Genere
Azione
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
18+
Prezzo
ND
Data di uscita
23/11/2007

Kane & Lynch: Dead Men

Kane & Lynch: Dead Men Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Eidos Interactive
Sviluppatore
IO Interactive
Genere
Azione
PEGI
18+
Distributore Italiano
Leader
Data di uscita
23/11/2007
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
8
Formato Audio
Surround 5.1

Lati Positivi

  • Ottimo coinvolgimento "hardboiled"
  • Ritmo incessante dell'azione
  • Multiplayer offline e online

Lati Negativi

  • Tecnicamente solo discreto
  • Intelligenza artificiale rivedibile
  • Varietà piuttosto limitata

Hardware

Per giocare a Kane & Lynch: Dead Men, nell'edizione qui recensita, sono necessari il gioco originale in versione europea, una console Xbox 360 in versione europea e un controller compatibile. Per salvare la posizione, è necessaria un supporto di memoria come Memory Unit o disco fisso.

Multiplayer

Se abbonati a Xbox Live Gold, possiamo affrontare altri giocatori in una modalità di combattimento a squadre organizzata su livelli appositi. Inoltre, sulla stessa console è possibile giocare al fianco di un amico impersonando rispettivamente Kane e Lynch tramite l'ausilio del classico split-screen.

Link

Recensione

Una montagna di bossoli

L'agente 47 trova due eredi non altrettanto infallibili.

di Alessandro Martini, pubblicato il

Paragonare Hitman a Kane & Lynch appare inevitabile visto che il team creativo è lo stesso, ma in realtà i due giochi, tranne per le medesime origini "adulte", non hanno molti punti in comune. Oltre allo stile grafico e, per l'appunto, ai temi trattati, il qui presente titolo riesce a offrire un profilo e situazioni molto personali, soprattutto nel duo protagonista: una coppia di autentici anti-eroi come non si vedeva da anni nel mondo dei videogiochi.

UNA SQUADRA POCO AFFIATATA

Alcuni problemi tecnici e strutturali arrivano però a smorzare l'esperienza di gioco nel suo complesso, a meno che si valorizzi l'atmosfera più del gameplay. Altrimenti, verranno notate immediatamente le lacune dell'intelligenza artificiale iniziando dai compagni.
In modo opposto a Freedom Fighters (da cui è stato ripescato il sistema di gestione della squadra), gli altri commilitoni mancano spesso le assegnazioni e si comportano talvolta in maniera surreale. Questo aspetto può risultare veramente dannoso quando si perde una "vita", in quanto è il nostro compagno a doverci rianimare sul posto.
Capita, invece, che sia proprio un alleato a ignorarci lasciandoci rantolanti a terra, fino all'inevitabile "game over". Grazie all'energia in stile Halo, comunque, si può ovviare al problema cercando di non lanciarsi all'arrembaggio e finire così in balia dei compagni, ma è certo come la loro gestione avrebbe potuto essere perfezionata.

COME IN TELEVISIONE...O IN CARCERE

Uno sparatutto quasi "da coin op" per brevità e frenesia di ogni livello, Kane & Lynch: Dead Men tiene incollati allo schermo grazie al suo ritmo forsennato.
Passando dalle strade alla metropolitana, dalle banche ai tetti, dalle discoteche agli uffici corporativi, siamo sempre di corsa e in fuga, accompagnati da grida, insulti (spesso del nostro compagno d'avventura) e caricatori svuotati fino all'ultimo proiettile. Una simile struttura, certamente non inedita per un videogame, rischia di venire a noia se abbiamo "fatto il callo" a elementi come i dialoghi crudi e realistici oppure alle sparatorie interminabili con macchine della polizia perennemente bruciate.
Ad attenuare l'invitabile assenza di varietà, arrivano il consistente spessore scenografico e l'attenzione ai dialoghi, oltre a un design dei livelli che distingue piuttosto bene un incarico dall'altro, per architettura, obiettivi da raggiungere e contesto narrativo.
I colpi di scena e lo sviluppo della trama sono infatti ben costruiti pur nel loro seguire binari prevedibili. In altre parole, si è veramente interessati a scoprire in quale guaio si caccerà il nostro duo di improbabili giustizieri, perché il destino e la sfortuna non hanno mai finito con loro.

MAI COMBATTERE DA SOLI

Sul fronte multiplayer, oltre alla modalità specifica Fragile Alliance per Internet, è disponibile il sempre apprezzato co-op limitato però al classico split screen (schermo diviso sulla stessa console).
Naturalmente, con un amico, vestiamo i panni dei due protagonsiti ripercorrendo l'intera campagna per giocatore singolo oppure ogni incarico, già completato in precedenza, caricandolo dal menu principale.
Rispetto a tante altre versioni del multiplayer in cooperativa, offerte da titoli concorrenti, qui si evidenzia un certo impegno nell'offrire situazioni diverse per ogni personaggio, per esempio posizionando uno dei due come "cecchino" a proteggere le azioni dell'altro.
Queste differenze, rispetto alla stessa missione giocata in singolo (dove i compagni guidati dal computer ci seguono come ombre) rendono più interessante il ripercorrere sezioni già viste, a patto di avere, naturalmente, una seconda persona disponibile a impugnare il joypad e discretamente esperta nel campo degli sparatutto.

Voto 3 stelle su 5
Voto dei lettori
Di fronte alle aspettative create nei mesi scorsi, Kane & Lynch: Dead Men manca leggermente l'obiettivo, ma resta comunque vicino al bersaglio per gli appassionati del genere hardboiled. Infatti, è necessario amare questa categoria per chiudere un occhio sulla grafica non impressionante, sui compagni talvolta impassibili (agli ordini) e sul gameplay certamente già visto. Gli aspetti positivi sono invece concentrati nell'atmosfera "alla Quentin Tarantino", nel consistente lato multiplayer e nel ritmo incessante dell'azione. Elementi apprezzabili soprattutto giocando con un amico, senza aspettarsi un classico inarrivabile, ma un buon rappresentante del genere sparatutto.