Genere
Gioco di Ruolo
Lingua
Sottotitoli in Italiano
PEGI
ND
Prezzo
65,00 Euro
Data di uscita
27/10/2003

Star Wars: Knights of the Old Republic

Star Wars: Knights of the Old Republic Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
LucasArts
Sviluppatore
BioWare
Genere
Gioco di Ruolo
Distributore Italiano
Halifax
Data di uscita
27/10/2003
Lingua
Sottotitoli in Italiano
Giocatori
1
Prezzo
65,00 Euro

Lati Positivi

  • Grande fedeltà al mondo di Guerre Stellari
  • Gioco vasto e longevo
  • Buona realizzazione tecnica
  • Rigiocabilità

Lati Negativi

  • Un po' dispersivo
  • Qualche rallentamento e imprecisione grafica

Hardware

Per giocare avrete bisogno di una confezione originale di Star Wars: Knights Of The Old Republic e di una console Xbox PAL. Sono supportati unicamente i salvataggi su hard disk. Gli utenti abbonati ai servizi di Xbox Live potranno scaricare contenuti extra del gioco. Infine, il sonoro del gioco è codificato in Dolby Digital ed è presente la modalità video PAL60, attivabile su televisori che la supportano.

Multiplayer

Nessuna modalità multi-giocatore è inclusa nel gioco.

Link

Recensione

Star Wars: Knights Of The Old Republic

Quattromila anni prima dei duelli fra Luke Skywalker e Darth Vader, in una galassia lontana lontana c'erano già i cavalieri Jedi in lotta contro il popolo dei Sith ed il malvagio Darth Malak. BioWare narra queste vicende inedite nel suo nuovo gioco di ruolo per Xbox: un'avventura tra mondi alieni, spade laser e creature incredibili, sotto l'influenza dell'onnipresente Forza.

di Stefano Castelli, pubblicato il

Ancora più importante, l'ambientazione atipica del gioco, con una cronologia spostata quattromila anni prima dei familiari eventi riguardanti Luke Skywalker e l'Impero rappresenta un'occasione unica per conoscere ciò che accadde, una prospettiva in prima persona per assistere agli eventi che crearono lo stato di cose su cui si baseranno millenni di storie.
La Forza, energia cosmica che regola la vita degli esseri viventi, è sempre presente nel gioco: ciascun personaggio si avvicina tramite le sue azioni al lato chiaro o oscuro della Forza, modificando così le sue attitudini verso questo potere cosmico e variando addirittura il proprio aspetto esteriore. Azioni volte al bene degli altri e alla giustizia avvicinano al lato chiaro della Forza, aumentando la sintonia dei personaggi con altre figure spiccatamente positive: al contrario, atti negativi o violenti spingono l'indole dei personaggi verso il lato oscuro della Forza. Tutto questo ha grandi ripercussioni nel gioco: i nemici possono divenire alleati, gli amici possono abbandonare il protagonista e tanto altro ancora. Inoltre, in fase avanzata di gioco la Forza giocherà un ruolo importantissimo nell'utilizzo dei poteri speciali dei personaggi, in quanto determinate abilità avranno più o meno efficacia a seconda dell'"orientamento" di chi le usa.
Il concetto di "libertà" nel gioco è dunque marcato, sebbene comunque il giocatore venga sempre "indirizzato" verso determinati punti della trama per consentire un corretto svolgimento del gioco: i "binari", sebbene ben nascosti, saltano spesso e volentieri fuori, formando una serie di intrecci tanto necessari quanto interessanti (se non addirittura appassionanti). Tutto ciò infonde nel gioco (già estremamente longevo di per sè) notevoli possibilità di "rigiocabilità": affrontandolo infatti una seconda volta e scegliendo comportamenti differenti è possibile trovarsi in situazioni inedite e percorrere nuovi bivi della trama. I giocatori a digiuno dei mondi di Star Wars non si facciano però spaventare dal "set" in cui si svolge Star Wars: Knights Of The Old Republic, poiché il gioco risulta sempre comprensibile e chiaro anche per coloro cui i termini "Jedi" e "Wookie" erano sconosciuti. Verranno semplicemente accolti in un mondo sconosciuto, così come avvenuto loro in titoli come The Elder Scrolls III: Morrowind, che si farà conoscere pezzo dopo pezzo, senza bisogno di un particolare background conoscitivo. L'ambientazione di Guerre Stellari è dunque una meravigliosa aggiunta a un gioco di per sé valido e massiccio e non un requisito fondamentale per poter godere di questo videogame.

