Genere
ND
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
ND

Intervista a Corsair

Intervista

Corsair: il futuro delle memorie e non solo...

La memoria: uno dei componenti più importanti dei nostri PC. Spesso causa di problemi che non sono facilmente rilevabili a prima vista, altre volte invece collo di bottiglia che non permette di spingere oltre i limiti "standard" le CPU e le schede madri. Qualità e prestazioni della memoria sono sempre al centro dell'attenzione: sentiamo l'opinione di chi se ne intende, e vediamo che prospettive ci riserva il futuro in quest'ambito...

di Antonino Tumeo, pubblicato il

Nextgame.it: La qualità della memoria è ancora un grande problema: troppe volte i PC hanno problemi che dipendono dalla memoria (e spesso sono anche difficili da individuare). Inoltre, neanche i vostri moduli possono essere perfetti, e come tutto in qualche raro caso possono rompersi. Dunque, che cosa state facendo per risolvere questo tipo di problemi?

John Beekley: Spesso scopriamo che molta memoria "rotta" non è veramente "rotta" - semplicemente è incompatibile con il particolare sistema in cui sta venendo utilizzata. Perciò dedichiamo moltissimo tempo per verificare questi problemi di incompatibilità e per lavorare con i fornitori di schede madri per eliminarli. Ma la cosa più importante è che ci impegniamo per avere clienti soddisfatti. Dunque spendiamo molto tempo sul RAM Guy Forum per risolvere questi problemi. E la comunità lì aiuta moltissimo - ci sono veramente pochissimi problemi che non sono stati mai visti da qualcun altro.

Nextgame.it: I test e la validazione delle schede madri con diversi moduli di memoria stanno diventando sempre più importanti (basta guardare alle descrizioni delle varie schede madri sulle pagine Web dei produttori per rendersi conto di quanto spazio sia occupato dalle raccomandazioni per le memorie). Perché a volte anche moduli di altissima qualità sembrano non funzionare bene con certe schede madri (magari anch'esse di altissima qualità)? Potete spiegarci perché questo succede? Non è solo un problema di frequenze o latenze...

John Beekley: Le cose più comuni che vediamo sono o BIOS di schede madri che non riescono a trattare adeguatamente con i valori dell'SPD di un modulo, o l'SPD che usa certi parametri che la scheda madre non si aspetta di vedere. Entrambi questi problemi (quando e se capitano sui moduli Corsair) sono solitamente risolti con un po' di dialogo tra di noi e il fornitore della scheda madre. A volte si possono vedere certe schede che hanno problemi con particolari integrati di memoria, ma diventa sempre meno comune con la maturazione delle tecnologie.

Nextgame.it: Da questi punti di vista (qualità e validazione), pensate che la situazione cambierà con DDR2?

John Beekley: DDR2 sarà come le altre nuove tecnologie - molti problemi da limare all'inizio, ma un movimento piuttosto veloce verso piattaforme stabili. Per quanto riguarda Corsair, noi stiamo lavorando aggressivamente con i fornitori di chipset e schede madri per eliminare quanti più inconvenienti possibili prima che le piattaforme siano lanciate.

Nextgame.it: Come "componente" del mercato, come vedere l'idea di AMD di integrare il controller di memoria nella CPU?

John Beekley: Sono due facce della stessa moneta, e non si può proprio dire quale sia la migliore. Io penso che alcuni dei risultati che abbiamo visto dagli ultimi processori Athlon indicano che questa tecnica è efficiente dal punto di vista architetturale. Però limita la flessibilità, e rende più difficile supportare nuove tecnologie di memoria. Per quanto riguarda la configurabilità, invece, noi pensiamo l'opposto, i fornitori di processori vogliono permettere agli utenti di "adattare" i vari parametri, fintantoché non si creano problemi di pirateria.

Nextgame.it: I moduli di memoria DDR buffered (registered) non sono così comuni e non hanno un prezzo così buono per gli utenti comuni. Ma ora abbiamo un processore desktop (benché sia per la fascia altissima...) che li richiede, l'Athlon 64 FX. Dunque, potete dirci quali differenze ci sono tecnicamente tra un modulo buffered e uno unbuffered? Anche i moduli DDR2 saranno disponibili in entrambe le versioni? Pensi che questi moduli abbiano un futuro nel mercato desktop, o non appena AMD presenterà il nuovo socket, non ce ne sarà più bisogno?

John Beekley: In buona sostanza, i moduli registered presentano un carico elettrico molto più basso sul bus indirizzi, e permettono tipicamente l'utilizzo di array di memoria molto più grandi. E' una tecnologia per server, e continuerà ad essere applicabile (in effetti, anche più di adesso) per DDR2. Athlon 64 FX è nato da Opteron, da qui la necessità di memoria registered. Non c'è altra ragione, veramente, di avere memoria registered sul desktop.

Nextgame.it: Quali altri standard state investigando per il futuro dopo DDR2? QDR? Qualcosa d'altro?

John Beekley: DDR2 sarà eventualmente seguita da DDR3. Ma credo che ci vorranno veramente tanti anni...

Nextgame.it: RAMBUS sembra solamente un brutto incubo adesso. Pensate che la loro tecnologia possa tornare ancora interessante in futuro?

John Beekley: Nessuno conosce mai il futuro con certezza...

Nextgame.it: Con HydroCool 200, state facendo il vostro ingresso anche nel mercato delle unità di raffreddamento. Il raffreddamento sta diventando la nuova frontiera delle tecnologie dell'informazione, visto che i chip stanno diventando sempre più veloci, sempre più piccoli e con molti transistor, ma così facendo richiedono sempre più potenza e producono ancora più calore. Potete brevemente presentare la vostra offerta, e i vostri piani per questo mercato? Pensate che l'unica maniera di risolvere questo problema sia di studiare migliori soluzioni di raffreddamento, o i produttori di chip potrebbero tentare alcune nuove soluzioni architetturali?

John Beekley: I chip continueranno a diventare sempre più caldi, a dispetto di tutti gli sforzi architetturali per renderli più efficienti. Dunque un migliore raffreddamento sarà necessario, nessun dubbio su questo punto. Il nostro HydroCool è un prodotto di raffreddamento disegnato per essere efficace e facile da usare, e fornisce un eccellente raffreddamento ad un prezzo accessibile. Il nostro piano è di continuare a fornire prodotti innovativi in quest'area - realizzando sistemi di raffreddamento a liquido facili da usare, ma con alte performance.

Nextgame.it: Qualche suggerimento per i nostri lettori prima di chiudere?

John Beekley: Nessun suggerimento in particolare, voglio semplicemente ringraziare tutti per aver ascoltato. E, ovviamente, vorrei incoraggiare tutti di dare un'occhiata all'interno dei loro PC per assicurarsi che ci sia abbastanza memoria dentro!