Genere
ND
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
ND

Lost Boys

Intervista

Due chiacchiere coi ragazzi perduti: intervista ai Lost Boys

Siete rimasti colpiti dall'anteprima di Knights? Oppure siete in cerca di un picchiaduro o di uno sparatutto di elevata qualità per il vostro Game Boy Advance? Allora la seguente chiacchierata coi ragazzi di Lost Boys Games potrebbe interessarvi molto! Andiamo insieme a scoprire una delle software house emergenti più interessanti del panorama videoludico

di Stefano Castelli, pubblicato il

Nextgame: Il design dei combattenti è davvero particolare e intrigante. C'è una specie di trama che li riguarda? Ci sarà uno "Story Mode" incluso nel gioco?

Lost Boys: Si, avremo uno story mode che sarà simile a quello trovato in Soul Calibur, dove il giocatore deve viaggiare per il mondo per partecipare a combattimenti e vincere, raccogliere denaro e comprare modalità di gioco aggiuntive, immagini per la galleria di illustrazioni e così via. La storia principale verrà anche narrata nella modalità Arcade tramite l'uso di scene animate e sequenze finali.

Nextgame: Street Fighter 2, Mortal Kombat, The King Of Fighters: la libreria di picchiaduro per Game Boy Advance sta crescendo molto bene. Come si opporrà Fire Eaters ad avversari tanto famosi?

Lost Boys: Probabilmente uno dei nostri vantaggi è che noi abbiamo provato a creare qualcosa di nuovo in termini di design dei personaggi e sistema di combattimento. Fire Eaters è stato specificatamente studiato per il Game Boy Advance, mentre la maggior parte dei nostri competitori sta eseguendo conversioni di giochi già esistenti da differenti piattaforme.

Nextgame: Che tipo di modalità multiplayer saranno disponibili in Fire Eaters? Il gioco supporterà l'azione multiplayer con una singola cartuccia?

Lost Boys: Fire Eaters comprende varie modalità multiplayer. E' molto improbabile però che saremo in grado di supportare il collegamento con una singola cartuccia, poiché il gioco è graficamente molto pesante e perciò più difficile da trasferire, sebbene sia un'opzione che stiamo ancora analizzando.

Nextgame: Kaisertal, il vostro sparatutto per Game Boy Advance, ricorda in qualche modo alcuni grandi classici del passato, come Raiden. Avete tratto ispirazione da qualche gioco in particolare?

Lost Boys: La nostra ispirazione proviene da molti differenti sparatutto. I più ovvi sono Salamander di Konami per il suo valido livello di difficoltà e la serie di Aleste (Compile) per il climax e l'atmosfera. Molti sparatutto di questi tempi sono basati unicamente sull'accumulo del punteggio e hanno spesso avversari privi di carattere. Noi abbiamo cercato di fare di Kaisertal una sorta di sparatutto-avventura, e abbiamo creato nemici che sono riconoscibili, cosicché risultino vivi e siano parte integrante del mondo di gioco. E' possibile imparare il loro comportamento e reagire di conseguenza per poterli sconfiggere.

Nextgame: Quali sono le principali caratteristiche di Kaisertal? Che tipo di sistema di armamento includerà?

Lost Boys: Il sistema di armamento è qualcosa di differente da quello degli altri sparatutto. Utilizza degli alloggiamenti per molteplici differenti armi, che il giocatore può selezionare in qualsiasi momento durante il gioco. Inoltre, ogni arma può essere potenziata fino a un determinato livello.

Nextgame: Quante differenti navicelle sono selezionabili in Kaisertal?

Lost Boys: Il giocatore può scegliere tra due diverse astronavi, che differiscono per il sistema di armamento base e per il numero di possibili "lock" sui bersagli.

Nextgame: Kaisertal includerà anche sezioni a scrolling orizzontale?

Lost Boys: No, Kaisertal utilizza unicamente scrolling verticale. La ragione principale per cui abbiamo deciso di realizzarlo in questo modo è che volevamo creare un mondo che apparisse simile al nostro pianeta (con foreste, laghi, montagne e via dicendo), ma allo stesso tempo differente. Vogliamo che il giocatore si senta a casa, rimanendo però conscio del fatto di trovarsi su un altro pianeta. Per creare un mondo simile c'è bisogno di spazio per la realizzazione di laghi e foreste e provare a farlo in un gioco a scrolling orizzontale si traduce in un lavoro molto difficile. Inoltre, abbiamo cercato di creare un climax particolare per il gioco, dove il giocatore inizia in alto e al sicuro nei cieli dei primi livelli, mentre negli stage successivi si troverà molto più vicino al suolo e la sua navicella aumenterà in velocità. Per raggiungere tale illusione di profondità e velocità abbiamo dovuto necessariamente scegliere un metodo di scrolling verticale.

Nextgame: Avete intenzione di introdurre qualche tipo di opzione per più giocatori in Kaisertal?

Lost Boys: Si, il gioco comprende una modalità Arcade per due giocatori, che include alcuni appositi extra.

Nextgame: Molti sparatutto da sala giochi utilizzavano monitor posti "verticalmente", per valorizzare la profondità di campo e "allungare" così la visuale: avate previsto un'opzione analoga anche in Kaisertal? Una modalità in cui è necessario tenere il Game Boy Advance per il senso della sua altezza?

Lost Boys: Avevamo questa idea quando abbiamo cominciato lo sviluppo del gioco, ma poi abbiamo pensato che il Game Boy Advance non è progettato per essere tenuto in quella posizione, come ad esempio è invece il WonderSwan di Bandai. Resta comunque una buona idea e magari, se mai creeremo un Kaisertal 2, potremmo aggiungerla tra negli extra.

Nextgame: Una domanda molto importante: potete fornirci alcune verosimili date di uscita per i vostri videogame?

Lost Boys: Kaisertal - Pasqua 2002
Fire Eaters - Pasqua 2002
Knights - Natale 2002 (PS2) Altre versioni - Pasqua 2003
Progetto Segreto Sony - Estate 2003
Call of the Dragonfly - Autunno 2003

Nextgame: E' tutto. Solo un'ultima domanda: c'è qualcosa che vorreste dire ai lettori di Nextgame.it?

Lost Boys: Vorremmo ringraziare tutti coloro che hanno dimostrato interesse nei nostri videogame fino ad ora. Siamo molto felici che così tante persone siano interessate a noi e alle cose che stiamo preparando. Tenete d'occhio i nostri giochi, quando saranno nei negozi!

Un ringraziamento speciale va ai ragazzi di Lost Boys Games che hanno collaborato all'intervista:
Martin de Ronde (Direttore Commerciale), Mathijs de Jonge (Artista - Kaisertal & Fire Eaters), David Lazarus (Produttore, Knights) e Doug Walker (Creative Producer, Call of the Dragonfly).