IL LATO VERDE DELLA FORZA

Anche guardando Star Wars: Knights Of The Old Republic sotto il semplice aspetto tecnico non si impiegherà molto a notare la cura e la competenza riversate da BioWare nel progetto. La grafica è particolarmente valida grazie a personaggi modellati molto bene e soprattutto ad ambientazioni suggestive e spesso complesse, molto credibili. Gli effetti speciali sono numerosi, a partire dai riflessi su ogni oggetto metallico per arrivare alle luminescenze dei neon (o loro futuristici discendenti). Tutto si muove con una discreta fluidità, sebbene si incorra spesso in qualche rallentamento di troppo che fortunatamente non pregiudica l'azione di gioco. Discorso differente per quanto riguarda le animazioni dei personaggi, che contrappongono belle espressioni facciali e movimenti naturali a una concatenazione delle animazioni stesse un po' scattosa, con risultante "legnosità" di alcune sequenze (specialmente durante i combattimenti). Una nota negativa riguarda invece la frequenza e la lunghezza di alcuni caricamenti, problema solitamente limitato ad alcune zone circoscritte del gioco. Splendido il comparto sonoro del gioco, valorizzato da un doppiaggio dei personaggi di qualità cinematografica e da effetti audio eccezionali, nonché da una valida selezione di musiche che riprendono i classici temi ascoltati nei film della saga: i giocatori in possesso di un valido impianto stereo avranno di che gioire (anche grazie all'ottima decodifica in Dolby Digital).
Per ciò che concerne l'adattamento italiano del gioco è stato svolto un buon lavoro con il manuale (completo e curatissimo) e soprattutto con la traduzione integrale dei testi. A parte i dialoghi (rimasti in lingua inglese e ottimamente interpretati), ogni linea di testo presente nel gioco è stata tradotta in maniera competente nella nostra lingua: si notano sicuramente alcune ingenuità (come la classe dei fuorilegge, comicamente tradotta in "canaglie") e discrepanze con la nomenclatura del gioco di ruolo ufficiale, nonché il mancato adattamento dei testi per i personaggi di sesso femminile, ma in generale si resta più che soddisfatti dell'adattamento italiano del gioco.
La longevità del gioco è elevatissima: serviranno parecchie giornate di dedizione per portare a termine Star Wars: Knights Of The Old Republic, senza considerare la possibilità di rigiocarlo per seguire differenti bivi della trama. Diciamo che per vedere praticamente tutti i risvolti del gioco bisogna portarlo a termine almeno due volte, dedicandosi sia al lato chiaro della Forza che a quello oscuro. A tutto questo si aggiunge la futura possibilità di scaricare nuove parti dell'avventura per i giocatori abbonati a Xbox Live: la stessa BioWare ha annunciato di rendere disponibili quanto prima tutte le aggiunte preparate per la prossima edizione per Personal Computer. Dunque, un titolo che dovrebbe tenere impegnati i giocatori per molto, molto tempo.
Parlare dei difetti di un gioco come Star Wars: Knights Of The Old Republic è piuttosto difficile, vista la quantità generale del lavoro svolto da BioWare. Si può additare una certa lentezza di alcune fasi della trama, si può parlare di come alcuni risvolti di eventi e personaggi vengano sviluppati poco o ancora del senso di smarrimento che determinate fasi del gioco instillano nel giocatore. Ma in senso generale, il termine "capolavoro" si rende paurosamente adatto al videogame in questione.
Non si tratta però di un gioco per tutti: la complessità di alcune situazioni e la profondità di gameplay possono essere infatti un pregio per moltissimi videogiocatori, ma allo stesso tempo un deterrente per tutti coloro abituati a schemi di gioco più snelli e lineari, magari provenienti da una scuola di RPG orientale o semplicemente alle prime armi con il genere dei Giochi di Ruolo. Tutti gli altri possono avvicinarsi a Star Wars: Knights Of The Old Republic con fiducia ed elevate aspettative: saranno ripagati con uno dei migliori titoli pubblicati negli ultimi mesi su qualsiasi piattaforma.

Voto 5 stelle su 5
Voto dei lettori
Vasto, curato, stupendo. Il connubio tra Guerre Stellari e BioWare si risolve in un videogioco di elevatissima qualità, capace di rendere omaggio al mondo ideato da George Lucas nel migliore dei modi possibili. Anche tenendo in debita considerazione difetti come una fluidità incostante o qualche vicolo cieco nella trama, i pregi di Star Wars: Knights Of The Old Republic si ergono al di sopra delle critiche e fanno di questo gioco un'esperienza unica nel suo genere. Di certo uno dei migliori titoli pubblicati nel 2003 su ogni piattaforma, un titolo che va ad affiancare Halo sul trono dei migliori giochi disponibili per Xbox e contemporaneamente un appuntamento imperdibile per tutti gli amanti di Guerre Stellari e/o dei Giochi di Ruolo elettronici.