Genere
Picchiaduro
Lingua
Italiano
PEGI
12+
Prezzo
€ 69,98
Data di uscita
18/2/2011

Marvel vs. Capcom 3: Fate of Two Worlds

Marvel vs. Capcom 3: Fate of Two Worlds Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Capcom
Sviluppatore
Capcom
Genere
Picchiaduro
PEGI
12+
Distributore Italiano
Halifax
Data di uscita
18/2/2011
Data di uscita americana
15/2/2011
Lingua
Italiano
Giocatori
2
Prezzo
€ 69,98
Formato Video
HDTV
Formato Audio
Surround 5.1

Hardware

Marvel vs. Capcom 3: Fate of Two Worlds si trova nelle ultime fasi di sviluppo su PlayStation 3 e Xbox 360 con l’obiettivo di colpire gli scaffali dei negozi il 18 febbraio. La versione testata ai fini dell’articolo è quella per la console Microsoft.

Multiplayer

Come per ogni beat’em up, l’aspetto multigiocatore sarà di vitale importanza. Oltre a permettere di sfidare un secondo combattente in carne e ossa sulla stessa console, Marvel Vs Capcom 3 comprenderà più modalità online. Al di là dell’inclusione delle License Card, un profilo dettagliato in cui viene presentato il proprio stile di combattimento in base a come si è definito a seguito delle proprie imprese, i dettagli sono ancora scarsi, ma visto l’eccellente lavoro svolto da Capcom in Street Fighter IV e Super Street Fighter IV in merito del netcode, rimaniamo assolutamente fiduciosi per quanto riguarda la qualità delle partite.

Link

Hands On

Carta contro pixel, fight!

Fan service, di quello buono.

di Stefano F. Brocchieri, pubblicato il

Il repertorio di mosse e l’elevata mobilità ne fanno un’autentica macchina da guerra, sicuramente uno fra i personaggi di primo acchito più potenti e completi: il set di tecniche a disposizione pesca abbondantemente dalle sue avventure, permettendo di sferrare svariati tipi di spadate, schitarrate fulminanti, combo di pistole e attacchi elementali, per tacere della possibilità di sfruttare anche Artemis e Kalina Ann e di andare in Devil Trigger, trasformandosi per qualche tempo in demone, come sa fare lui. Armata del leggendario spadone Sparda, Trish esplora invece il lato un po’ più “esoterico” della serie da cui proviene, sfruttando perlopiù poteri speciali come la possibilità di lanciare diverse forme di scariche fulminanti e di creare “pozze” di energia che rimangono a terra per qualche tempo, beneficiando anche di uno dei doppi salti più agevoli di tutto il gioco.

MADE IN AMERICA

Tra le new entry Marvel, va citato innanzitutto Thor, richiesto a gran voce dai fan da lunghissimo tempo. Il dio del tuono così come immaginato da Stan Lee si presenta come un buon compromesso tra potenza e agilità, sfruttando chiaramente in via preferenziale il suo prodigioso martello e i suoi poteri sovrannaturali. Com’è noto, She-Hulk è decisamente meno possente del suo più famoso corrispettivo maschile, il che in Marvel vs. Capcom 3 si traduce in uno stile di lotta molto acrobatico, che per certi aspetti rimanda a quello di El Fuerte di Street Fighter IV. Super-Skrull fa del fatto di racchiudere tutti poteri dei Fantastici Quattro il focus del suo stile di lotta, molto eclettico: è possibile così dunque colpire gli avversari o afferrarli dalla distanza, grazie a un “allungo” à la Mister Fantastic, mischiando il tutto, perché no, alla potenza rocciosa della Cosa o alla possibilità di sfruttare il fuoco, come la Torcia Umana. Tutto ciò coadiuvato da una velocità di esecuzione notevole, che ne fa uno dei personaggi che in queste prime fasi ci sono apparsi come potenzialmente “sgravati”.
Dagli X-Men arrivano X-23 e Deadpool. La prima è la controparte femminile del celeberrimo Wolverine e ha uno stile che ne ricalca in massima parte l’impronta, anche se declinato in una versione più veloce e versatile, mentre il secondo è sorta di ninja armato tanto di katana e shuriken che di pistole e granate, dal repertorio bizzarro e sopra le righe e l’atteggiamento buffo, capace di strappare più di un sorriso, rappresentando un po’ il Dan della situazione.
Ultimi volti inediti due villain, Dormammu dal Dottor Strange e M.O.D.O.K. da I Vendicatori. Entrambi sono combattenti piuttosto piazzati e lenti, sebbene M.O.D.O.K. abbia la possibilità di fluttuare in aria grazie all’esoscheletro che monta per reggere il peso della sua enorme testa, ma si rivelano decisamente duttili e devastanti grazie al ricco repertorio di super a disposizione. Una coppia dal sistema di combattimento trasversale e intrigante, che varrà sicuramente la pena approfondire.

