ogni tanto di tirar su i compagni feriti gravemente, e le ondate di suoi simili di piccole e medie dimensioni che si incontravano nel livello successivo hanno reso l’escursione nel Bosco Atro poco più che altro una passeggiata per boyscout in cui tutt’al più era sconsigliato separarsi dagli altri bambini. Ben diversa si è rivelata la situazione sul Monte Gundabad e poi nella città degli orchi: o ci si impegnava sul serio, usando a modo le specialità di ciascun personaggio, cercando anche di costruirci qualche tattica di gruppo, o non si andava avanti. Tra orchi agili e scattanti muniti di lame alla Voldo, altri grossi quattro volte i protagonisti armati di una spada lunga due volte tanto, arcieri posizionati tatticamente e rocciosissimi troll, ci è stato decisamente ben ribadito il concetto di “unione che fa la forza”. E se la possibilità in certi passaggi di ricorrere ampiamente alla “summon” di Beleram, un’aquila nobile richiamabile da ciascuno dei protagonisti in grado di spazzare via un paio di nemici di medie dimensioni e indebolire seriamente quelli più coriacei, sulle prime può sembrare un aiuto eccessivamente sgravato, alla lunga si rivela solo controproducente, perché un trio di giocatori abituato ad abusare di questa risorsa, nel momento in cui si ritrova in situazioni dove il potente alleato non può raggiungerli (al chiuso), paga tutto lo scotto di non aver impiegato più costruttivamente il suo tempo per imparare meglio a giocare e rodare le strategie di gruppo. Garantito.

Dalla mappa del gioco sarà possibile tornare a visitare livelli già completati per scovare segreti e quant’altro. Snowblind assicura che la loro rigiocabilità sarà garantita anche dal fatto che si potranno trovare variazioni alle fila nemiche - Il Signore degli Anelli: La Guerra del Nord
Dalla mappa del gioco sarà possibile tornare a visitare livelli già completati per scovare segreti e quant’altro. Snowblind assicura che la loro rigiocabilità sarà garantita anche dal fatto che si potranno trovare variazioni alle fila nemiche

L’esperienza multiplayer de Il Signore degli Anelli: La Guerra del Nord sembra dunque riuscire a centrare l’obiettivo, quello di offrire un gameplay cooperativo particolarmente “sinergico”. Un concetto ribadito anche dal fatto che non ci possono essere “doppioni” (Eradan, Andriel e Farin devono essere tutti in campo, al limite ce li può scambiare tra una missione e l’altra) e che se stramazza definitivamente al suolo anche solo uno dei personaggi è game over per tutti. Ci sono poi aspetti “di fino”, come la gestione del loot, diverso per ognuno dei tre, e quindi esente da qualsiasi tentazione competitiva: si lotta per dividersi un bottino da cui tutti, a loro modo, avranno di che guadagnare. L’apporto individuale si fa inoltre sentire in aspetti come l’esplorazione, con il nano che può individuare e buttare giù alcune pareti pericolanti, il ramingo che è in grado di vedere particolari tipi di tracce e l’elfa di raccogliere determinate piante da usare nei suoi preparati.
Un fronte comune così saldo che non si scompatta nemmeno nelle caratteristiche più discutibili del gioco, come i checkpoint presso cui tutti i giocatori devono “marcare visita” per continuare alla sezione successiva del livello, che in certi passaggi sono troppo, troppo frequenti, spezzettando eccessivamente e rendendo ancora più lineari di quanto già non fossero alcune delle situazioni che abbiamo visto. Decisamente l’aspetto più stonato di un titolo che per il resto ci è sembrato avere un’anima indovinata, realizzata con competenza, anche se al momento, a dispetto di certe uscite promozionali, non ci è parsa né così hardcore né così coinvolgente da sembrare quella di un demone che si è venduto al diavolo. Ma con ogni probabilità La Guerra del Nord potrà camminare sulle sue gambe anche se paragoni di un certo tipo finiranno per rivelarsi le classiche esagerazioni con cui gli sviluppatori cercano di tirare acqua al loro mulino.


Commenti

  1. bocte

     
    #1
    Buone notizie! Da fan di LoTR ( chi l'avrebbe mai detto? :look: ) lo aspetto con impazienza!
    Ho finito una marea di volte sia ... coff.. coff... 'Return of the King' che ... ehm... 'Conquest'
  2. bi555

     
    #2
    ci provo ancora una volta a chiedere visto che le altre volte non ho avuto successo :)

    lo coop è a schermo condiviso o solo online? e può essere anche affrontata solo in due o come dice il titolo: in tre o niente?

    grazie! ciao
  3. teoKrazia

     
    #3
    bi555lo coop è a schermo condiviso o solo online? e può essere anche affrontata solo in due o come dice il titolo: in tre o niente?

    Sorry, ho visto solo ora. :)

    Sì, ci sarà anche lo split-screen a due.
    Per il resto si può giocare in quanti si vuole, nel senso: i personaggi a schermo sono sempre tre e quelli non controllati da un giocatore sono gestiti dalla CPU.
  4. bi555

     
    #4
    Grazie dell'informazione :)
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!