Genere
Azione
Lingua
ND
PEGI
12+
Prezzo
ND
Data di uscita
21/3/2014

inFAMOUS: Second Son

inFAMOUS: Second Son Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Sony Computer Entertainment
Sviluppatore
Sucker Punch
Genere
Azione
PEGI
12+
Distributore Italiano
Sony Computer Entertainment Italia
Data di uscita
21/3/2014

Lati Positivi

  • Gameplay divertente e ricco di sfumature, spettacolare e molto stimolante
  • Estrema libertà nell'azione e nei combattimenti
  • La riproduzione di Seattle è davvero eccezionale
  • Tecnicamente il miglior titolo visto finora su PlayStation 4

Lati Negativi

  • Longevità non memorabile
  • Missioni secondarie un po' ripetitive

Hardware

inFamous: Second Son è atteso domani 21 marzo in Europa ed è un'esclusiva PlayStation 4. Sono richiesti circa 20 GB di spazio su disco per l'installazione, più una patch day-one di 300 MB, scaricabile da PSN.

Multiplayer

L'avventura di Sucker Punch è pensata esclusivamente per un giocatore.

Modus Operandi

Abbiamo completato la storia di inFamous: Second Son come il nuovo supereroe di Seattle, con un karma totalmente positivo, in circa 15 ore al livello di difficoltà più alto, svolgendo numerose missioni secondarie e ottenendo circa il 70% di completamento di gioco. Il promo ci è stato fornito gentilmente da Sony Italia.
Recensione

Conduit di nuova generazione

La potenza di PS4 traspare in ogni singolo pixel di Seattle nel nuovo inFamous: Second Son.

di Giovanni Marrelli, pubblicato il

Il punto di forza di un videogioco dedicato ai supereroi non può che essere l'uso dei poteri, e inFamous: Second Son segue la sperimentazione iniziata con il secondo capitolo proponendo più di un'abilità a corredo del protagonista. Da buona “spugna”, Delsin può assorbire i poteri di altri conduit primari semplicemente con il contatto: se in primo luogo sarà disponibile solo il potere del fumo, con il prosieguo dell'avventura si avrà accesso ad altre abilità come il già noto neon e altri che preferiamo non svelare per lasciarvi il gusto di scoprirli autonomamente. Una volta acquisito un nuovo potere, Delsin dovrà apprendere nuove abilità a esso legate con l'assorbimento di particolari nuclei in grado di rivelare le vere potenzialità dell'elemento.

Assorbendo dei frammenti (ottenibili distruggendo il comando mobile DUP, gli scanner e i "droni" sparsi per Seattle), si potranno espandere i poteri grazie a un sistema di progressione ad albero che offre un notevole spessore e varietà nei combattimenti, con abilità esclusive per una determinata condizione karmica (villain o eroe). Perché se è vero che ogni potere avrà poi un elemento "fondamentale" ed effetti diversi, vien da sé che ciascuno di essi manterrà un'impostazione e un numero di attacchi simile: con R2 si sfrutterà l'attacco primario (una sfera di energia per attacchi a distanza, con la possibilità di zoomare con L2), con R1 quello potente e con L1 un potere speciale in grado di facilitare l'uccisione o la sottomissione degli avversari. Ogni abilità avrà poi un attacco in mischia e la mossa della disperazione, classica "smart bomb" ottenibile con un numero di giocatori uccisi/sottomessi (a seconda del Karma) che farà piazza pulita degli avversari.

PER TUTTI I GUSTI

Sarà fondamentale migliorare le proprie abilità anche per fronteggiare i numerosi combattimenti, in costante situazione di inferiorità numerica: se al livello di difficoltà standard questi non ci sono apparsi impegnativi, al livello più elevato la musica cambia eccome e sarà importante gestire al meglio anche un potere specifico, per sfruttare l'incredibile capacità distruttiva del fumo, la possibilità di sottomettere/uccidere e la velocità del neon, le potenzialità stealth di un altro potere e le peculiarità protettive della roccia, uno degli altri poteri che era trapelato in fase di presentazione di inFamous: Second Son. È importante sottolineare che il passaggio fra questi poteri sarà immediato semplicemente assorbendo il rispettivo elemento da una fonte presente nella città (con una pressione del poliedrico Touchpad).

In questo modo sarà il giocatore a scegliere l'approccio preferito ai combattimenti e le tecniche da utilizzare per liberarsi dei nemici, salvo in casi particolari, come ad esempio nei boss, in cui la presenza di varie fonti di rigenerazione è limitata a un determinato potere. Bisognerà sempre prestare attenzione al proprio karma ed evitare che le azioni in combattimento possano intaccare la propria reputazione, facendo attenzione a non uccidere civili (nel caso di un eroe) oppure di non risparmiare nessuno degli avversari (comportandosi da villain). A proposito di boss, è davvero pregevole il lavoro svolto da Sucker Punch nella realizzazione di queste fasi, caratterizzate da scontri particolari, tanto originali e impegnativi quanto appaganti e stimolanti.

