Genere
Puzzle Game
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
ND

Little Deviants

Little Deviants Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Sony Computer Entertainment
Sviluppatore
BigBig Studio
Genere
Puzzle Game
Distributore Italiano
PlayStation Store

Hardware

Little Deviants è un’esclusiva per PlayStation Vita, il gioco dovrebbe uscire il prossimo anno in concomitanza con lancio della console.

Multiplayer

Little Deviants includerà modalità multiplayer (probabilmente di tipo asincrono) fruibili online e supportate da Trofei e classifiche.

Modus Operandi

Abbiamo provato alcune modalità di gioco e altre ce ne sono state mostrate, nel corso di un appuntamento a porte chiuse alla Gamescom 2011.
Hands On

Semplicità e sorrisi al servizio di PS Vita

Presentazione e prova giocata alla Gamescom 2011.

di Matteo Camisasca, pubblicato il

Con la storia di Little Deviants non si scrive certamente un romanzo: c’è un armata di simpatici e cattivissimi robot che dà la caccia attraverso lo spazio a un esercito di ancor più simpatici e pazzi esserini, i Deviant. La loro astronave, colpita, esplode e precipita su un pianeta disperdendo una valanga di Deviant e compito del giocatore è prendersi cura dei piccoli esserini salvarli dai cattivi robot e al contempo evitare che diano troppe noie agli abitanti del pianeta. Nei fatti che abbiamo visto in azione e provato su PlayStation Vita (piattaforma per cui nasce appositamente il gioco), tutto questo si traduce in una schiera di piccole situazioni giocabili, che appaiono come un vero manifesto delle caratteristiche peculiari della console Sony.

Da Marble Madness al wrestling, passando per il social

Estrema semplicità e divertimento sono le parole chiave che caratterizzano i micro-giochi che compongono Little Deviants. Prendiamo quello in cui bisogna condurre il Deviant-pallina a una sorta di vortice che lo risucchia: in questo caso non si muove direttamente il Deviant, ma col tocco (“delicato”, ci ha esortato il Lead Designer del gioco) di un dito si deforma in tempo reale il terreno di gioco, dando vita a una montagnetta mobile e animata con cui “spingere”, un tocco dopo l’altro, il “mostriciattolo” verso la destinazione, non senza fargli raccogliere un po’ di bonus sparsi sul terreno di gioco. Ancor più elementare il Wrestling, visto oggi per la prima volta qui a Colonia. Con un tocco sullo schermo si trascina il Deviant verso le corde del ring stile Wrestling, per poi fiondarlo letteralmente contro i nemici, zombie in questo caso. Un altro gioco svelato solo oggi chiede anzitutto di orientare PS Vita in verticale, per scalare insieme al Deviant di turno un palazzo su una piattaforma stile lavavetri, raccogliendo gli immancabili bonus ed evitando di rovinare in basso. Un altro gioco ancora, che abbiamo provato, è il classico esempio di “realtà aumentata”: sullo sfondo di quanto riprendiamo con la telecamera posteriore di Vita va in scena una battaglia aerea e il giocatore questa volta è coinvolto nel controllare una postazione fissa da terra per abbattere i robot volanti che insidiano i Deviant. Probabilmente, per ciascuna delle caratteristiche di PS Vita o combinazione di esse esiste un gioco a base di Deviant (poteva mancare quello in cui si canta con i Deviant attraverso il microfono della console?). E questa varietà è preludio di un mondo destinato ad espandersi successivamente al debutto del gioco e a sfruttare perfettamente ulteriori feature della console. Per esempio l’applicazione “Near”, di cui Little Deviants utilizzerà praticamente ogni aspetto, compresa la possibilità di interagire con altri utilizzatori del gioco, aggiungendoli fra i propri amici, chattando, giocando con loro (ci sarà anche il multiplayer, ma tutto da svelare ancora in dettaglio) e scambiando e regalandosi livelli.

Il wrestling mostrato oggi per la prima volta a Colonia - Little Deviants
Il wrestling mostrato oggi per la prima volta a Colonia

Un gioco per tutti?

Colorato, pulito, disegnato con stile accattivante, Little Deviants non è il gioco che fa gridare al miracolo grafico, ma appaga e fa il suo dovere dal punto di vista tecnico. Può lasciare perplessi la sua semplicità e certamente non sarà un gioco che stona in un contesto famigliare, dove potrà essere apprezzato da giocatori di diverse generazioni, secondo diverse chiavi di lettura. Personalmente ci siamo divertiti nel provarlo e la sua estrema immediatezza riteniamo sarà il miglior biglietto da visita per il suo possibile successo. Da verificare aspetti come la longevità, garantibile solo se il numero di giochi sarà infine veramente importante. Diversamente l’offerta potrebbe rivelarsi un po’ troppo “leggera” per i giocatori più evoluti.


Commenti

  1. Gea-r

     
    #1
    Con questo gioco hanno fatto una cassata imho.

    Se fosse rimasto uguale a come l'avevano presentato a Gennaio poteva essere il gioco che avrebbe dimostrato la bontà del retrotouch e sarebbe stato indubbiamente più interessante...come raccolta di minigiochi è poco interessante e tra l'altro è anche uno spreco, visto che i Bigbig a questo punto potevano fare un Motorstorm o un pursuit Force con i controcaxxi.Una raccolta di minigiochi del genere la potevano lasciare pure ai Novarama, o ai London Studios <.<
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!