Genere
Avventura
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
ND
Prezzo
59,00 Euro
Data di uscita
23/9/2002

La Cosa

La Cosa Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Vivendi Games
Genere
Avventura
Distributore Italiano
Leader
Data di uscita
23/9/2002
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
1
Prezzo
59,00 Euro

Lati Positivi

  • Atmosfera grandiosa e fedele al film
  • Schema di gioco innovativo per il genere
  • Tensione garantita
  • Ottimo doppiaggio in italiano

Lati Negativi

  • Qualche pecca nell'intelligenza artificiale
  • Grafica poco elaborata
  • Non molto longevo

Hardware

Una Xbox PAL, una confezione originale del gioco e un po' di coraggio è quanto basta per affrontare La Cosa. Il gioco è compatibile con la modalità video PAL 60 e con la memory card.

Multiplayer

Nessuna opzione multiplayer è stata inclusa nel gioco.

Link

Recensione

La Cosa

Sono parassiti simbioti. Entrano nei loro ospiti come una comune infezione. E poi prendono il controllo dei loro corpi, trasformandoli in spietate creature assetate di sangue. Non sentono il freddo, né il dolore, né la paura. I vostri compagni di squadra potrebbero essersi già trasformati senza che ve ne siate accorti. E voi? Di chi vi potrete fidare?

di Stefano Castelli, pubblicato il

Lanciafiamme, fiamme ossidriche e bombe incendiarie, infatti, riescono a eliminare qualsiasi tipo di Cosa, a patto che la sua forza vitale sia stata preventivamente ridotta tramite l'uso delle armi da fuoco convenzionali. Infine esistono delle armi esplosive, più rare, che riescono ad eliminare gruppi di Cose con un solo colpo e possono infliggere danni consistenti a Cose medie e grandi, ma che possono allo stesso tempo eliminare accidentalmente anche compagni di squadra. Il sistema di controllo del gioco si discosta molto da quello implementanto in Resident Evil o Silent Hill, essendo molto più simile a quello di un gioco d'azione: in particolare è possibile creare un parallelo con Syphon Filter, vista la grande somiglianza dell'approccio al gioco. Il personaggio può dunque muoversi liberamente per gli ambienti tridimensionali, spostandosi anche lateralmente per schivare attacchi e continuare a combattere. Un sistema di mira automatica rende i combattimenti facilmente sostenibili e può essere anche regolato in quanto ad efficacia a seconda del livello di difficoltà.

CHE COSA FARE?

Fiducia e sospetto sono i principali ingredienti dell'azione in La Cosa: tutti i compagni di squadra sono infatti dei preziosi alleati e allo stesso tempo dei potenziali alieni, che da un momento all'altro potrebbero trasformarsi e uccidere i propri ex-compagni. A seconda dei comportamenti tenuti dal giocatore varieranno le attitudini dei suoi compagni, che mostreranno fiducia o incertezza nei suoi confronti. Un compagno sfiduciato o sempliemente stremato psicologicamente può essere rabbonito dando lui un'arma, o sottoponendolo a cure mediche, o ancora portandolo in un luogo sicuro a sbollire rabbia e paura, o ancora somministrandgli dei tranquillanti (in caso collabori). Analogamente è possibile guadagnare la stima degli altri personaggi uccidendo delle Cose di fronte a loro, oppure dimostrando loro che il proprio corpo è privo di infezione: a questo scopo sono disponibili nel gioco delle apposite siringhe in grado di rivelare istantaneamente il virus. Purtroppo questi oggetti sono molto rari e debbono venire usati con molta cautela, anche considerando che si tratta del metodo più sicuro per verificare l'eventuale possessione di un compagno di squadra (che, ovviamente, andrebbe subito eliminato al momento della rivelazione).
Al contrario, atteggiamenti incuranti o costrittitivi nei confronti dei componenti del team possono incrinare i rapporti, portando via via ad un calo di collaborazione che può persino sfociare in una pericolosa ribellione. Anche il nervosismo va tenuto molto sotto controllo, in quanto un soldato in preda ad una crisi nervosa potrebbe fuggire, attaccare i propri compagni e persino rivolgere contro se stesso le proprie armi, onde mettere fine al suo incubo: rumori sinistri, vista del sangue o di cadaveri e ovviamente apparizioni delle Cose sono tutti elementi che intaccano lo stato psicologico dei personaggi. La Cosa è il survival horror game che offre maggiori possibilità di interpretazione del personaggio fra tutti quelli pubblicati sino ad oggi. Blake può essere un capitano coscienzioso che tiene ai suoi uomini, che cerca di portarne in salvo con se il maggior numero possibile, curandoli e proteggendoli. Oppure può rivelarsi un cinico egoista, che bada solo alla sua salvezza non esitando ad eliminare chiunque dia il benché minimo sospetto di essere infettto da una delle Cose. Quale che sia il comportamento tenuto, il gioco si adatta di conseguenza facendo comportare i commilitoni e i compagni di sventura in maniera differente.

