Genere
Avventura
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
Inverno 2015

LEGO Marvel's Avengers

LEGO Marvel's Avengers Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Warner Bros. Games
Sviluppatore
TT Games
Genere
Avventura
Distributore Italiano
Warner Bros
Data di uscita
Inverno 2015

Lati Positivi

  • Tecnicamente migliorato.
  • Un'infinità di personaggi.
  • Potenzialmente semi-infinito.
  • Riassume la storia del MCU fino ad oggi.

Lati Negativi

  • Ritmo altalenante.
  • Pochissime novità.
  • Doppiaggio deludente.

Hardware

LEGO Marvel's Avengers è disponibile per Xbox One, Xbox 360, PS4, PS3, PC e 3DS.

Multiplayer

E possibile affrontare ogni missione di gioco in coop locale affidando un secondo pad ad un altro giocatore seduto affianco a noi sul divano.

Modus Operandi

Abbiamo ripercorso la storia degli Avengers sul grande schermo grazie a una copia promo per Xbox One gentilmente fornitaci da Warner Bros Italia.
Recensione

Vendicatori uniti... un mattoncino alla volta.

Nuovo crossover tra LEGO e il Marvel Universe, questa volta deidcato agli Avengers

di Claudio Magistrelli, pubblicato il

Non si può negare che i giochi della serie LEGO firmati da TT Games di fondo tendano ad assomigliarsi un po' tutti. Fatta eccezione per LEGO City, capitolo anomalo per diversi motivi sia perché unico a non essere legato a una licenze di terze parti che per l'esclusiva alle piattaforme Nintendo, dai tempi di LEGO Star Wars l'evoluzione del filone “avventure a mattoncini” non ha fatto segnare grandi picchi. Se si esclude una componente free roaming subentrata nei titoli più recenti, la formula (quasi sempre vincente) è immutata da anni. Si prende una licenza famosa, la si trasforma in uno scenario realizzato coi mattonicini più famosi del mondo, si aggiunge una buona dose di ironia e si mettono in scena sequenze inedite o parodie a seconda dei casi.

Il gioco è prodotto dalla Warner Bros., società che controlla la DC Comics, ovvero la principale concorrente della Marvel - LEGO Marvel's Avengers
Il gioco è prodotto dalla Warner Bros., società che controlla la DC Comics, ovvero la principale concorrente della Marvel

A ripensarci però ci sarebbe anche un altro gioco, sostanzialmente sempre uguale a sé stesso dal primo giorno, che si affida alle versioni su licenza per sfornare nuovi successi ogni anno. Sapete qual è il suo nome ? Esatto, proprio LEGO. Ogni nuovo set si rivolge a due categorie di persone: quelle che amano i LEGO a prescindere (un buon 98% del genere umano, a stare bassi) e gli appassionati della serie/cartone/fumetto che quel set specifico riproduce. Facendo un rapido calcolo, se non siamo al 100% di chi calpesta il nostro pianeta, beh, lo sfioriamo di un nulla. Ora pensate alla commovente caserma dei Ghostbusters, la sintesi perfetta di questa formula sempre uguale proprio perché così perfetta, e diteci se in fondo al vostro cuore riuscite ad avere pensieri brutti sui LEGO? No, impossibile, vero? Ora, non vogliamo certo spingerci fino a sostenere che anche i videogiochi a tema LEGO abbiano anche solo sfiorato la perfezione delle controparti fisiche, ma non vi sembra di voler già più bene a questo LEGO Marvel's Avengers?

Dal grande schermo ai piccoli mattoncini

Se avete seguito il nostro ragionamento fino a qui (grazie, nel caso) non vi stupirà sapere che la caratteristica principale del nuovo gioco LEGO realizzato TT Games si può riassumere nella presenza al centro della scena degli Avengers, ovvero gli eroi più potenti della Terra (nell'universo Marvel) nel caso ci sia ancora giro qualcuno che non ha mai sentito parlare di loro. Questa volta però non siamo in presenza di un gioco semplicemente ispirato a un franchise, ma ad una riproduzione composita del percorso cinematografico degli Avengers nel corso di numerose pellicole, realizzato attraverso un taglia e cuci di scene provenienti da più film, ricostruite a video un mattoncino alla volta.

Le diverse sezioni riprendono le scene più spettacolare della fase 1 e 2 del Marvel Cinematic Universe - LEGO Marvel's Avengers
Le diverse sezioni riprendono le scene più spettacolare della fase 1 e 2 del Marvel Cinematic Universe

