Genere
Gioco di Ruolo
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
23/11/2007

Mass Effect

Mass Effect Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Microsoft Game Studios
Sviluppatore
BioWare
Genere
Gioco di Ruolo
Distributore Italiano
Leader
Data di uscita
23/11/2007
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
1
Formato Video
HDTV

Lati Positivi

  • Impianto narrativo coinvolgente
  • Tantissimi contenuti
  • Dialoghi mai banali
  • Sistema di combattimento originale e divertente
  • Visuali mozzafiato
  • Animazione dei volti superlativa
  • Buona longevità
  • Ottimo doppiaggio
  • Bellissima colonna sonora

Lati Negativi

  • IA da rivedere
  • Troppa quantità e poca qualità nelle sub-quest
  • Fasi veicolari noiosette
  • Salvataggio automatico poco affidabile
  • Frame rate ballerino

Hardware

Per giocare a Mass Effect è necessario possedere una copia del gioco originale e una Xbox 360 munita di relativo pad. Il gioco supporta una risoluzione su HDTV fino a 1080p oltre al Dolby Digital 5.1. Da segnalare la possibilità di scegliere fra varie impostazioni video che, modificando i filtri applicato, rendono più o meno tangibile la sensazione di "pellicola su grande schermo". Mass Effect è completamente doppiato in italiano.

Multiplayer

Mass Effect è un titolo esclusivamente basato sul gioco in single player. In futuro verranno verosimilmente messi a disposizione contenuti inediti da scaricare e giocare.

Link

Recensione

L'epopea degli Spettri

Si conclude il primo contatto con la nuova serie di Bioware.

di Andrea Focacci, pubblicato il

È giunto il momento di dare un giudizio definitivo su Mass Effect e, in tutta sincerità, il compito non è affatto semplice: quello di Bioware si è dimostrato un gioco spesso controverso, nonostante abbia portato con sé indiscutibili pregi, che sembrano sposarsi alla perfezione con una produzione grafica e contenutistica quasi colossale. C’è il rischio di trovarsi di fronte al classico gigante dai piedi di balsa?

A BOCCA APERTA NELLO SPAZIO

Mass Effect è un gioco notevole, quasi in grado di mettere soggezione: il lavoro di caratterizzazione dei personaggi è quanto di meglio si possa trovare in un gioco di ruolo a matrice occidentale, così come il sistema di gestione dei dialoghi e la dinamicità con il quale il resto dei personaggi si adatta ai comportamenti e alle decisioni del protagonista, influenzando il prosieguo dell’avventura, lasciano più volte a bocca aperta. La stessa mole di contenuti preparata da Bioware e riversata nei database a disposizione è colossale, aumenta a dismisura il coinvolgimento dell’utente e trasmette la sensazione di trovarsi all’interno di un universo – è proprio il caso di dirlo – tanto vasto quanto coerente: sono state gettate le solide basi per i prossimi capitoli della serie, per una fitta serie di contenuti scaricabili e iniziative editoriali collaterali.
Il sistema di combattimento, pur abbracciando la filosofia della commistione con il genere dello sparatutto, piuttosto che una reale evoluzione delle classiche meccaniche RPG, è originale e pratico quanto basta, miscelando una struttura in tempo reale ad elementi di stasi che permettono approcci al nemico rapidi ma anche articolati e strategici, grazie all’impiego dei poteri biotici e alla possibilità di impartire ordini mirati ai componenti del party. L’estesa mappa galattica a disposizione, inoltre, infonde rinnovata varietà esplorativa a tutto l’impianto di gioco, grazie anche alle diverse condizioni climatiche che caratterizzano ogni pianeta o sistema stellare e che fanno da scenario per la grande maggioranza delle sub-quest (davvero moltissime) presenti nel gioco.

INTELLIGENZA ARTIFICIALE?

Per contro sono proprio le avventure secondarie ad aprire il capitolo degli aspetti meno convincenti di Mass Effect: al di fuori dell’avventura principe, ambienti e situazioni tendono a ripetersi con evidente frequenza: molti paesaggi sono suggestivi, ma la conformazione dei pianeti di secondo piano pare generata casualmente, mentre le piccoli missioni di corredo tendono a riciclare – anche graficamente – le solite due o tre ambientazioni tipo (miniere, laboratori, avamposti…). Bioware dovrà lavorare inoltre sulla IA dei nemici e dei compagni di squadra: esulando dal livello di difficoltà prescelto, che cambia in modo sensibile la difficoltà degli scontri, sia gli uni che gli altri hanno l’inspiegabile tendenza a rimanere scoperti, gettarsi in pasto al fuoco o rimanere inebetiti contro casse e pareti. Tali fattori non pregiudicano la soddisfazione che deriva dal trionfare in battaglia, ma intaccano lo stile complessivo del gioco.

QUALCHE SCATTO DI TROPPO

Per ultimo il discorso grafico. Abbiamo già parlato dei volti e delle animazioni facciali di tutti i personaggi, sicuramente un nuovo standard per il mercato attuale, così come della bellezza mozzafiato di alcune locazioni. Non possiamo però sottacere un’evidente scarsa ottimizzazione delle risorse a disposizione: in condizioni di affollamento il gioco inizia a scattare in modo evidente, le texture impiegano qualche secondo a generarsi all’ingresso di nuove stanze e i caricamenti, mascherati dalla presenza di molti ascensori, alla lunga possono risultare irritanti. A bilanciare il quadro della situazione una colonna sonora ispiratissima, forse una delle migliori in una produzione di questo tipo.

Voto 4 stelle su 5
Voto dei lettori
Mass Effect non è certo un gigante dai piedi di balsa ma è comunque un gioco dalle forti contraddizioni. Il titolo Bioware coinvolge, rapisce il giocatore fra i suoi dialoghi mai banali, nelle tante ambientazioni mozzafiato e in un sistema di combattimento originale e gradevole: insomma, si conferma grande nei punti cardine del genere RPG. Per contro, il meccanismo si inceppa proprio dove era scontato attendersi qualità da una produzione colossale di questo genere: la scarsa IA di compagni e nemici intacca lo stile di gioco e dei combattimenti mentre il senso di varietà e qualità trasmesso dal gioco tende a disperdersi quando ci si allontana dall'avventura principale per entrare nel mondo delle sub-quest. Nonostante questo, Mass Effect rimane un ottimo gioco, in grado di rapire e appassionare il giocatore per molte ore, lasciandolo in trepidante attesa dei prossimi futuri capitoli.