Genere
Azione
Lingua
Tutto in italiano
PEGI
12+
Prezzo
€ 64,90
Data di uscita
1/8/2008

Le Cronache di Narnia: Il Principe Caspian

Le Cronache di Narnia: Il Principe Caspian Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Disney Interactive Studios
Sviluppatore
Traveller's Tales
Genere
Azione
PEGI
12+
Distributore Italiano
Halifax
Data di uscita
1/8/2008
Lingua
Tutto in italiano
Giocatori
2
Prezzo
€ 64,90
Formato Video
HDTV
Formato Audio
Surround 5.1

Lati Positivi

  • Molti personaggi a disposizione
  • Alcuni puzzle sono ben studiati
  • Situazioni piuttosto varie
  • Buona fedeltà al film
  • Modalità cooperativa divertente

Lati Negativi

  • Trama confusa
  • I filmati tratti dal film sono inseriti un po’ a casaccio
  • Graficamente si poteva fare di meglio
  • Combattimenti poco sviluppati
  • Telecamera da rivedere
  • Scarsa intelligenza nemica

Hardware

Per giocare a Le Cronache di Narnia: Il Principe Caspian, che ricordiamo essere disponibile sui nostri scaffali dal 1 agosto completamente doppiato in italiano, sono necessari una confezione originale del gioco, una console Xbox 360 e un joypad (o due nel caso si voglia giocare con un amico in modalità cooperativa).

Multiplayer

L’unica concessione del gioco al multiplayer consiste nell’affrontare le missioni in cooperativa fino a un massimo di due giocatori; assente invece il supporto per il gioco online.
Recensione

Fantasy in salsa puzzle

A Narnia si combatte parecchio, ma anche il cervello è importante.

di Francesco Destri, pubblicato il

Preso nelle sue componenti fondamentali, Le Cronache di Narnia: Il Principe Caspian può essere visto come un mix tra Il Signore degli Anelli e LEGO Indiana Jones: Le Avventure Originali. Che dietro a tutto ci sia infatti lo stile di Traveller’s Tales lo si capisce da molti elementi, non ultimi il già citato passaggio da un personaggio all’altro, la raccolta di piccoli frammenti colorati e di chiavi per aprire scrigni e sbloccare così dei contenuti extra e naturalmente la commistione tra combattimenti e puzzle.

DAI LEGO A NARNIA IL PASSO è BREVE

Questi ultimi sono anzi il vero punto caratterizzante del gioco e, benchè in sei ore di gioco non abbiamo mai incontrato prove davvero difficili o frustranti, la varietà di puzzle e dei mini-giochi è risultata discreta. Tralasciando infatti gli abusati Quick Time Event che dopo un po’ iniziano a stancare e a risultare invadenti (perchè dover premere continuamente il tasto A solo per azionare una leva?), sono presenti trovate simpatiche come la distruzione di navi con balestre giganti, la raccolta di oggetti da posizionare su pedane, l’inserimento di ruote in un ingranaggio incompleto, l’utilizzo di un rampino per far crollare una colonna addosso a un nemico e altre prove di questo genere.
I più esperti non tarderanno molto a stancarsi di questi piccoli puzzle, ma non dimentichiamo che Le Cronache di Narnia: Il Principe Caspian rimane un titolo dedicato a un pubblico molto giovane e, sotto questo punto di vista, si spiega anche il pesante scripting nell’andamento delle missioni (molti obiettivi possono essere risolti solo in un determinato modo, pena il respawning infinito dei nemici), nonchè la linearità di un gameplay che lascia davvero poco spazio all’esplorazione o alla libertà di movimento.
Per fortuna non siamo ai livelli pessimi de La bussola d’oro o di Iron Man (giusto per citare due dei tie-in più brutti di quest’anno), ma l’hardcore-gamer sappia che tra una longevità medio-bassa e un grado di sfida tutt’altro che impegnativo Le Cronache di Narnia: Il Principe Caspian ha ben poco da offrire sulla lunga distanza, anche se la possibilità di affrontare le missioni in modalità cooperativa assieme a un amico (purtroppo solo offline) potrebbe rappresentare un discreto incentivo a rigiocare il tutto.

NON TUTTO BRILLA A NARNIA

Ci sono però altri piccoli difetti a decretare la non perfetta riuscita del gioco. La telecamera fissa può provocare più di un problema negli ambienti chiusi più ristretti (spesso il nostro personaggio è rimasto nascosto dietro a un muro senza possibilità di vederlo in azione), mentre nelle battaglie più epiche e spettacolari (rese comunque in modo brillante) si ha troppo spesso la sensazione di colpire i nemici a casaccio e senza un vero scopo, visto che la loro uccisione non comporta alcun incremento di statistiche o un’acquisizione di punti.
Tecnicamente parlando, il team inglese ha poi fatto un lavoro a metà. Siamo rimasti positivamente colpiti dalle architetture e da certe location rese con buona dovizia di particolari, così come il dettaglio e le animazioni di alcuni personaggi giocabili (basti vedere i giganti o i minotauri), ma i nemici sono uguali dal primo all’ultimo e anche nelle espressioni facciali si riscontra parecchia approssimazione così come nei filmati in FMV, mentre quelli tratti dal film appaiono molto compressi e durano purtroppo una manciata di secondi ognuno.
A livello sonoro risulta davvero notevole lo score musicale (non sappiamo se sia lo stesso del film), epico e grandioso come si conviene a un gioco di questo tipo, mentre il doppiaggio in inglese (ma la versione italiana sarà interamente doppiata nella nostra lingua) è diligente, nonostante le linee di dialogo siano ridotte all’osso e il tutto si riduca spesso a invocazioni di incitamento piuttosto ripetitive e risapute.

Voto 3 stelle su 5
Voto dei lettori
Assieme a The Spiderwick Chronicles, Le Cronache di Narnia: Il Principe Caspian è uno dei tie-in più dignitosi di quest’anno, anche se la sufficienza deve essere vista soprattutto con gli occhi dei giocatori più giovani e di bocca buona, nonchè dei numerosi fan (anche italiani) dell’epopea fantasy creata da C.S. Lewis. Sono molti infatti i limiti del gioco (telecamera, combattimenti limitati, troppi Quick Time Event, massiccio uso di script), ma la presenza di molti personaggi, le belle ambientazioni e qualche simpatico puzzle rendono questa nuova fatica di Traveller’s Tales piacevole e mai troppo impegnativa, anche se tra una trama confusa e un comparto grafico un po’ sotto tono non bisogna aspettarsi chissà quale sorpresa.

Commenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!