Genere
Sparatutto
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
12+
Prezzo
39,90 Euro
Data di uscita
5/5/2006

Metroid Prime Hunters

Metroid Prime Hunters Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Nintendo
Genere
Sparatutto
PEGI
12+
Distributore Italiano
Nintendo Italia
Data di uscita
5/5/2006
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
4
Prezzo
39,90 Euro

Hardware

Per vestire i panni di Samus in Metroid Prime Hunters occorre una console Nintendo DS, una scheda di gioco e una connessione internet a banda larga.

Multiplayer

Metroid Prime Hunters prevede il gioco in multiplayer in modalità wireless con una sola scheda di gioco o con più schede di gioco (fino a 4) e l'online tramite Wi-Fi.

Link

Recensione

Il primo Metroid via etere

Quattro cacciatori di taglie per tre modalità multiplayer.

di Lorenzo Antonelli, pubblicato il

Strizzando l'occhio al timido tentativo con cui Metroid Prime 2: Echoes sublimava la solida modalità in single player attraverso un impianto multigiocatore ancora acerbo e del tutto offline, la versione nomade della saga di Samus su Nintendo DS offre una triplice e valida soluzione multiplayer. Che la frenetica esperienza online potesse soppiantare la struttura esplorativo-riflessiva tipica del brand Metroid era chiaro già dai primi spot cartacei e/o multimediali.
A suggellare, poi, la valenza del comparto multigiocatore, in grado di separarsi senza troppi indugi dal cordone ombelicale del single player, entra in gioco la natura estremamente esile (ma intensa) della Modalità Avventura. Più propriamente, quest'ultima è da intendersi come il doveroso ed essenziale briefing che anticipa la discesa nei gironi della Nintendo Wi-Fi Connection, popolata da esseri (umani) che si aggirano tra cunicoli e anfratti siderali con domestica naturalezza ed efferata sagacia. Ed è qui che lo story mode assume il più razionale ruolo dai fini utilitaristici: imparare, memorizzare e ripassare le mappe per sfruttarne appieno, in campo Wi-Fi, ogni sfumatura architettonica e dar vita a strategie belliche dai mille risvolti pratici.

CONNECTING: METROID

Laddove il ritmo sensibilmente più pacato del gioco offline consente di beneficiare della doppia impugnatura della console (concedendo una tregua ai tendini malconci), giocare online a Metroid Prime Hunters affidandosi alla Modalità Doppia Presa equivale a guidare una vettura di Gran Turismo 4 con i bonghi di Donkey Konga. È per questo che prima di cliccare sull'icona Wi-Fi Connection occorre metabolizzare l'arzigogolato e anestetizzante sistema di controllo denominato Stylus Mode. Sono tre le opzioni racchiuse nelle dicitura multigiocatore: le prime due si affidano alla comunicazione su scala locale tramite game sharing (una sola scheda di gioco per quattro partecipanti) o LAN wireless con una scheda di gioco per ogni DS, mentre la terza sfrutta la tecnologia della Wi-Fi Connection.
Con scontri a fuoco totalmente privi di lag e caratterizzati da dinamiche adrenaliniche e frenetiche, Metroid Prime Hunters offre l'accesso al gioco online mediante un interfaccia decisamente intuitiva e operazioni d'accesso che ruotano attorno a pochi colpi di stilo.

HUNTER'S LICENSE

Il reciproco scambio del Codice Amico vanta un archivio massimo di 60 memorizzazioni (di cui 57 possono essere protette, per evitare l'obsolescenza dei codici cronologicamente più lontani), oltre che una chat vocale (attraverso il microfono della console) o scritta (tramite una tastiera alfanumerica nello schermo inferiore) per brevi discussioni da bar pre e post partita. Attivando l'opzione Radar Rivali si può mettere a disposizione della rete wireless la propria Licenza di Caccia (così è chiamato il profilo utente), mentre sette modalità di gioco (tra cui il classico deathmatch, assedio e gioco a squadre) costituiscono la struttura della florida modalità multiplayer.
A completare la già pregevole esperienza online si aggiungono un esauriente quadro di dati statistici, con cui monitorare le proprie performance sul campo di battaglia (da annoverare l'inserimento del parametro "affidabilità", assente in Mario Kart DS, in grado di arginare il fenomeno delle disconnessioni disoneste). A conti fatti il comparto multigiocatore di Metroid Prime Hunters si mostra solido e roccioso, capace di creare assuefazione nell'utente e, da solo, assolutamente sufficiente per giustificare l'esborso del prezzo del gioco.