Genere
Azione
Lingua
Sottotitoli in Italiano
PEGI
12+
Prezzo
59,90 Euro
Data di uscita
19/3/2004

James Bond 007 Everything or Nothing

James Bond 007 Everything or Nothing Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Electronic Arts
Sviluppatore
Electronic Arts
Genere
Azione
PEGI
12+
Distributore Italiano
Halifax
Data di uscita
19/3/2004
Lingua
Sottotitoli in Italiano
Giocatori
4
Prezzo
59,90 Euro

Hardware

Il gioco è in lavorazione su PlayStation 2, GameCube e Xbox.

Multiplayer

Il gioco comprenderà modalità multigiocatore per un massimo di quattro partecipanti, sia cooperative che competitive. E' probabile che il recente rinvio al 2004 sia dovuto all'inserimento di modalità multiplayer online, fruibili esclusivamente su PS2.

Link

Anteprima

James Bond 007 Everything or Nothing

L'assenza di un nuovo film con James Bond poteva forse arrestare la vena creativa di Electronic Arts? Certo che no, per cui ecco il nuovo videogame sull'agente segreto più famoso del mondo, interamente basato su una sceneggiatura originale scritta per l'occasione. Azione stealth, sparatorie e sezioni di guida metteranno a dura prova questo nuovo Pierce Brosnan virtuale.

di Stefano Castelli, pubblicato il

Non serve necessariamente un nuovo film per mettere in lavorazione l'ennesimo videogame con protagonista James Bond: Electronic Arts lo ha dimostrato ampiamente coi suoi recenti James Bond 007: Agent Under Fire e James Bond 007: Nightfire ed ora vuole procedere sulla stessa strada con questa ennesima avventura dell'agente segreto più famoso al mondo. Analizziamo più da vicino uno dei titoli di punta della lineup invernale di Electronic Arts, in arrivo su PlayStation 2, Xbox e GameCube.

UN BOND NUOVO DI ZECCA

Il nuovo James Bond 007: Everything or Nothing proporrà una visuale in terza persona dell'azione di gioco e farà sfoggio, a detta degli sviluppatori, di una grande varietà di situazioni. Bond dovrà sventare i piani dell'agente russo Nikolai Diavolo, cooperando con differenti personaggi (tra cui alcune immancabili e fascinose ragazze), operando attraverso quattro continenti e visitando luoghi come New York, Londra e la Valle dei Re in Egitto.
Gli sviluppatori tengono molto a sottolineare la particolare struttura "libera" delle dodici missioni che compongono James Bond 007: Everything Or Nothing: il giocatore avrà infatti differenti modi per affrontare le situazioni del gioco, puntando magari su un'azione discreta "alla Solid Snake" o affrontando a volto scoperto i nemici in sparatorie e scazzottate. Il gioco ripagherà le scelte ardite e azzeccate del giocatore con numerosi bonus, stimolando così la voglia di sperimentazione e di improvvisazione. La speranza è che tali annunci trovino riscontro realmente nell'azione di gioco e che non risultino solo una sorta di trovata pubblicitaria. Oltre alla modalità principale per un singolo giocatore, James Bond 007: Everything or Nothing conterrà opzioni multiplayer di vario genere: per esempio, due giocatori potranno cooperare per l'intera avventura, oppure sarà possibile inscenare scontri tra quattro partecipanti (ovviamente, grazie al classico scermo condiviso).

Il gioco viene sviluppato contemporaneamente su tutte e tre le console di nuova generazione presenti sul mercato e non dovrebbe presentare grandi differenze tecniche o sostanziali, eccezion fatta per eventuali implementazioni delle modalità multi-giocatore. In ogni caso, la piattaforma di riferimento per Electronic Arts rimane PlayStation 2, per cui i possessori di GameCube o Xbox non dovrebbero aspettarsi (probabilmente) uno sfruttarmento particolarmente profondo delle loro console (viste anche le recenti produzioni multi-piattaforma della stessa società). Elemento comune agli ultimi giochi con protagonista 007 è il controllo di mezzi di trasporto: ciò sarà mantenuto anche in James Bond 007: Everything or Nothing, per cui non mancheranno sezioni in cui Bond sarà alla guida delle classiche automobili "elaborate" dal geniale "Q" (e quindi armate di tutto punto). La scelta dei mezzi disponibili sarà ulteriormente ampliata, comprendendo questa volta persino una motocicletta e un elicottro, tutti uniformemente integrati nella soluzione narrativa del gioco. Anche alcune modalità multi-giocatore dovrebbero includere l'utilizzo dei mezzi di traporto: insomma, il gioco promette una grande varietà di situazioni su ogni fronte.

CONCENTRARSI SU 007

Sebbene la visuale in terza persona non sia una novità in ambito "bondiano" (l'ultimo titolo ad usarla fu 007: Tomorrow Never Dies, per PSone) si tratta comunque di un evidente cambio di rotta rispetto agli ultimi videogame pubblicati sul marchio del noto agente segreto (tutti sparatutto in prima persona, sulla falsariga dello splendido GoldenEye 007 per Nintendo 64). Oltre agli ovvi cambiamenti in ambito di puro gameplay, la scelta di Electronic Arts nasconde un'altra motivazione: la voglia di focalizzare maggiormente l'attenzione dei giocatori sulla figura stessa di James Bond. L'enorme cura riposta nella realizzazione di questo Bond virtuale (con risultati apparentemente notevoli) risulta subito evidente dalle prime immagini del gioco e viene ulteriormente evidenziata da tutta una serie di novità che mettono in risalto le tipiche abilità di 007.

Il gioco comprenderà per esempio una nutrita componente di elementi stealth, che rendono questo nuovo James Bond un chiaro emulo di Solid Snake o Sam Fisher: potrà infatti muoversi silenziosamente, appostarsi dietro muri o altri oggetti per tendere agguati e persino usare strumenti come rampini o vari gadget per aumentare la discrezione delle sue operazioni.
Come già indicato, le azioni "discrete" sono solo uno degli stili di gioco che James Bond 007: Everything or Nothing metterà a disposizione del giocatore, che non andranno a sostituire interamente le classiche sparatorie: anzi, queste ultime saranno presenti in quantità particolarmente numerosa e godranno in molti casi di coreografie particolarmente curate e originali. Vedremo quindi Bond affrontare i nemici mentre si cala dalla parete di un palazzo in fiamme grazie al suo fido rampino, oppure lo troveremo solo contro decine di militari armati sino ai denti.