I poteri si evolveranno assorbendo frammenti dell'esplosione per migliorare le abilità. Ogni potere ha numerose varianti e alcune saranno legate alla propria condizione karmica. - inFAMOUS: Second Son
I poteri si evolveranno assorbendo frammenti dell'esplosione per migliorare le abilità. Ogni potere ha numerose varianti e alcune saranno legate alla propria condizione karmica.

GRAFFITI D'AUTORE

Per il debutto su PS4, inFamous: Second Son ha potuto contare su alcune delle funzionalità della console next-gen Sony fra cui ovviamente il suo rinnovato pad DualShock 4, le cui peculiarità vengono utilizzate in modo originale. Il Touchpad, oltre a permettere di assorbire i poteri e nuclei, può essere utilizzato per aprire porte e compiere azioni speciali, mentre dallo speaker integrato si avvertirà il flusso audio legato all'uso dei poteri, le comunicazioni radio con i personaggi secondari e persino la suoneria del cellulare di Delsin, una trovata davvero simpatica che ci ha fatto sorridere più di una volta.

Quello che più di tutti abbiamo gradito è la realizzazione dei graffiti, attività secondaria possibile in dei punti di Seattle. Sfruttando il giroscopio interno, si può inclinare e agitare il controller simulando il movimento della bomboletta di vernice, puntare il controller verso lo schermo (non è necessaria PS Camera) e cominciare a spruzzare con il tasto R2 sugli stencil, dando vita a vere composizioni artistiche (ovviamente prestabilite). Non pervenuta la Lightbar, che si limiterà a cambiare colore in base alle situazioni o al tipo di vernice scelto durante i graffiti, mentre il Remote Play con PS Vita si conferma perfettamente funzionante sebbene sia più difficile da gestire a causa della solita, annosa questione dei dorsali L2 e R2.

In alcuni punti di Seattle, Delsin potrà creare dei graffiti. Anche in questo caso, si dovrà scegliere se farne uno a tema "eroe" oppure "villain", ispirando i cittadini in base alle proprie scelte. - inFAMOUS: Second Son
In alcuni punti di Seattle, Delsin potrà creare dei graffiti. Anche in questo caso, si dovrà scegliere se farne uno a tema "eroe" oppure "villain", ispirando i cittadini in base alle proprie scelte.

WELCOME TO NEXT-GEN

A livello tecnico, inFamous: Second Son è probabilmente il primo, vero esempio di nuova generazione, pur non essendo certo un titolo perfetto sotto ogni punto di vista. Forte dei suoi 1080p nativi, il gioco sfodera un comparto grafico eccezionale che parte dalla sensazionale realizzazione della città di Seattle, ricreata con fare minuzioso da un team che ha sede proprio lì, con un'evidente cura nei dettagli e una caratterizzazione ben precisa dei vari quartieri (come quello di Chinatown, che ha saputo rapirci con i suoi mille colori derivati dai neon). Una città che sfoggia texture eccezionali, effetti particellari notevoli e un sistema di illuminazione semplicemente perfetto, apprezzabile nei momenti di gioco diurne, semplicemente irresistibile al calar delle tenebre quando luci, insegne, esplosioni ed effetti particellari derivati dai vari poteri di Delsin danno vita a un meraviglioso tripudio di colori.

Ottimo lavoro svolto dal team Sucker Punch anche sul profilo dei personaggi: a partire dai modelli poligonali (la testa di Delsin conta più di 60.000 poligoni) per finire alle fantastiche espressioni facciali che sono state realizzate con il performance-capture. Forse si poteva fare un po' meglio nella caratterizzazione di qualche personaggio principale e di quelli secondari, ma il risultato finale merita sicuramente più di un plauso: tutto si muove senza il minimo caricamento visibile e in modo generalmente fluido a 30fps (in alcuni casi sporadici, ci sono dei leggeri cali quando su schermo regnano milioni e milioni di elementi particellari, ma niente che possa determinare un reale difetto), ed è facile perdersi ad ammirare degli scenari veramente mozzafiato.

Il performance capture realizzato da Sucker Punch per le cut-scene è davvero sensazionale e il comparto tecnico è uno dei migliori mai visti finora su PlayStation 4. - inFAMOUS: Second Son
Il performance capture realizzato da Sucker Punch per le cut-scene è davvero sensazionale e il comparto tecnico è uno dei migliori mai visti finora su PlayStation 4.