IMPOSSIBILE RESISTERE

Marvel vs. Capcom 3: Fate of Two Worlds si presenta confezionato benissimo. Il gioco è mosso da una versione recente dell’MT Framework, il motore grafico proprietario che Capcom ha già usato ampiamente negli ultimi anni, probabilmente il miglior engine multipiattaforma di questa generazione guardando nel complesso performance, caratteristiche tecniche e scalabilità sulle diverse macchine da gioco, viene impiegato con una soluzione estetica simile a quella vista in Street Fighter IV, ovvero personaggi e sfondi tridimensionali a cui è stato dato un “tocco bidimensionale” a livello di rendering. Il crossover tecnico-stilistico tra un’impostazione ancora più “fumettosa”, in linea col concept di gioco, grazie all’impiego di ombreggiature più forti, le conquiste di Tatsunoko vs. Capcom (Ryu, per fare un esempio, ha la fisionomia più fine con cui appare là piuttosto che le fattezze “scimmiesche” che lo caratterizzano in Street Fighter IV) e qualche apprezzato tocco “dissonante”, come la resa degli shader impiegati per gli indumenti in pelle di Wesker e Trish o la consistenza “ferrosa” che restituiscono la tuta di Iron Man e l’armatura di Arthur, è davvero delizioso. Specie quando a schermo cominciano a piovere effetti speciali e giochi di luce a iosa, dando risalto a parecchie finezze. Splendide anche le animazioni, che caratterizzano in maniera estremamente indovinata ciascun personaggio, riflettendone fedelmente l’anima. Come in Street Fighter IV e Super Street Fighter IV, gli scenari si distinguono invece per una ricchezza altalenante, ma da quel che abbiamo visto il livello di ispirazione ci è parso in grado di compensare meglio certi svarioni tecnici. Stage come Demon Village e Tricell Laboratory, con il primo che è una carrellata a scorrimento degli elementi più riconoscibili della saga di Ghosts’n Goblins e il secondo che fa combattere sullo sfondo di un Tyrant sottovuoto circondato da gruppi di licker in gabbia, riescono a offrire un tuffo al cuore che trascende qualsiasi piattezza delle texture. Kattelox Island, l’orientaleggiante Hand Hideout e la rigogliosa Asgard, invece, sono semplicemente una delizia per gli occhi. Il quadro appena dipinto trova un degno complemento nel sonoro, con un parlato ricco e un accompagnamento musicale davvero all’altezza della situazione, che annovera numerosi indovinati remix di temi noti ai fan.
Insomma, Marvel vs. Capcom 3: Fate of Two Worlds sembra davvero in grado di far perdonare un’attesa durata undici anni, apparendo come un gran pezzo di beat’em up a incontri “moderno” e un gioco su licenza che sembra sapere benissimo dove andare a parare, contando su tutta la solidità e la lucidità realizzativa per farlo.


Commenti

  1. Arit72

     
    #1
    Buono buono.
    Lo prendo di sicuro, anche
    solo per Amaterasu (e non Amaraterasu ;) ).
  2. mordred89

     
    #2
    ottimo ! avendo già i primi due e anche tatsunoko vs capcom, questo è mio di sicuro ! ma sul serio cè anche Tron ?
  3. utente_deiscritto_5167

     
    #3
    Questo picchiaduro è DIO. Mamma mia [cit.], mi esalto come un bimbo di 6 anni...
  4. AVV.

     
    #4
    niente limted per l'europa?
  5. piratiz

     
    #5
    Peccato non abbiano incluso Phoenix Wright tra i personaggi...poteva vincere tutti gli incontri a colpi di "Obiezioni"!
  6. Unbeatable Babyface

     
    #6
    piratiz ha scritto:
    Peccato non abbiano incluso Phoenix Wright tra i personaggi...poteva vincere tutti gli incontri a colpi di "Obiezioni"!
     Tu scherzi,ma Phoenix Wright era già quasi pronto per Tatsunoko Vs Capcom,ma poi è stato cassato (come Arthur).
    Quindi se tanto mi da tanto potrebbe cicciare fuori come DLC
  7. teoKrazia

     
    #7
    Arit72 ha scritto:
    solo per Amaterasu (e non Amaraterasu ;) ).


    Fixed, danke! :)
  8. Bluemoon

     
    #8
    mordred89 ha scritto:
    ottimo ! avendo già i primi due e anche tatsunoko vs capcom, questo è mio di sicuro ! ma sul serio cè anche Tron ?
     non è il tron di disney. immagino sia la tron di capcom, la ragazza col robottone di mega man.
  9. bibbi 76

     
    #9
    Mio personale must buy del 2011 assieme a Drake, spero solo che Capcom non ci mangi troppo sopra con i dlc...:asd:
  10. mordred89

     
    #10
    Bluemoon ha scritto:
    non è il tron di disney. immagino sia la tron di capcom, la ragazza col robottone di mega man.
        ah già è vero ! mannaggia che scemo ! scusa è che avendo da poco visto i due film sono ancora in quell immaginario ! si comunque ho capito di che personaggio si tratta ! lol scusate:DD:DD:DD
Continua sul forum (48)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!