Genere
ND
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
ND

iPhone

iPhone Vai al forum Aggiungi alla collezione

Hardware

Dispositivo che segna l'ingresso di Apple nel mondo della telefonia cellulare, iPhone è caratterizzato da un ampio display touch-screen e dalla presenza di una versione "custom" del sistema operativo Mac OSX. Da un punto di vista videoludico, è anche una piattaforma verso la quale i più importanti produttori hanno mostrato vivo interesse e considerazione. Con l'avvento del firmware 3.0 e la previsione di future revisioni hardware, la situazione potrebbe farsi ancora più interessante.

Link

Speciale

Iphone 3.0 = Videogioco 3.0?

App Store sarà quello che iTunes è per la musica?

di Andrea Focacci, pubblicato il

IPhone diventa grande. In sintesi massima potrebbe essere questo lo slogan che riassume l'ultimo keynote di Apple, quello del 17 marzo 2009, interamente dedicato al firmware 3.0, il prossimo vitale aggiornamento al sistema operativo del "melafonino" che avrà il compito di introdurre diverse novità e colmare alcune clamorose lacune delle precedenti versioni.

EVOLUZIONE SOFTWARE

È bene precisare che, parlando di iPhone 3.0, non ci si riferisca necessariamente a un nuovo modello del terminale: su questo punto le voci di corridoio si rincorrono in modo sempre più fitto ormai da qualche tempo e, nei prossimi mesi, assisteremo di certo a una revisione dell'hardware in oggetto. Tuttavia, la nuova versione del sistema operativo potrà essere scaricata e installata gratuitamente (a inspiegabile eccezione degli utenti Ipod Touch, che dovranno pagare un "entry ticket" di circa 9 euro) anche sui modelli 3G precedenti, garantendo quindi la piena retrocompatibilità con applicazioni e giochi già presenti su App Store. Non parliamo a caso dell'aspetto videoludico di iPhone perché, oltre a essere l'argomento che più ci compete, denota anche una sempre maggiore considerazione che il telefonino Apple sta raccogliendo in virtù di "console portatile", forte di una base installata di tutto rispetto, del sempre maggiore successo riscontrato da App Store e, pur con le ovvie limitazioni del caso, grazie a peculiarità hardware di tutto rispetto: pensiamo all'incredibile precisione del suo touch screen o alla sensibilità dell'accelerometro integrato.

DIGNITÀ TELEFONICA

Dal punto di vista prettamente telefonico, il firmware 3.0, più che far diventare grande iPhone, si limita a donargli quella dignità che, di fronte alle funzioni base dei più economici telefonini, gli era fino a questo momento preclusa: copia-incolla di porzioni di testo, cancellazione singola e inoltro dei messaggi, possibilità di ricevere e spedire MMS con foto o appunti vocali. Nulla di trascendentale se pensiamo agli standard della telefonia odierna, tenuto conto del fatto che le funzioni Bluetooth continueranno a rimanere intenzionalmente castrate per evitare non ben precisati problemi di sicurezza. Più in dettaglio, Apple ha annunciato l'introduzione di oltre cento funzioni che, oltre a quelle già citate, comprenderanno anche la visualizzazione panoramica per le mail, il testo e le note, il Bluetooth stereo, la sincronizzazione delle note con Mac e PC; shake per attivare la funzione Shuffle, il controllo parentale per i programmi televisivi, i film e le applicazioni dell'App Store e il login automatico agli hot spot Wi-Fi. iPhone OS 3.0 versione beta includerà inoltre l'applicazione Voice Memo e la capacità di ricerca estesa a tutte le applicazioni principali di iPhone, così come la ricerca Spotlight in tutto l'iPhone e iPod touch e il pieno supporto per i navigatori satellitari offline "turn by turn".
Gli sviluppatori potranno anche utilizzare il nuovo Maps API di Apple per integrare i servizi di Google Mobile Maps all'interno delle applicazioni per visualizzare le immagini di Google Map, la posizione corrente, le annotazioni personalizzate e la geo-codifica. Il software iPhone OS 3.0 beta include il servizio Apple Push Notification che fornisce agli sviluppatori un meccanismo per avvisare gli utenti con un suono, un testo o una notifica grafica sull'icona.