Sul versante sonoro, appoggiamo in pieno la scelta del team di sviluppo di optare per una soundtrack che passa dal grunge al post-rock con fare incessante, enfatizzando i diversi momenti dell'avventura di Delsin, se serve, anche con melodie più delicate o con composizioni energiche. Il mood è quello giusto e ci segue in modo dinamico nel nostro viaggio per diventare un eroe o un villain, impreziosito da ottimi effetti sonori che si alternano fra impianto audio e speaker integrato nel DualShock 4, con un'ottima profondità anche a livello di surround.

Abbiamo preferito vivere la storia di inFamous: Second Son sin dall'inizio in lingua originale per godere così dell'ottimo performance-capture e lyp-synch, ed è il caso di lodare anche l'ottimo doppiaggio e spessore della recitazione, sebbene dalle poche battute ascoltate in italiano l'opera di localizzazione non sembrasse poi così male. Infine, piccola nota tecnica: impostando i sottotitoli, questi vengono visualizzati in una zona eccessivamente bassa nello schermo, costringendo a liberare la postazione da qualsiasi cosa (telecamere o sensor-bar poste al di sotto) per permetterne la corretta fruizione. Un difetto che, si spera, venga corretto con un prossimo aggiornamento del software.

Voto 5 stelle su 5
Voto dei lettori
InFamous: Second Son si conferma di certo il capitolo più riuscito della serie Sucker Punch e un ottimo titolo che giustifica l'acquisto di una PlayStation 4. Dietro a una buona storia, non lunghissima ma con degli ottimi spunti, e a un personaggio inedito ricco di personalità c'è una città eccezionale, piena di attività da svolgere sperimentando i numerosi poteri a disposizione e un gameplay collaudato, appagante e che ben restituisce quel senso di onnipotenza dell'essere un conduit. Tecnicamente il miglior gioco mai visto finora su PS4 e il primo, vero esempio di next-gen, senza dubbio immancabile nella propria collezione.

Commenti

  1. Castu1983

     
    #1
    Boooooooooooooooooom XD
  2. eziokratos

     
    #2
    Domani dovrei prenderlo
  3. Gatsu_Ecatombe

     
    #3
    Bella recensione e gioco senza dubbio spettacolare!
  4. Il Grezzo 1

    #4
    Il classico specchio per le allodole per i bimbiminchia, una grafica sbalorditiva con un gameplay monotono e poco coinvolgente. Il trend che va per la maggiore per i titoli next-gen sopratutto su playstation 4, xbox one tra Titanfall e Ryse diciamo che si discosta leggermente da questo assunto, non tanto per la seconda esclusiva , quanto per la prima. Ma a chi volete prendere per fesso scusate?
  5. ilgrezzo

     
    #5
    Il classico specchio per le allodole per i bimbiminchia, una grafica sbalorditiva con un gameplay monotono e poco coinvolgente. Il trend che va per la maggiore per i titoli next-gen sopratutto su playstation 4, xbox one tra Titanfall e Ryse diciamo che si discosta leggermente da questo assunto, non tanto per la seconda esclusiva , quanto per la prima. Ma a chi volete prendere per fesso scusate?
  6. Castu1983

     
    #6
    cioè se parli di gameplay monotono e poi mi citi ryse possiamo anche chiudere qua il discorso. Cioè infamous ha un gameplay tra i migliori in circolazione, forse l' unica cosa che fa storcere il naso è la ripetitività delle missioni secondarie.
    Titanfall è un altro discorso perchè è un multiplayer quindi non sono paragonabili. Che poi mi sembra molto piu bimbominchioso titanfall con pistole che fanno headshot e nemici gestiti dall IA per dire: guarda quante kill ho fatto !!!11!1!! sono un vero pro XD
  7. Il Grezzo 1

    #7
    E infatti ho specificato che da un gameplay monotono si discosta più il primo del confronto che ho fatto (cioè Titanfall) che non il secondo(Ryse) sono consapevole della maggiore e atavica ripetitività di quest'ultimo don't worry, però ti ripeto, Infamous sarà un limite mio ma mi sembra a dir poco ripetitivo a livello di gameplay e di coinvolgimento del giocatore. Titanfall non è un capolavoro ma non è così bimbominchioso così come dici. Poi de gustibus eh :)
  8. utente_deiscritto_116

