Genere
Azione
Lingua
Inglese con sottotitoli in italiano
PEGI
18+
Prezzo
ND
Data di uscita
18/5/2012

Max Payne 3

Max Payne 3 Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Rockstar Games
Sviluppatore
Rockstar Games
Genere
Azione
PEGI
18+
Data di uscita
18/5/2012
Lingua
Inglese con sottotitoli in italiano
Giocatori
1-16

Hardware

Max Payne 3 uscirà su PC, PlayStation 3 e Xbox nel marzo del 2012.

Multiplayer

Per la prima volta nella serie debutterà una modalità multigiocatore, i cui dettagli sono ancora avvolti nel mistero.

Modus Operandi

Abbiamo assistito a una dimostrazione del gioco in versione Xbox 360, durata circa 40 minuti, scambiando al contempo quattro piacevoli chiacchiere con i ragazzi del team di sviluppo, nel comfort dei divani in pelle di Rockstar Games London.

Link

Eyes On

Azione!

Max, i nemici, gli imprevisti e tutto il piombo che li tiene assieme.

di Stefano F. Brocchieri, pubblicato il

Ed è proprio dalla classica New York notturna e avvolta dalla neve che è iniziata la dimostrazione di Max Payne a cui abbiamo assistito. L’atmosfera è estremamente familiare, è praticamente Max Payne 2. Stesso universo, stessa atmosfera, stesso protagonista, solo molto, ma molto, ma molto più dettagliati e tratteggiati da un’illuminazione e una fotografia al passo coi tempi. Rockstar per l’occasione ha usato nuovamente il suo motore grafico proprietario, il RAGE, che pur qualche sporcizia qua e là dovuta - ci auguriamo - allo stato ancora in lavorazione del codice, mostra davvero i muscoli, portando a schermo un ottimo livello di dettaglio e tanti, tantissimi particolari. È da questi che han voluto partire i ragazzi di Rockstar una volta conclusesi alcune cut-scene che vedevano Max rientrare nel suo appartamento assieme al suo vecchio amico del NYPD Raul Passos, con una gran voglia di autodistruggersi a botte di whisky. Nonostante i due fossero minacciati dall’irruzione in scena di Anthony DeMarco e della sua banda, che avevano un conto in sospeso col Nostro, gli sviluppatori hanno indugiato nell’esplorazione della sua abitazione, mostrandoci il gran quantitativo di dettagli buttato là a caratterizzare, forse anche a raccontare qualcosa.

Si possono portare tre armi: due singole e una coppia impugnabile contemporaneamente - Max Payne 3
Si possono portare tre armi: due singole e una coppia impugnabile contemporaneamente

I dettagli che colpiscono di più, però, sono due: gli antidolorifici che Max raccoglie in bagno e i suoi movimenti. I primi testimoniano che gli sviluppatori non hanno ceduto alle lusinghe del mercato attuale: niente energia ricaricabile, Max torna in salute soltanto raccogliendo painkiller. E poi il controllo del personaggio: anche se non siamo noi a impugnare il pad, non possiamo fare a meno di riconoscere lo stesso identico feeling di sempre. Però tranquilli, niente più movimenti legnosi da “WASD”, visti di recente e fuori tempo massimo anche addosso al cuigino Alan Wake: Max ora cammina, corre, si sposta di lato e si tuffa nella grazia di Euphoria di Natural Motion. Vederlo puntare i piedi, spostare il peso o muoversi sempre e comunque in maniera spiccatamente coordinata è un risultato dal valore estetico-fisico convincente, sebbene non dia l’idea di essere così all’avanguardia come si vorrebbe far credere.

BOOM, BOOM, BOOM!

Quando finalmente imbocca il pianerottolo per affrontare i nemici, ecco che arrivano le tanto temute coperture: Max si può appoggiare a muri e altri ripari, per sparare con più cautela, volendo anche alla cieca. Il flusso dell’azione però continua a sembrare molto “Max Payne”: supportati da quello che succedeva a schermo, gli sviluppatori ci dicevano infatti che vuoi perché spesso distruttibili, vuoi perché i nemici tendono ad andare a stanare un anti-eroe che si rivela troppo attendista, il fulcro del gioco non è stato spostato in favore di un’esperienza alla Uncharted. Ecco allora che il Bullet Time, vero e proprio tormentone con cui la saga ha influenzato decine di altri giochi, è ancora là, e si usa tanto, tantissimo. Anche in tuffo, ovviamente, o perché no, da terra, mentre si rotola su sé stessi, per sparare a “360 gradi”. Tra cecchini appostati sul tetto di fronte, pareti crollate, qualche tocco di eccentricità e pianerottoli collassati che costringono Max a cercare un’uscita muovendosi verso l’alto, questa prima parte della demo si è conclusa qualche istante dopo che il protagonista è riuscito a raggiungere il tetto, stretto nell’abbraccio agrodolce tra la neve e la skyline della Grande Mela.

Non si vede, ma fidatevi: anche l'interfaccia è piuttosto simile a quella dei predecessori - Max Payne 3
Non si vede, ma fidatevi: anche l'interfaccia è piuttosto simile a quella dei predecessori


Commenti

  1. utente_deiscritto_27962

     
    #1
    teoKraziaL’anti-eroe per eccellenza di Rockstar sfodera di nuovo le armi.
    Per me poteva anche non sfoderarle... :DD
  2. Matteo Camisasca

     
    #2
    per me day 1
  3. Zendo

     
    #3
    sembra bello!
    chi se frega del multy,ormai devono ficcarlo ovunque!
  4. Kaldgord

     
    #4
    A vedere l'immagine di max payne di lato mi è sembrato Joseph Capelli...
  5. El_Maria

     
    #5
    I primi due capitoli mi son piaciuti parecchio, e si, atmosfera e ambientazione erano davvero stupende. Tuttavia il cambio di questo terzo capitolo non mi dispiace affatto, sopratutto se riuscirà a ricreare un ambiente alla Tropa de Elite o City of God citati da Teo.
  6. Prophet

     
    #6
    Day One sicuramente. Anche solo per il nome che porta, reliquia di un tempo in cui i Remedy erano ancora eccezionali.

    Anzi, non sarebbe male una riedizione HD dei primi due capitoli...
  7. teoKrazia

     
    #7
    Tutti insieme!
  8. fool

     
    #8
    Mio mio mio, come anche i primi 2.
  9. °MaYcOl°

     
    #9
    Sono felice aspetto da troppi anni una nuova avventura di Max.
  10. RikuX7

     
    #10
    La lancio li. Ma un restailing in HD + 3D per Max1 & 2? Godrei come un riccio.
Continua sul forum (23)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!