IL GIOCO SBARCA SU IPHONE

Quello che interessa a noi, però, è racchiuso nel Software Developer Kit (SDK) aggiornato con oltre 1000 nuove Application Programming Interface (API) tra cui In-App Purchases, connessioni Peer-to-Peer, una interfaccia applicativa per gli accessori e accesso alla libreria musicale dell'iPod... oltre che dalla futura apertura di una pagina dell'App Store, una sorta di sezione "premium", nella quale potranno essere ospitate applicazioni più corpose in quanto a contenuti e vendute a costi sensibilmente maggiori rispetto agli standard attuali. Questo in cosa si traduce per i videogiocatori? La risposta migliore al quesito l'ha fornita Electronic Arts che, salendo sul palco del keynote, ha presentato alcune novità relative alla versione iPhone di The Sims 3: grazie alla futura possibilità di accedere all'App Store anche dal cuore delle applicazioni si inaugura l'era dei DLC (contenuti scaricabili a pagamento) anche sul telefono Apple. Nella fattispecie, EA Maxis ha parlato dell'acquisto di mobili per l'arredamento, vestiti, gadget e, più in generale, oggetti di varia natura che saranno messi in vendita a un costo di 0,99 euro. Ragionando su eventuali sviluppi futuri è naturale prevedere che molte software house metteranno a disposizione contenuti postumi per allungare la vita dei proprio giochi: pensiamo a una serie di livelli aggiuntivi per Rolando, piuttosto che a nuove auto per Asphalt Racing o buche inedite da affrontare in Let's Golf. Ovviamente non finisce qui: nei prossimi giochi in sviluppo è già prevista la possibilità di interagire col catalogo musicale di iPod per creare colonne sonore personalizzate da ascoltare nel gioco, riproponendo un trend già sdoganato in precedenza da Xbox e dal suo disco fisso.

MULTIPLAYER VERO

Nuovi e interessanti orizzonti si aprono grazie alle connessioni peer-to-peer, che sdoganeranno definitivamente il gioco multiplayer anche su iPhone. Per fare alcuni esempio, due o più utenti di The Sims 3 potranno essere avvisati in tempo reale, attraverso notifiche push, dei propositi di sfida o socializzazione di un altro giocatore. Anche il futuro Touch Pets - clone di Nintendogs in sviluppo negli studi Ngmoco, già creatori di Rolando - darà modo ai padroni virtuali degli animali di interagire fra loro e ospitare temporaneamente il cane di un altro utente, lasciando che facciano amicizia anche mentre l'applicazione rimane in background. Live Fire, invece, sarà il primo sparatutto per iPhone a supportare nativamente il gioco multiplayer attraverso la rete 3G o il classico Wi-Fi, prevedendo anche la presenza di un negozio in-game per l'acquisto di nuove armi. Nella speranza che anche su iPhone non dilaghi la pessima abitudine, novella su console, di vendere giochi mozzati a tavolino per speculare sulla vendita di contenuti aggiuntivi postumi.

UN FUTURO ROSEO?

Una base installata forte di 14 milioni di unità (30 milioni, se contiamo anche Ipod Touch); grande supporto da parte degli sviluppatori, attirati dalla politica di royalties ideata da Apple; la diffusione capillare ma democratica offerta da App Store; un hardware con ampi margini di miglioramento. Insomma, il panorama videoludico su iPhone deve essere monitorato e tenuto in massima considerazione per il futuro: una volta superati gli attuali limiti dell'hardware, soprattutto in termini di consumo della batteria, grazie ad accorgimenti software o revisioni fisiche dei componenti, iPhone ha tutte le potenzialità per diventare il grimaldello virtuale di Apple per rientrare in modo convincente anche nel mondo dei videogiochi. D'altro canto, quello che iTunes e iPod hanno rappresentato per la casa di Cupertino è sotto gli occhi di tutti: un fenomeno mondiale che ha cambiato per sempre il modo di intendere e vivere la musica. Che possa accadere lo stesso per il videogioco?


