Genere
Action RPG
Lingua
Sottotitoli in Italiano
PEGI
12+
Prezzo
49,90 Euro
Data di uscita
30/3/2007

Lunar Knights

Lunar Knights Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Konami
Genere
Action RPG
PEGI
12+
Distributore Italiano
Halifax
Data di uscita
30/3/2007
Lingua
Sottotitoli in Italiano
Giocatori
4
Prezzo
49,90 Euro

Hardware

Per giocare a Lunar Knights avrete bisogno di un Nintendo DS e una copia originale del gioco in formato PAL. Segnaliamo di come, nonostante il suo utilizzo non sia necessario, Lunar Knights supporti l'utilizzo del sensore solare utilizzato dai precedenti Boktai, e che va alloggiato nel vano della console destinato alle cartucce Game Boy Advance.

Multiplayer

Sino ad un massimo di quattro giocatori possono darsi battaglia attraverso la modalità multiplayer wireless predente all'interno di Lunar Knights.

Link

Recensione

Boktai cambia pelle

Il quarto capitolo giunge in occidente sotto mentite spoglie.

di Andrea Focacci, pubblicato il

Molti di voi avranno sentito parlare almeno una volta di Boktai, una delle rare incursioni di Hideo Kojima al di fuori del caldo nido allestito per lui da mamma Sony. Si trattava di un gioco di ruolo con visuale isometrica per Game Boy Advance dotato di una peculiarità alquanto originale: gran parte delle sue meccaniche di gioco si basavano sulla presenza della luce solare, che poteva essere captata esclusivamente alla luce diurna e attraverso un apposito accessorio presente all'interno della confezione.
Per dire, la luce di una lampadina non veniva riconosciuta come adatta e alcuni passaggi del gioco, senza la presenza di raggi solari, erano assai improbabili da superare: insomma una trilogia che non ha goduto di vendite altisosanti proprio a causa delle sue stesse peculiarità e della quale, in occidente, abbiamo visto solo i primi due capitoli.

UN NUOVO INIZIO

Potremmo definire Lunar Knights come il figlioccio illegittimo della saga di Boktai, dove la traduzione ha preferito ripiegare su un adattamento che staccasse di netto con il passato, proprio per trasmettere la sensazione di trovarsi innanzi ad un nuovo inizio, corroborato da un sistema di gioco più flessibile e meno invasivo nelle abitudini del giocatore rispetto a quello originariamente ideato da Hideo Kojima. La componente notturna/diurna è sempre importante, ma l'alternarsi del sole e della luna è ora simulato in modo ciclico sullo schermo superiore del Nintendo DS, che restituisce anche dati importanti sulla temperatura e l'umidità dell'ambiente.
Viste le caratteristiche diametralmente opposte dei due protagonisti - uno spadaccino oscuro e un pistolero del sole - ne consegue che sarà molto importante scegliere i tempi e le modalità opportune della loro alternanza, sia in funzione dei nemici che si pareranno davanti che nella risoluzione di alcuni enigmi (per la verità piuttosto elementari): sia Lucian che Aaron, infatti, sono in grado di attingere a piene mani dai loro poteri se situati in zone nelle quali la luce riesce a filtrare, sia perché in campo aperto o perché in presenza di finestre e lucernai.

RAGGI DI SOLE / RAGGI DI LUNA

Nel caso non si possa attingere immediatamente al proprio elemento primario, sarà necessario agire di conserva e centellinare le forze in modo sapiente, magari integrando le energie con le cibarie presenti nell'inventario: se il cacciatore di vampiri sarà sempre in grado di brandire la propria spada, pur avendo dato fondo a tutta la sua riserva magica, il piccolo Aaron vedrà invece la canna della sua pistola ammutolirsi, rimanendo del tutto indifeso e introducendo un'interessante componente strategica nella gestione della coppia.
Componente che si fa ancora più decisa a mano a mano che il gioco metterà a disposizione nuovi Terrennials dai quali attingere risorse magiche: si tratta in soldoni di entità elementali liberate dalla schiavitù dei vampiri, che permetteranno non solo di infondere particolari caratteristiche alla propria arma, ma anche di influire sulle condizioni climatiche in alcune zone del pianeta. Se, nel primo caso, è palese come - per esempio - un mostro composto da ghiaccio possa perire con più facilità di fronte a una lama attraversata dal fuoco, nel secondo caso potrebbe essere utile alzare la temperatura dell'ambiente sino a vette aride, in modo da asciugare il letto dei fiumi e scovare tesori o passaggi segreti sino a quel momento celati.