Il mosaico ottenuto è estremamente interessante, soprattutto per come riesce a dimostrare concretamente la coesione narrativa e tematica dell'universo Marvel sul grande schermo, ma mostra il fianco anche a qualche inevitabile critica. Prima fra tutti, la difficoltà nel comprendere appieno il disegno globale senza aver visto le pellicole, ma poco male, difficilmente chi si metterà di fronte allo schermo risulterà del tutto a digiuno di Avengers. Un po' più fastidiosa è la confusionaria struttura che tiene insieme le varie scene, proposte in ordine sparso con la scusa dei flash-back, con le sequenze narrative che faticano a svolgere il loro ruolo di collante.
Ad essere onesti, anche con le trame originali dei capitoli precedenti – LEGO Batman 3- Gotham e oltre, un esempio su tutti – abbiamo riscontrato problemi simili. In fondo le scene d'intermezzo sembrano spesso più dei pretesti per inserire le gag fondate sul peculiare spirito che attraversa trasversalmente tutti i capitoli dell'epopea LEGO, a cavallo tra i goliardico e il dadaista, senza coltivare eccessive ambizioni narrative. Purtroppo a rovinare i minuti di piacevole relax tra una missione e l'altra interviene questa volta un doppiaggio di basso livello che fa uso di voci diverse rispetto a quelle a cui ci eravamo ormai abituati al cinema. La recitazione è comunque professionale, ma l'intonazione e la partecipazione non di rado stonano con il comportamento dei personaggi a video. Il volume del parlato poi sovrasta eccessivamente gli effetti ambientali, compromettendo ulteriormente l'immedesimazione. In compenso dal punto di vista grafico siamo di fronte a un salto in avanti rispetto al passato, con un design dei personaggi ancora migliore del solito e fondali più definiti e dettagliati.

Tecnicamente LEGO Marvel's Avengers è il prodotto più valido della serie - LEGO Marvel's Avengers
Tecnicamente LEGO Marvel's Avengers è il prodotto più valido della serie

ANCORA E ANCORA

Quando arriva il momento di scendere in campo però, tutto il feeling familiare della saga torna subito al suo posto. Come d'abitudine troviamo una decina abbondanti di missioni da affrontare con un gruppo prefissato di eroi: il manipolo affidato al giocatore di volta in volta nel corso della modalità principale dispone di tutte le abilità necessarie per arrivare alla fine del livello, ma non quelle utili ad accedere ad ogni sua parte. Una volta completata però ogni porzione dell'avventura può essere rigiocata pescando tra un roster di circa 200 supereroi sbloccabili per sfruttare le loro abilità e raggiungere collezionabili nascosti, blocchi speciali, o l'immancabile Stan Lee solitamente incastrato in una situazione di pericolo da qualche parte.
Moltiplicando questo approccio per la quindicina di missioni, le diverse tipologie di collezionabili e la smisurata quantità di eroi classici e moderni, famosi o noti solo al più incallito del lettori Marvel, il risultato può variare fino a raggiungere un centinaio di ore di gioco, spannometricamente necessarie ad ottenere tutto ciò che il gioco consente di sbloccare. Non importa poi molto che la sola novità di rilievo nel gameplay sia rappresentata dagli attacchi di coppia e che in alcuni frangenti appaia poco chiaro quel che il gioco si aspetta da noi. LEGO Marvel's Avengers si rivolge a un pubblico ben preciso, come i mattoncini su cui poggia il suo fascino. Chi ha già giocato un capitolo precedente e si è divertito troverà un passatempo altrettanto piacevole, che richiede un certo sforzo mentale per affrontare i puzzle, sapendo però che alla peggio basta distruggere tutto quello che si può fracassare nello scenario e prima o poi la soluzione salterà fuori. Basta ricordarsi qual è l'abilità principale del proprio personaggio (diventare invisibile come Nick Fury o la Vedova Nera, uno scudo indistruttibile che Cap può lanciare dove vuole... o spaccare cose nel caso di Hulk!) e osservare con un poco di attenzione i paraggi per trovare il punto dello scenario che richiede il nostro intervento.

Per allargare oltre misura il numero dei personaggi disponibili TT ha pescato nel sottobosco dell'universo Marvel. Quanti di voi conoscevano Squirrel Girl? - LEGO Marvel's Avengers
Per allargare oltre misura il numero dei personaggi disponibili TT ha pescato nel sottobosco dell'universo Marvel. Quanti di voi conoscevano Squirrel Girl?

Per chi è cresciuto a pane e fumetti Marvel invece l'idea di un gioco con 200 personaggi utilizzabili mette i brividi, proprio come la prima volta in cui che è stato pronunciato “Avengers assemble!” sullo schermo di un cinema. Certo, ci sarebbe sempre quel LEGO Marvel Heroes uscito poco tempo fa, ma il Vero Credente l'ha già finito e ne vuole ancora.

Voto 4 stelle su 5
Voto dei lettori
LEGO Marvel's Avengers non si rivolge a chi è in cerca di sorprese o novità. In fondo sarebbe anche ingeneroso chiederglielo, la serie di basa da sempre su ironia, action scaccia pensieri e abbondanti dose di fan service. Tutti elementi presenti in abbondanza anche in questa occasione. Il doppiaggio sotto tono vi farà probabilmente storcere il naso, ma se le avventure degli eroi più potenti del mondo vi affascinano da sempre LEGO Avenger riuscirà ad intrattenervi senza difficoltà per una decina abbondante di ora (che alla fine potrebbero anche trasformarsi in un centinaio nel caso siate collezionisti indomiti).

Commenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!