Genere
Azione
Lingua
ND
PEGI
7+
Prezzo
800 MP
Data di uscita
30/3/2011

Islands of WAKFU

Islands of WAKFU Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Ankama Games
Sviluppatore
Ankama Games
Genere
Azione
PEGI
7+
Distributore Italiano
Xbox Live Arcade
Data di uscita
30/3/2011
Data di uscita americana
30/3/2011
Giocatori
2
Prezzo
800 MP

Lati Positivi

  • Stile grafico riconoscibile e molto suggestivo
  • Universo di gioco ricco di sfaccettature
  • Pensato per due giocatori

Lati Negativi

  • Sistema di controllo legnoso e troppo complicato
  • Curva di difficoltà mal calibrata per il singolo giocatore
  • Checkpoint disposti male e combattimenti troppo lunghi

Hardware

Il gioco è venduto in esclusiva sul Marketplace di Xbox Live al prezzo di 800 punti. Occupa circa 820 MB di spazio su disco.

Multiplayer

Island of Wakfu nasce con in mente due giocatori collegati alla stessa console. Online ci sono solo le classifiche.

Modus Operandi

Abbiamo ricevuto dall'editore il codice per scaricare la versione definitiva del gioco. Island of Wakfu è stato portato a termine in poco meno di 6 ore in modalità normale. Alcuni livelli sono stati rigiocati insieme ad un altro utente.

Link

Recensione

A me gli occhi!

A volte il trucco non basta per mascherare le imperfezioni.

di Francesco Alinovi, pubblicato il

Island of Wakfu è, con le migliori intenzioni, un’esperienza estetizzante e, in questo, risulta un’opera smaccatamente “francese”: ovvero un titolo in cui l’art direction prende il sopravvento sul game design (un po’ come succede per certe produzioni Ubisoft). Purtroppo le tinte vivaci e la meticolosità della composizione grafica avrebbero beneficiato di un sistema di combattimento a turni, che avrebbe permesso di apprezzare meglio le splendide schermate di gioco. Tradurre in interfaccia in tempo reale la ricchezza del sistema di combattimento (soprattutto giocando da soli) di fatto rende l’esperienza di gioco inizialmente frustrante: oltre a richiedere l’impiego di tutti i pulsanti, il sistema di controllo prevede l’uso contemporaneo di entrambe le leve analogiche, una per spostarsi nello scenario e l’altra per direzionare lo sparo (nel caso del drago) o spostare il cursore del teletrasporto (quando si controlla Nora). Considerato poi che il riconoscimento delle collisioni non è mai troppo permissivo, ci si ritrova spesso a menare fendenti all’aria.
Queste caratteristiche di fatto finiscono per tramutare un’esperienza frustrante in un’attività alla lunga ripetitiva, dato che, per evitare di consultare in continuazione la schermata delle opzioni, ci si ritrova ben presto a premere costantemente LB per posizionarsi alle spalle del nemico con Nora ed effettuare una combo di pugni schiacciando tre volte A, con l’unico elemento strategico concesso dalla possibilità di rifugiarsi lontano dagli avversari per sparare a raffica con Efrim.
Chiaramente, giocando in due questa complessità si attenua e anche la curva di difficoltà si aggiusta. Ma tale opportunità ludica funziona solo in locale, sulla stessa console. Per sopperire all’assenza di un compagno di controller con cui condividere l’avventura, quindi, invece di prevedere un aiutante artificiale, lo sviluppatore ha inserito un livello di difficoltà in cui è impossibile morire (precludendo però l’accesso ai vari bonus), il che, da un certo punto di vista, è indice della manifesta necessità di trovare un compromesso per rendere più accessibile il gioco.

I combattimenti sono pensati per due persone che giocano contemporaneamente. In solitaria rischiano di risultare lunghi e frustranti  - Islands of WAKFU
I combattimenti sono pensati per due persone che giocano contemporaneamente. In solitaria rischiano di risultare lunghi e frustranti

Lungi dal voler ostracizzare il tentativo di Ankama di trasferire il proprio talento artistico anche su nuovi formati, ci pare opportuno segnalare come questa nuova formula di interazione necessitasse di maggiori attenzioni. Probabilmente un’avventura basata su rompicapi ed enigmi di movimento (prevedendo sempre l’uso intensivo del teletrasporto) sarebbe stata più adatta allo stile dell’autore. Aggiungiamo pure dei combattimenti a turni e amplifichiamo le statistiche da GdR… ma così, la voglia di creare un gioco d’azione si scontra con evidenti limiti tecnologici (non di Xbox 360, ma da parte dei programmatori d'oltralpe).
In definitiva, Island of Wakfu è un titolo in bilico su un fraglie equilibrio: se siete giocatori che si innamorano al primo sguardo, sarete in grado di soprassedere ai problemi dell’interfaccia di controllo; al contrario, se siete di quelli che giudicano un interlocutore dalla stretta di mano, non riuscirete a farvi incantare dai suoi pregevoli grafismi. Tuttavia, la presenza di un compagno di giochi riequilibra le sorti di questo prodotto, facendo propendere per una valutazione positiva.

Voto 3 stelle su 5
Voto dei lettori
Tra avventura e azione, tra old fashion e new age, tra complessità e accessibilità: un gioco di compromessi non sempre riusciti. A meno che non si sia in due alla console...

Commenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!