Genere
Sparatutto
Lingua
Sottotitoli in Italiano
PEGI
16+
Prezzo
ND
Data di uscita
ND

Lost Planet: Extreme Condition

Lost Planet: Extreme Condition Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Capcom
Sviluppatore
Capcom
Genere
Sparatutto
PEGI
16+
Distributore Italiano
Electronic Arts Italia
Lingua
Sottotitoli in Italiano
Giocatori
16
Formato Video
HDTV
Formato Audio
Surround 5.1

Lati Positivi

  • Distruttivo, frenetico e adrenalinico
  • Con il giusto approccio diviene profondo e divertente
  • Visivamente sbalorditivo
  • Tante armi e tanti mech

Lati Negativi

  • Inubbiamente caotico
  • Armamentario non molto ben bilanciato
  • Sporadici problemi di sincronia
  • Sistema di rinascita sulle mappe mal studiato

Hardware

Per affrontare il freddo polare e dare inizio alla distruzione online in compagnia di amici sono necessari una console Xbox 360, un joypad, una confezione originale del gioco, un abbonamento Gold al servizio Xbox Live e una connessione ADSL o analoga.

Multiplayer

Le modalità di gioco multiplayer online supportano un massimo di sedici giocatori e si suddividono in "eliminazione team" (uccisioni a squadre), "eliminazione avversario" (tutti contro tutti), "conquista la stazione dati" (in cui è necessario prendere il controllo di determinati punti delle mappe a favore della propria squadra) e "fuggitivo" (una sorta di caccia alla lepre).

Link

Recensione

Sotto zero in compagnia di amici

Distruttivo e frentico anche in multiplayer online...

di Luca Airoldi, pubblicato il

Le modalità di gioco multiplayer online di Lost Planet riprendono pienamente lo spirito che caratterizza la componente single player del titolo di Capcom: il gameplay frenetico e distruttivo che permea gran parte dell'esperienza in singolo offline viene infatti riproposto alla perfezione anche nelle sfide online. Del resto, mancando di una modalità di gioco in cooperativa online, sempre più alla moda, Lost Planet aveva il compito di offrire un supporto multiplayer di una certa caratura, che potesse coinvolgere e divertire non solo visivamente, ma anche in termini di puro gameplay.

PAROLA D'ORDINE DISTRUZIONE

Come accennato, le modalità di gioco online di Lost Planet pongono l'accento sulla frenesia e sulla distruzione più totale: non c'è dubbio che tutto ciò si traduca in sensazioni di spaesamento e confusione durante le prime sfide (e forse anche un po' oltre), fomentate da un'orgia visiva di effetti grafici e spettacolari esplosioni.
Lost Planet giocato in multiplayer online è tutto questo: un concentrato di adrenalina distillata a suon di mitragliatrice, granate e lanciarazzi dalla potenza di fuoco incommensurabile. Saranno necessarie non poche sessioni di gioco per comprendere appieno le meccaniche che governano le quattro modalità di gioco disponibili, se non altro per tentare di stabilire un minimo di chiarezza sul da farsi, senza dunque lasciarsi prendere dal panico e gettarsi in azioni prive di un vero significato. Sebbene infatti il gameplay del reparto multiplayer online di Lost Planet si sbilanci fortemente verso una componente più votata all'immediatezza e allo sparo "libero", cercando di ragionare sugli obiettivi da portare a termine si apre un'esperienza di gioco certamente più ricca e sfaccettata.
Da questo punto di vista il design delle mappe - che spaziano da ambienti fin troppo circoscritti a distese di ghiaccio e neve ben più ampie e su cui fioriscono complesse strutture fatiscenti - si presta a essere esplorato e vissuto da chi ovviamente ha interesse a viverlo ed esplorarlo: in questo senso appare di vitale importanza il rampino, in grado di fare la differenza perchè unico strumento con il quale si possono raggiungere determinate zone strategiche delle mappe. Allo stesso modo, il sistema di controllo che deputa ai due tasti LB e RB la rotazione fulminea di 90° della visuale diviene fondamentale se usato a dovere nei momenti di battaglia più caotica, così come saper sfruttare l'ampio ventaglio di armi - invero un po' sbilanciato in potenza di fuoco - e di mech disponibili gioca un ruolo essenziali ai fini di una buona resa sul campo di battaglia.
Se al primo impatto, dunque, le modalità online di Lost Planet possono apparire senz'alcun dubbio eccessivamente confusionarie, adottando l'approccio corretto al gioco e sfruttandone le prerogative, il divertimento è indubbiamente assicurato.

TRA GHIACCI E ORGIE VISIVE

Oltre a riprenderne il gameplay, il comparto online di Lost Planet ricalca alla perfezione anche l'ottima performance tecnica sfoggiata nel'esperienza di gioco in singolo: l'impatto visivo pirotecnico, dettagliato e convincente, regala sensazioni che impressionano esattamente come accade giocando offline, senza dunque nessun compromesso riduttivo.
Del resto però, non mancano alcuni difetti "tecnici" che fanno presagire l'intervento da parte degli sviluppatori attraverso eventuali patch correttive: sebbene sia raro assistere a sessioni di gioco inficiate da lag, può capitare di incorrere in problemi di sincronia e di corretta individuazione della posizione degli avversari, o di poter sfruttare poco eticamente a proprio favore un sistema di rinascita sulle mappe mal studiato. Piccoli nei che comunque non arrivano a intaccare la sostanza che il gioco multiplayer online di Lost Planet offre, così distruttivo, ricco di adrenalina e certamente capace di divertire chiunque abbia già apprezzato il single player del'ottimo sparatutto di Capcom: un'ottimo modo per affrontare il freddo polare in compagnia di amici...

Voto None stelle su 5
Voto dei lettori
Il gameplay distruttivo e adrenalinico che caratterizza le sessioni di gioco in single player di Lost Planet viene perfettamente trasportato nelle modalità multiplayer online del titolo di Capcom: sebbene infatti inizialmente maturino sensazioni di spaesamento e confusione dovute all'eccessiva frenesia che governa l'azione di gioco, adottando un approccio corretto e facendo leva sulle prerogative che lo stesso gameplay, le mappe di gioco e l'attrezzatura bellica propongono, i risultati sono ampiamente garantiti. Il reparto audiovisivo di forte impatto corona infine un'esperienza di gioco elettrizzante anche online, a conferma dell'ottima qualità complessiva dell'ultimo sparatutto di Capcom.