Genere
Azione
Lingua
Inglese
PEGI
16+
Prezzo
€ 9,99
Data di uscita
25/1/2011

Magicka

Magicka Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Paradox Interactive
Sviluppatore
Arrowhead Game Studios
Genere
Azione
PEGI
16+
Distributore Italiano
Steam
Data di uscita
25/1/2011
Lingua
Inglese
Giocatori
4
Prezzo
€ 9,99

Link

Video Articolo

[GDC 2011] Guerre e magie

A confronto con la lineup Paradox.

di Andrea Maderna, pubblicato il

La prima giornata di Game Developers Conference 2011 si è per noi aperta sull'immancabile appuntamento con Paradox e la sua lineup. In un lussuoso appartamento in zona Union Square, abbiamo dato un'occhiata ai titoli in arrivo dal marchio svedese e vi raccontiamo le due proposte, tra le altre portate dalla vecchia Europa fino a San Francisco, ci sono parse più interessanti.

Mount & Blade: With Fire & Sword

Basata su un quasi omonimo romanzo storico, Mount & Blade: With Fire & Sword è un'espansione che, come la precedente Warband, può essere affrontata in maniera indipendente dal gioco originale. A seguito della già avvenuta pubblicazione in Europa dell'est, il team di sviluppo si è messo al lavoro per finalizzare la localizzazione dei testi nelle varie lingue (purtroppo non è previsto l'italiano) e per apportare alcune rifiniture, ad esempio l'aggiunta di diversi livelli di difficoltà, che permettono di rendere il tutto meno frustrante rispetto all'impegnativa versione “orientale”. Il motore di gioco sarà lo stesso dell'originale Mount & Blade, ma con una serie di aggiunte e migliorie sotto il profilo grafico, in particolare dal punto di vista delle texture e della profondità poligonale di ambienti, alberi, personaggi.
La novità principale è costituita dall'ambientazione, spostata temporalmente più avanti, che ha permesso l'introduzione di armi da fuoco e attrezzature varie successive al periodo del medioevo. Ci sono bocche da fuoco leggere e maneggevoli come le pistole, che possono essere utilizzate anche a cavallo per rapidi attacchi in volata, e anche fucili pesanti dalla potenza strabordante ma dai limiti ovvi. I tempi con cui si ricarica l'arma, fra l'altro, sono fondamentali, dato che – se ci si trova a piedi – costringono a rimanere fermi sul posto per la durata dell'azione. Non svaniranno, comunque, le armi più “tradizionali”, e in generale il producer ci ha tenuto a sottolineare il grosso lavoro svolto per bilanciare le varie componenti e non rendere le armi da fuoco un mezzo semplice e ultra accessibile per vincere gli scontri.
Anche le armi esplosive garantiscono svariate novità, a cominciare dalle bombe a mano, chiaramente molto adatte all'utilizzo di tutta una serie di tattiche inedite. Al di là di questo, l'uso degli esplosivi permette un nuovo metodo per l'assedio, dando la possibilità di sfruttarli per abbattere le mura. L'operazione richiede quindici ore di gioco, periodo durante il quale si può ovviamente essere scoperti e attaccati. Se il muro di turno viene abbattuto, comunque, non si assiste alla cosa in tempo reale, dato che il motore grafico non gode di simulazione fisica. L'azione di gioco successiva avrà invece inizio con le mura già divelte.
Oltre a opzioni inedite per il multiplayer, nel gioco è inclusa tutta una nuova gestione delle risorse economiche. È possibile reclutare uomini rivolgendosi ai mercenari, che “producono” soldati di vario tipo e quantità, da selezionare attraverso una sorta di editor che permette di comporre l'equipaggiamento un pezzo alla volta. Ma i nuovi uomini del proprio esercito possono essere reclutati anche nelle taverne, nel proprio castello o nella propria città, così come reclutando prigionieri liberati da castelli nemici. Per fare tutto questo (e altro) servono soldi e, come detto, questi saranno gestiti attraverso un nuovo sistema economico che, fra l'altro, permette anche di investire in diverse attività. Tanta carne al fuoco, insomma, senza contare i numerosi altri elementi che abbiamo trascurato, per una nuova espansione dedicata ai fan di un gioco che si conferma molto interessante.

Magicka: Vietnam

Il nostro incontro con Paradox si è concluso di fronte al trailer per la prima espansione di Magicka, che ci ha fatti davvero divertire come degli scemi, mentre un rappresentante del team rispondeva alle domande che lanciavamo fra una sghignazzata e l'altra. Nel divertente filmato, che potete osservare voi stessi in fondo all'articolo, viene mostrata questa strana terra magica chiamata Vietnam, in cui i protagonisti vengono inviati a recuperare dei prigionieri, in pieno stile missione di recupero da eroico film di guerra. Chiaramente l'idea è di continuare a spingere sullo spirito ironico e scherzoso di Magicka, regalando una presa in giro di uno fra gli argomenti più in voga del settore negli ultimi tempi (e l'immagine che prende in giro la copertina di Battlefield: Bad Company 2 non è casuale).
I maghi rimarranno tali, con tutti i poteri del caso, ma saranno anche dotati di svariate armi da fuoco, tutte a tema con l'ambientazione (M16, lanciagranate, lanciafiamme e via dicendo, con tanto di audio realizzato dallo stesso sound designer dei vari Battlefield). Altrettanto a tema saranno i nemici, con goblin vestiti da vietcong e chissà quali altre sorprese. L'espansione, in uscita a fine marzo, offrirà tre nuove missioni a tema, oltre alla possibilità di giocare al Magicka originale sfruttando le nuove skin ispirate al Vietnam, a un prezzo ancora non ufficiale ma che dovrebbe aggirarsi attorno ai tre euro. L'idea, comunque, è di realizzare una lunga serie di piccoli update, espansioni brevi e ficcanti che sfruttino l'umorismo degli sviluppatori per andare a prendere in giro questo o quel mito. Ci è stato mostrato uno schemino che riportava almeno una ventina di possibili idee, che spaziavano fra Star Wars e le boy band, e fra le quali avranno diritto di cittadinanza anche i suggerimenti dei giocatori. Insomma, parecchie risate in arrivo.


Commenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!