     
    #8
    Castu1983cioè se parli di gameplay monotono e poi mi citi ryse possiamo anche chiudere qua il discorso. Cioè infamous ha un gameplay tra i migliori in circolazione, forse l' unica cosa che fa storcere il naso è la ripetitività delle missioni secondarie.
    Titanfall è un altro discorso perchè è un multiplayer quindi non sono paragonabili. Che poi mi sembra molto piu bimbominchioso titanfall con pistole che fanno headshot e nemici gestiti dall IA per dire: guarda quante kill ho fatto !!!11!1!! sono un vero pro XD
    Che, ribadisco, è un problema del 99% delle avventure open world, ma la gente tende ad accorgersene a intermittenza. inFamous onestamente penso sia una delle serie che ha più sofferto l'incapacità di marketing di Sony. Fa piacere vedere che finalmente ha l'attenzione che merita, anche se, a parer mio, il fatto che Second Son rischi di avere successo facendo LE STESSE CACCHIO DI COSE è più una cosa che depone male sui giocatori e sul mercato che qualcosa che depone bene sul gioco in sé. Ma onestamente sono questioni accademiche. E' buono SS, erano buoni i precedenti, mi fa piacere se va bene questo come mi avrebbe fatto piacere che avessero venduto bene i precedenti.

    Non ho capito cosa ci sarebbe di strano sulle pistole che fanno headshot, ma magari è un problema mio.

    Confermo che a oggi, di "specchietti per le allodole" (leggi: tech demo vestite a festa) nel lancio delle due console l'unico che mi viene in mente è Ryse. Che non è un male, se uno lo prende per quello che è, intendiamoci.
  9. Castu1983

     
    #9
    DuffmanChe, ribadisco, è un problema del 99% delle avventure open world, ma la gente tende ad accorgersene a intermittenza. inFamous onestamente penso sia una delle serie che ha più sofferto l'incapacità di marketing di Sony. Fa piacere vedere che finalmente ha l'attenzione che merita, anche se, a parer mio, il fatto che Second Son rischi di avere successo facendo LE STESSE CACCHIO DI COSE è più una cosa che depone male sui giocatori e sul mercato che qualcosa che depone bene sul gioco in sé. Ma onestamente sono questioni accademiche. E' buono SS, erano buoni i precedenti, mi fa piacere se va bene questo come mi avrebbe fatto piacere che avessero venduto bene i precedenti.

    Non ho capito cosa ci sarebbe di strano sulle pistole che fanno headshot, ma magari è un problema mio.

    Confermo che a oggi, di "specchietti per le allodole" (leggi: tech demo vestite a festa) nel lancio delle due console l'unico che mi viene in mente è Ryse. Che non è un male, se uno lo prende per quello che è, intendiamoci.
    OT su titanfall


    mi sono espresso male sulle pistole che fanno headshot nel senso che lo fanno automaticamente, cioè inquadri il nemico in un quadrato piu grosso del mirino e il mirino diventa rosso, sparando il colpo va dritto in testa al nemico, anche se questo evita il colpo scansandoli




    ritornando su infamous, io il primo l ho scoperto per caso(ero un periodo che non seguivo riviste e siti) e mi ha meravigliato, il secondo anche se era molto simile ha evoluto il comparto tecnico. A me sono piaciuti tantissimo.Questo ancora lo devo giocare ma se è come gli altri mi piacerà sicuro
  10. Il Grezzo 1

    #10
    Si ma come tutti noi videogiocatori sappiamo, in Ryse, essendo un gioco molto gore, ed essendo la componente sanguinolenta per noi gamers un piatto molto appetitoso, ci si diverte molto di più rispetto ad uno sminchietto post-grunge con i poteri di un ipotetica evil magica emy secondo me. Scusate in merito sempre a Ryse, God Of War, sopratutto il penultimo perchè Ascension mi ha lasciato negativamente basito, non era ad occhio e croce la stessa cosa? dovevi schiacciare gli stessi pulsanti per tutto il gioco ne più ne meno. E vi sta parlando un utente sony di vecchia data. Il problema della grande S è che nella produzione dei titoli per la ps4 mancano idee di gioco che non siano sempre quelle trite e ritrite di questi ultimi anni, e si punta tutto sempre e solo sulla dannata grafica perchè il trend bimbominchia vuole questo. La killer application del momento Titanfall che non è un capolavoro ok ma almeno è un qualcosa di" apparantemente" nuovo (solo apparentemente perchè non è altro che una commistione tra Brink ed il multiplayer di Call Of Duty) ha uno svolgersi del gioco così frenetico ed a tratti psicheledico che almeno si discosta ripeto anche se solo apparentemente, dalle solite meccaniche a binario da fps post-COD. Altro esempio, Killzone Shadow Fall è un clone di crysis col drone, Infamous, ripeto, può avere tutta sta grafica della madonna ma mi fa un effetto activia abbastanza immediato. Alla Microsoft almeno ci stanno provando a fare qualcosa di leggermente diverso. Vabbè che è ancora prematuro visto che le console sono uscite poco tempo fa, però per Ps4 ci sono giochi che se uno ha un minimo di spirito critico e di esperienza videoludica, non può far altro che ritenerli davvero penosi.
Continua sul forum (18)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!