UNA BELLA COSA?

Alla grande quantità di sforzi profusi nel design del gioco non sembra essere corrisposta un'altrettanto sostanziosa cura riposta nella sua realizzazione tecnica. La "sindrome da PSone" sembra aver colpito infatti anche questo videogame, che viene proposto con una veste grafica ben poco evoluta e purtroppo incurante delle reali capacità elaborative di Xbox. Escludendo i personaggi principali del gioco che appaiono disegnati con un buon livello di dettaglio, la grafica de La Cosa è composta da fondali piuttosto elementari, mostri caratterizzati da qualche spigolo di troppo e da una cronica assenza di effetti grafici di nuova generazione. Sulla neve si sarebbe potuto applicare del "bump mapping", gli oggetti metallici avrebbero potuto risplendere e via dicendo: invece nulla, nessuna di queste accortezze è stata introdotta in La Cosa, relegando così l'aspetto grafico a una fascia di voti che vanno dal "più che sufficiente" al "mediocre". Fortunatamente gli artisti al lavoro su La Cosa sono comunque riusciti nel loro compito più difficile: ricreare le atmosfere del film. La sensazione di essere bloccati in una base antartica è tangibilissima grazie alle accurate ambientazioni e alla resa ottimale delle tempeste di neve e di altri effetti atmosferici.
Meritevole di lode è il sonoro di gioco, povero di musiche ma che può fregiarsi di un doppiaggio in italiano eccellente e di effetti sonori di alta qualità. In definitiva La Cosa è una boccata d'aria fresca (anzi, gelata...) nel mondo dei videogame horror, capace di far rimanere il giocatore attaccato allo schermo, sebbene presenti anche alcuni difetti che diventano palesi dopo qualche ora di gioco. Per esempio, il test da effettuare con le siringhe per verificare l'infezione lascia il tempo che trova, in quanto un soldato risultato "sano" potrebbe un minuto dopo trasformarsi in una Cosa, magari per esigenze di trama. Inoltre l'intelligenza artificiale dei compagni (sorprendentemente valida in molti frangenti) lascia di tanto in tanto perplessi, specialmente durante le azioni di combattimento più concitate in cui spesso e volentieri i commilitoni avranno la bella idea di passare davanti alle vostre armi, finendo sforacchiati (e magari facendo così fallire la missione). Per il resto, però, l'inquietante e intensa esperienza di gioco offerta da La Cosa dovrebbe poter soddisfare gli amanti dell'horror videoludico, che non dovrebbero lasciarsi scappare questo riuscito "sequel" del film originale.

Voto 4 stelle su 5
Voto dei lettori
La Cosa è un esempio di come andrebbe eseguita con successo una trasposizione da un film. Il gioco innova, diverte e mantiene il giocatore sulle spine sin dal primo minuto di avventura. Le buone scelte effettuate dai designer del gioco sono lodevoli e riescono a creare un'esperienza avvolgente e concreta. La paura c'è, così come la tensione e il senso di isolamento e solitudine: tutte sensazioni che si uniscono ad una accurata riproduzione degli ambienti del film e sopperiscono alle mancanze di virtuosismi grafici. Permangono alcuni difetti come una longevità non molto elevata (fedele alla media di questo genere di giochi) e qualche lacuna nell'intelligenza artificiale. In definitiva, un gioco ben riuscito e consigliato a tutti gli amanti dell'orrore e dei videogame dalle tinte forti.