Genere
Azione
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
7+
Prezzo
ND
Data di uscita
ND

Le Cronache di Narnia: La Strega, il Leone e l'Armadio

Le Cronache di Narnia: La Strega, il Leone e l'Armadio Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Disney Interactive Studios
Sviluppatore
Traveller's Tales
Genere
Azione
PEGI
7+
Lingua
Tutto in Italiano

Lati Positivi

  • <b></b> Atmosfera magica
  • <b></b> Buone scenografie
  • <b></b> Riprende fedelmente il film
  • <b></b> Ottimo comparto sonoro

Lati Negativi

  • <b></b> Troppo semplicistico e basilare
  • <b></b> Curva di apprendimento mal calibrata
  • <b></b> Graficamente migliorabile
  • <b></b> Longevità eccessivamente limitata

Hardware

Console PS2, un joypad, confezione originale del gioco e Memory Card sono i requisiti essenziali per entrare nel magico mondo di Narnia

Multiplayer

Le Cronache di Narnia: il Leone, la Strega e l'Armadio punta molto sulla sua modalità multipalayer, capace di far vivere l'avventura in cooperazione con un amico sulla stessa console.
Recensione

Le Cronache di Narnia - Il Leone, la Strega e l'Armadio

Un leone, una strega e un armadio: il magico mondo di Narnia è pronto per essere vissuto nella sua coinvolgente atmosfera fantasy. Due figli di Adamo e due figlie di Eva sono i giovani predestinati a riportare alla luce le forze del bene e a far soccombere quelle del male: Peter, Susan, Edmund e Lucy sono già dentro l'armadio, che state aspettando?

di Luca Airoldi, pubblicato il

Certo i primi ostacoli superati con la cooperazione tra i diversi personaggi faranno maturare orgoglio in chi impugna il joypad, ma a lungo andare tutto diverrà eccessivamente ripetitivo: lupi e orchi da abbattere verranno presto a noia.
Risollevano lievemente le sorti dell'avventura alcuni passaggi, per così dire, alternativi, nei quali dovremo ovviamente fare uso di uno o più dei quattro fratelli: strati di ghiaccio pericolosamente fragili potranno per esempio essere attraversati solo dai più "leggeri", mentre cumuli di neve eccessivamente profonda costringeranno Lucy a salire in spalla a uno dei fratelli maggiori. Peccato che in ognuna di queste situazioni il personaggio da utilizzare verrà inesorabilmente indicato da un'icona, così da rendere l'esperienza meno accattivante e ancora una volta troppo basilare.
Per molti di questi motivi e soprattutto per la sua struttura semplicistica, Le Cronache di Narnia: il Leone, la Strega e l'Armadio parrebbe un titolo rivolto a un pubblico perlopiù giovane, a dispetto delle schiere di videogiocatori più collaudati: diciamo "parrebbe" perché in realtà il titolo Traveller's Tales compie un altro passo falso nella calibrazione della curva di apprendimento. Se infatti inizialmente l'avventura sembrerà fin troppo semplice, già dopo poco ci troveremo a fare i conti con sequenze ostiche che impenneranno inspiegabilmente la difficoltà del titolo: ciò si tradurrà in passaggi ardui per i meno avvezzi e in inevitabile frustrazione persino per i più esperti e smaliziati.
È invece indubbiamente divertente prendere parte all'avventura in modalità cooperativa: collaborare con un amico per far fronte alle diverse situazioni di gioco aumenta la godibilità del titolo, vuoi per la possibilità di giostrare meglio le abilità dei protagonisti e per pianificare più produttivamente gli attacchi, vuoi perché nelle sessioni di gioco in singolo l'IA dei compagni non è certo sopraffina.