Commenti

  1. die81

     
    #1
    confermo da utente...le potenzialità sono veramente molte e gia ora si iniziano ad intravedere applicazioni importanti degne di una console portatile.
  2. Tristan

     
    #2
    Premetto che non ho un iphone, tuttavia devo ammettere che le potenzialità sono interessanti, però temo veramente che come detto nell'articolo dilagherà anche su questa macchina la moda di vendere giochi monchi per lucrarci ulteriormente.. già il fatto che in the sims 3 si vendano mobili 1€ mi fa pensar male, poi boh, speriamo ^^
  3. die81

     
    #3
    dipende come lo implementeranno:
    se rilasciano il gioco a un costo irrisorio per poi lasciare all utente decidere cosa comrpare e cosa no od altro...è solo un ipotesi! 
  4. deleted_780

     
    #4
    le robe apple funzionano strabene ma purtroppo si pagano care...o meglio apple riesce ad estorcere soldi in ogni modo grazie alla qualità dei prodotti e alla capacità di tenersi i clienti:D
  5. DrRos

     
    #5
    Mesana ha scritto:
    le robe apple funzionano strabene ma purtroppo si pagano care...o meglio apple riesce ad estorcere soldi in ogni modo grazie alla qualità dei prodotti e alla capacità di tenersi i clienti:D
     quelle apple appunto...
    di apps, anzi in particolare di giochi, se ne salvano ben pochi... 
  6. fogman

     
    #6
    DrRos ha scritto:
    quelle apple appunto...
    di apps, anzi in particolare di giochi, se ne salvano ben pochi...
     Ma non mi sembra proprio, visto che solo gameloft ha venduto più di due milioni di copie dei suoi giochi e il tipo che ha fatto Prism è ora carico di soldi...
  7. die81

     
    #7
    attualmente ci sono 5-6 software house veramente valide
    KONAMI
    ELECTRONICS ARTS
    GAMELOFT
     sono le prime 3 mi vengono in mente

    poi ci sono un sacco di sviluppatori indipendenti che creano veri e propri giochi originali (zenbound, sway ecc)

    ripeto...ne vedremo delle belle... 
  8. DrRos

     
    #8
    fogman ha scritto:
    Ma non mi sembra proprio, visto che solo gameloft ha venduto più di due milioni di copie dei suoi giochi e il tipo che ha fatto Prism è ora carico di soldi...
     e infatti mica ho detto nessuno...
    ho detto che se ne salvano pochi, e converrai con me che di giochilli per ipod ne presentano a decine ogni giorno (e al 99% sono trascurabili)...
    perciò si, se ne salvano pochi.

    che poi gameloft abbia venduto tanto non vuol dire necessariamente che siano giochi eccelsi... non capisco il nesso tra vendite e qualità..
    Asphalt GT è osceno, mentre Hero of sparta  è veramente bello, graficamente curato e con un sistema di controllo pensato bene, ma dura troppo poco (lo finisci in una giornata)...

    personalmente si salvano: Monkey ball (primo assoluto),Tetris, Labyrinth, Aqua moto, Pole position rmx (ma questo va a gusti), e i vari game&watch...
    altri al momento non me ne vengono...
    vabbè Prism non fa per me ma non  metto in dubbio che sia bello...
     
  9. maxcrao

     
    #9
    Mi piace molto fastlane street racing, il piu' bello di guida. E dura parecchio data la difficolta'.

    Pero' vorrei dire una cosa, ho guardato la conferenza e mi ha parecchio scioccato. Praticamente c'e' un tipo che spiega agli sviluppatori come far pagare di piu' il cliente, ed e' cosi' per tutto il tempo. La cosa bella e' che tra i giochi e app presentate c'era anche una sul diabete, come aiutare i diabetici nella loro quotidianita', in quel momento mi sono immaginato il ragazzino diabetico con l'iphone in mano che cerca di usare il programma, ma per le diverse modalita' deve pagare 99cent o piu' l'una. Cmq mi ha alquanto disgustato. E il tipo che continuava a ripetere e lo sviluppatore si becca il 70% del profitto, non e' incredibile; e l'utente invece e' ben piegato a 90% a prenderselo in quel posto?
    Sono estremamente contrario alla pirateria, ma, dopo questa conferenza, mi sa che il mio ipod rischia un jailbreak. Anceh considerato che l'utente ipod, per essere in grado di usare le nuove app deve pure pagare  ben 10 dollari. SONO PAZZI? crisi economica, la gente non c'ha piu' soldi... mi viene quasi voglia di spaccarlo l'ipod.
     
  10. popomer

     
    #10
    la cosa secondo me interessante e' il fatto che singole applicazioni potranno sfruttare hardware dedicato,per esempio la konami potra' sviluppare un proprio pad apposta per i propri giochi

    una cosa tipo questa

    [url]http://smartech.blogetery.com/files/2008/07/iphone-i-control-pad.png
Continua sul forum (30)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!