Genere
Avventura
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
16+
Prezzo
19,90 Euro
Data di uscita
28/11/2006

Jonathan Danter - Nel Sangue di Giuda

Jonathan Danter - Nel Sangue di Giuda Aggiungi alla collezione

Datasheet

Sviluppatore
Artematica
Genere
Avventura
PEGI
16+
Distributore Italiano
Leader
Data di uscita
28/11/2006
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
1
Prezzo
19,90 Euro

Hardware

Trattandosi di un'avventura grafica, i requisiti hardware non saranno troppo dissimili dagli attuali PC di fascia media. Provato su un Pentium 4 a 2,6 GHz con 1 GB di RAM e scheda video GeForce 6800, il gioco - pur se in versione debug - non ha mostrato mai incertezze di alcun tipo.

Multiplayer

Non saranno presenti opzioni multiplayer.

Link

Intervista

Jonathan Danter: intervista a Riccardo Cangini

Un nuovo personaggio sta per entrare nella "scuderia" di Artematica!

di Sebastiano Pupillo, pubblicato il

Nextgame.it: Con Jonathan Danter (e, ancor prima, con Druuna Morbus Gravis) avete deciso di esplorare ambientazioni decisamente "dark": quali sono state le principali fonti di ispirazione per quanto riguarda il lavoro artistico alla base del gioco? Quali in generale le fonti di ispirazione del gioco?

Riccardo Cangini: Laddove si utilizzino licenze note la fonte d'ispirazione è sempre il background e il mondo del personaggio interessato, nel caso di Druuna Morbus Gravis il suo ambiente tecno-decadente-para-religioso tendeva ad ambientazioni dark, è stato sufficiente ricreare quanto precedentemente impostato dall'autore, esattamente come abbiamo fatto per Martin Mystère e come stiamo facendo per Diabolik, di cui presto mostreremo qualcosa, in movimento.
Per Jonathan Danter invece abbiamo dovuto creare da zero un personaggio che rispecchiase il mondo che, a tavolino, abbiamo deiciso essere il suo. In altre parole, come si è soliti fare quando si crea un personaggio, abbiamo inventato il suo mondo, come si presenta allo spettatore/lettore/giocatore, quale sia lo spirito, l'ironia, il grado di realismo, il livello di pathos ecc che si evincerà giocando alla prima avventura di Jo'.

Nextgame.it: Ultimamente sembra esserci un rinnovato interesse per le avventure grafiche, ma la tecnologia alla base di questi giochi non è cambiata granché nel corso degli anni, con poche notevoli eccezioni. Quali novità possiamo aspettarci da Jonathan Danter?

Riccardo Cangini: Jonathan Danter è un'avventura classica punta e clicca con due nuovi elementi di gameplay: l'inventario delle idee, il cui funzionamento è riconducibile a un normale inventario basato però su elementi più eterei quali appunto le idee, e il communicator, una sorta di palmare che permette a protagonisti e co-protagonisti di scambiarsi informazioni e immagini a distanza evitando di essere intercettati. Fra gli altri aspetti rilevanti ma non necessariamente innovativi c'è la possibilità di scegliere quando cambiare il personaggio giocante (Jo', Kath e Damien), la possibilità di settare la risoluzione video, l'utilizzo di tecnologia Real Time per alcune effetti o contesti (per esempio l'acqua che riflette i fondali a Venezia, comparse e automobili che popolano le ambientazioni ecc.) e il lip-synch durante i dialoghi realtime.

Nextgame.it: Il gioco presenta una grafica ad alta risoluzione: quali vantaggi comporta avere tutta questa definizione e quali difficoltà, d'altra parte, durante lo sviluppo?

Riccardo Cangini: L'utilizzo di una grafica che arrivi anche all'alta risoluzione (1280x960) ci sembrava doveroso nei confronti di chi possiede configurazioni video relativamente recenti e, naturalmente, per valorizzare al meglio i fondali che sono davvero molto belli. Dal punto di vista creativo, l'aver adottato una risoluzione multipla (800x600, 1024x768, 1280x960), non comporta reali implicazioni aggiuntive; dal punto di vista tecnico comporta invece un po' più di attenzione nell'assemblaggio delle schermate e parecchio testing in più; d'altronde la nostra è una continua ricerca finalizzata al miglioramento delle nostre produzioni, cerchiamo in tutti i modi di ascoltare i pareri e le esigenze degli utenti e laddove possibile anticiparne i desideri.