Genere
Avventura
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
30/1/2015

Life is Strange

Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Square Enix
Sviluppatore
Dontnod Entertainment
Genere
Avventura
Data di uscita
30/1/2015
Approfondimento

Life is Strange nei negozi!

Disponibile l'edizione limitata del titolo Dontnod

di Marco Ravetto, pubblicato il

Se dovessimo scegliere un titolo uscito nel 2015 da consigliare a una persona che non conosce il mondo dei videogiochi, o ancor meglio a una persona che ritiene che i videogiochi siano una cosa da bambini, questo titolo sarebbe con tutta probabilità Life is Strange. La produzione di Dontnod è infatti la dimostrazione lampante di come sia possibile sviluppare giochi capaci di trattare temi adulti, e di far riflettere, coinvolgere, divertire ed emozionare… ora anche dagli scaffali di un negozio!

Nel corso del gioco saremo chiamati a prendere alcune importanti decisioni... - Life is Strange
Nel corso del gioco saremo chiamati a prendere alcune importanti decisioni...

LA VITA È STRANA

Conclusa l’avventura di Maxine Caulfield con la pubblicazione del quinto episodio lo scorso ottobre, Life is Strange torna a far parlare di sé grazie all’uscita di una collectors edition “fisica” che non si limita a raccogliere tutti i capitoli della storia, ma che racchiude anche alcuni extra decisamente gradevoli. Sicuramente piacevole da guardare l’art book di 32 pagine, al cui interno si susseguono diverse immagini di gioco e bozzetti inediti relativi alle fasi di produzione, apprezzabile anche il CD che contiene l’intera colonna sonora del gioco, mentre una serie di interviste (che saranno comunque disponibili tramite un aggiornamento anche per chi ha comprato il titolo negli store online) forniscono interessanti informazioni sulle fasi di sviluppo.
Se tutte queste aggiunte potrebbero spingere anche chi ha già acquistato il titolo in versione digitale a versare un ulteriore obolo (peraltro meritatissimo) a Dontnod, il motivo che rende questa edizione particolarmente appetibile per i “neofiti” è invece la presenza della localizzazione in italiano. Non una localizzazione completa, stiamo parlando solamente dei sottotitoli (nessun doppiaggio, quindi l’audio resta in inglese), ma comunque più che sufficiente a consentire a chi non ha potuto giocare a Life is Strange per questioni linguistiche di girovagare tranquillamente tra le strade di Arcadia Bay e fare la conoscenza con il ricco cast che accompagna Max nel corso dell’avventura. La qualità del lavoro svolto dai traduttori è nel complesso discreta, anche se in alcune situazioni vengono utilizzati termini a dir poco anacronistici (il “signorinella” con cui a un certo punto David Madsen si rivolge a Max sembra uscito direttamente dagli anni ’40) e in altri lo slang giovanile con cui si esprimono i vari personaggi viene decisamente annacquato (ad esempio il termine “sexting”, che non ha una traduzione in italiano, diventa un semplice “messaggini erotici”) e perde leggermente di mordente. Nulla che pregiudichi in maniera eclatante l’esperienza di gioco, solo che limitandosi alla lettura dei sottotitoli si perde qualche piccola sfumatura.

Il contenuto della Limited Edition, disponibile per PS4, Xbox One e PC - Life is Strange
Il contenuto della Limited Edition, disponibile per PS4, Xbox One e PC

FORTI EMOZIONI

Al netto di qualche incertezza della traduzione Life is Strange resta comunque uno dei migliori esponenti di un genere che si sta ritagliando una fetta sempre maggiore di mercato. Come abbiamo già scritto nelle recensioni dedicate ai singoli capitoli (qui il nostro pezzo, ovviamente privo di alcun tipo di spoiler, dedicato al primo episodio), l’avventura di Max Caulfield vanta una sceneggiatura di assoluto livello, con situazioni che toccano temi importanti e delicati (suicidio, bullismo ed eutanasia tra gli altri) che costringono a riflettere attentamente sulle proprie scelte. Dal punto di vista prettamente ludico, Life is Strange è un titolo facile da giocare, che non richiede alcun tipo di impegno per essere portato a termine, ma ciò che non viene “speso” in termini di velocità dei polpastrelli viene recuperato con gli interessi in quanto a emotività, a patto ovviamente di entrare in sintonia con l’atmosfera del gioco e di riuscire a immedesimarsi nei panni di una giovane studentessa e lasciarsi catturare dalla vicenda di cui è protagonista.
Noi lo abbiamo fatto, e in almeno un paio di situazioni ci è capitato di restare immobili a guardare lo schermo per qualche minuto, con due opzioni che pulsavano di fronte a noi, e un solo pensiero che ronzava nella nostra mente “e ora, cosa scegliamo?”...


Commenti

  1. Cliff

     
    #1
    grazie dello speciale :)...amo questo genere di giochi ma lo avevo completamente saltato non amando i giochi non "fisici".questa limited non me la faccio scappare...
  2. kuja89

     
    #2
    e cosi che i giochi devono arrivare tradotti nei testi e in formato fisico
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!