TECNICAMENTE PARLANDO

A livello di pura giocabilità, Le Cronache di Narnia: il Leone, la Strega e l'Armadio non ostenta particolari pregi o difetti, anche se il quadro generale non è del tutto appagante. Il sistema di controllo appare abbastanza intuitivo nell'apprendimento e basato sulla combinazione di tasti per ottenere combo più efficaci; nota negativa va individuata nell'immobilità dell'inquadratura di gioco, che comporta spesso difficoltà di movimento inutili. Da sottolineare è anche la confusione che spesso si genera a schermo nelle baruffe più concitate: complice ancora una volta il posizionamento della telecamera troppo distante, diverrà difficoltoso individuare il proprio personaggio nel caso lo si cambi repentinamente. Le approssimative collisioni con i nemici non migliorano inoltre la situazioni più caotiche, rendendole pertanto a tratti frustranti.
Dal punto di vista strettamente tecnico, Le Cronache di Narnia: il Leone, la Strega e l'Armadio mette in campo un comparto grafico altalenante: se da una parte infatti le ambientazioni e le scenografie appaiono ben realizzate e ispirate (essendo direttamente riprese da quelle altamente evocative apprezzate nel film), dall'altra la resa del dettaglio è piuttosto carente e priva di effetti di rilievo da sottolineare. Le movenze dei personaggi sono quantomai ripetitive; di contro la loro realizzazione è senza dubbio ben fatta, tanto che i quattro protagonisti parranno davvero le loro controparti reali. Menzione di rilievo va portata nei confronti del motore di gioco sempre stabile e mai balbettante, nemmeno nelle fasi più concitate. Troppo brusche e mal calibrate sono invece le cut-scene - sia con grafica in-game che con sequenze direttamente dal film - che piomberanno spesso durante l'azione di gioco facendo credere ad improvvisi mancamenti del DVD (dato che esse saranno precedute da inesorabili schermate nere).
Davvero pregevole è invece il comparto sonoro, composto da musiche di sottofondo direttamente riproposte dalla pellicola cinematografica e da effetti sonori ben campionati e riprodotti: certo essi non si fanno notare per la varietà, ma dimostrano indubbiamente una buona qualità di base e contribuiscono a generare un'atmosfera di gioco evocativa. Molto buono è anche il doppiaggio in italiano, condotto dagli stessi doppiatori del film in modo da ottenere un effetto assolutamente fedele e di sicuro impatto.
Le Cronache di Narnia: il Leone, la Strega e l'Armadio si arrende di fronte al fattore longevità: i 15 livelli nei quali si dipana l'avventura sono infatti troppo brevi nel loro svolgersi e garantiranno un'esperienza di gioco non certo longeva nel tempo. Basteranno infatti meno di una decina di ore per completare il gioco; portando a termine i vari livelli verranno sbloccati dei minigiochi di abilità e dei contenuti relativi alla produzione cinematografica che - pur non allungando la vita al titolo - faranno certamente grande piacere a tutti i fan del pellicola cinematografica.

Voto None stelle su 5
Voto dei lettori
Il genere fantasy offre a tutti i suoi fan una nuova avventura da vivere sullo sfondo di ambientazioni evocative e fantastiche: il buon successo riscosso ai botteghini dal film Le Cronache di Narnia: il leone, la strega e l'armadio è corrisposto alla relativa e inevitabile trasposizione videoludica. Come spesso accade in questi casi il risultato ottenuto punta più che altro a ricreare la medesima essenza che ha fatto grande la pellicola, tralasciando - ahinoi - aspetti più sostanziali sotto il profilo prettamente ludico. Ed è per questo motivo che Le Cronache di Narnia: il Leone, la Strega e l'Armadio parrebbe offrire un'esperienza di gioco indirizzata più a coloro che hanno apprezzato la pellicola sul grande schermo, che ritroveranno con immenso piacere la magica atmosfera del mondo di Narnia con tutti i suoi fantasiosi protagonisti: gli appassionati sapranno certamente chiudere più di un occhio di fronte alle mancanze a livello strutturale che il titolo mostra in diversi frangenti, riuscendo pertanto a godere un titolo soddisfacente nella sua globale realizzazione. Un ottimo comparto sonoro, costituito da musiche di accompagnamento direttamente captate dal film e da un doppiaggio senza dubbio ben fatto e fedele al grande schermo, fa da contraltare a un reparto grafico privo di particolari difetti ma parco in termini di dettaglio e particolari. Resta purtroppo il fatto che chiunque sia alla ricerca di un titolo d'azione capace di risvegliare i propri istinti rimarrà deluso dalla semplicità di fondo che caratterizza il gioco di Traveller's Tales, troppo superficiale e ridondante in alcune sue meccaniche.