Genere
Azione
Lingua
Tutto in italiano
PEGI
7+
Prezzo
€ 44,99
Data di uscita
17/10/2008

LEGO Batman

LEGO Batman Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Warner Bros. Games
Sviluppatore
Traveller's Tales
Genere
Azione
PEGI
7+
Distributore Italiano
Warner Bros
Data di uscita
17/10/2008
Lingua
Tutto in italiano
Giocatori
2
Prezzo
€ 44,99

Lati Positivi

  • Divertente e dissacrante
  • Grafica di buon livello
  • Tanti personaggi...

Lati Negativi

  • ... ma la formula comincia a mostrare la corda
  • Nonostante i costumi, la Storia degli Eroi è un po' troppo ripetitiva
  • Traduzione in italiano con errori da matita rossa

Hardware

Il gioco è stato provato su Xbox 360, ma è disponibile per qualsiasi piattaforma, cellulari compresi!

Multiplayer

L'avventura può essere condivisa con un amico: basta una pressione sul joypad per entrare nel gioco.

Link

Recensione

Quarto capitolo: è il momento di cambiare

Divertente, ma per quanto ancora?

di Simone Soletta, pubblicato il

Giunta sotto la grande ala di Warner Bros., Traveller's Tales ha scelto di non rivoluzionare il suo prodotto più valido e conosciuto, adattandolo semplicemente alle esigenze "bi-personaggio" dell'universo di Batman. Quel che ne scaturisce è un gioco che continua a essere divertente ma che, di quando in quando, comincia a mostrare qualche inceppamento di troppo.

non ci siamo già visti da qualche parte?

Non nel design dei livelli o nell'esperienza di gioco presa nella sua globalità, visto che LEGO Batman è godibile almeno quanto i suoi predecessori, se togliamo quel pelo di ripetitività nella Storia "Eroica" che i diversi costumi riescono appena a miminizzare. Il gioco è divertente, dissacrante, simpatico e propone un impianto audiovisivo ben al di sopra di una convinta sufficienza. E allora?
Allora, è la formula generale che, forse, comincia a mostrare un po' la corda. In più di un'occasione, giocando a LEGO Batman, si ha una sensazione di déjà-vu innegabile; troppo spesso ci si trova di fronte a situazioni già viste, alle medesime leve da tirare "in compagnia", ai tastoni da schiacchiare, agli oggetti da distruggere per rivelare mattoncini utili per assemblare altri oggetti. Gli extra sono sostanzialmente gli stessi, con gli stessi segreti, gli stessi minikit, gli stessi "creatori di personaggi".
Le novità introdotte, poi, non si rivelano particolarmente eclatanti, specialmente un sistema di combattimento che, al di là della possibilità di effettuare lanci e prese, è e resta basilare, ancorato com'è alla semplice, casuale e ripetuta pressione del tasto X del joypad. Il Batarang è utile in alcune situazioni specifiche (enigmi creati ad hoc o battaglie con i nemici), ma negli scontri "normali" la sua attivazione risulta troppo lenta per risultare davvero utile.
Addirittura le cutscene, simpatiche come sempre, ci hanno suggerito in più di un'occasione di passare oltre premendo il tasto per saltarle, segno tangibile che forse è giunto il momento di ritoccare pesantemente la struttura del gioco, prima che la noia faccia definitivamente capolino.

i punti di forza? ci sono ancora

Nel suo complesso, comunque, LEGO Batman è il degno erede dei suoi famosi predecessori: la modalità Storia in sé non è particolarmente lunga o impegnativa, ma naturalmente il gioco non si ferma a questo aspetto, visti i tanti segreti nascosti e gli sforzi necessari per avvicinarsi a una percentuale di completamento degna di questo nome. I personaggi sono divertenti e, nella parte dedicata ai "cattivi", saggiamente diversificati e assemblati tra di loro, in modo da proporre coppie sempre eterogenee e ben assortite. Forse sono proprio i poteri dei singoli "villain" il vero e proprio punto di forza di LEGO Batman, perché costringono ad affrontare gli enigmi proposti con quel pizzico di irrazionalità che può fare la differenza tra un'azione meccanica e un'esperienza divertente.
E poi ci sono i mezzi, da quelli canonici di Batman e Robin protagonisti di livelli personalizzati, a quelli sparsi per i livelli che aiutano ad avanzare, come il devastante demolitore che l'Enigmista e Faccia d'Argilla si trovano a utilizzare nella loro parte di avventura. Anche questi contribuiscono a rendere LEGO Batman godibile oltre ai limiti di una struttura di gioco già vista e vissuta.

come prima, più di prima...

Tecnicamente, poi, c'è davvero poco da criticare: pur non raggiungendo le vette di produzioni blasonatissime (e, probabilmente, il dettaglio di un Gears of War mal si applicherebbe all'impostazione fumettosa di LEGO Batman), quanto viene mostrato sullo schermo è ben definito, dettagliato, vario e godibile. Nessun problema di aggiornamento, nessun rallentamento, texture sempre di buon livello e un'illuminazione rinnovata che, in modo forse poco evidente, riesce a dare volume a una grafica davvero ben amalgamata.
Chi ha amato alla follia LEGO Star Wars, insomma, non dovrebbe lasciarselo sfuggire per nessun motivo, chi invece ha trovato meno riuscito LEGO Indiana Jones, dovrebbe quantomeno concedergli una possibilità (magari scaricando la demo pubblicata da Warner Bros.) prima di depennarlo dalla propria lista della spesa.
Se poi Traveller's Tales sarà in grado di ringiovanire il suo prodotto per le prossime uscite (noi scommettiamo su Harry Potter...), tanto meglio.

Voto 3 stelle su 5
Voto dei lettori
Nonostante l'introduzione di alcune novità e la nuova impostazione, LEGO Batman non riesce a diversificarsi troppo dai suoi predecessori. Se questo sia un motivo in più per acquistarlo o la scusa per starne alla larga, chiaramente, è il lettore che deve stabilirlo: di fatto la formula comincia a mostrare qualche segno di iper-sfruttamento e il gioco, pur mantenendosi divertente, non manca di proporre situazioni che sanno di "già visto".

Commenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!