Genere
Azione
Lingua
Sottotitoli in Italiano
PEGI
18+
Prezzo
€ 69,90
Data di uscita
12/6/2008

Metal Gear Solid 4: Guns of the Patriots

Metal Gear Solid 4: Guns of the Patriots Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Konami
Sviluppatore
Kojima Productions
Genere
Azione
PEGI
18+
Distributore Italiano
Halifax
Data di uscita
12/6/2008
Data di uscita americana
12/6/2008
Data di uscita giapponese
12/6/2008
Lingua
Sottotitoli in Italiano
Giocatori
1
Prezzo
€ 69,90
Formato Video
HDTV
Formato Audio
Surround 5.1

Hardware

Per giocare la versione completa saranno richiesti una console PlayStation 3 e un controller Sixaxis, oltre al gioco in versione originale.

Multiplayer

Non sono annunciate opzioni dedicate al multiplayer in Metal Gear Solid 4: Guns of the Patriots.

Lati Negativi

Link

Eyes On

Film e videogioco, atto quarto

Metal Gear è pronto all'ennesimo nuovo inizio... su PlayStation 3.

di Alessandro Martini, pubblicato il

In particolare, risalta il presunto suicidio di un Solid Snake ormai segnato dagli anni, dai troppi combattimenti e da insuccessi (personali e professionali) che sembrano aver definitivamente raccolto il loro credito.

NUOVE OPZIONI PER COMBATTERE

Appresa, e insegnata ad altri, la lezione di Metal Gear Solid 2, con il terzo episodio (e l'ultima versione PSP) la saga si è definitivamente rimessa in carreggiata sul fronte della giocabilità.
Lo confermano le sequenze "giocate" dallo staff Konami in cui si annunciano numerose opzioni offerte all'utente per eliminare la resistenza avversaria, ma soprattutto una maggiore apertura sul lato delle scelte disponibili, in tutte le fasi principali.
Uno dei primi elementi degni di nota è la tuta mimetica ottica di Snake, che torna dalle versioni precedenti con nuove abilità personalizzate che consentono di "imitare" lo scenario circostante confondendosi perfettamente con esso, opportunità utile per esempio quale ultima risorsa per nascondersi da una pattuglia che si trova nelle immediate vicinanze.
C'è poi da ricordare la presenza, a quanto pare saltuaria, del mini-robot bipede nostro accompagnatore, guidabile a distanza tramite controller Sixaxis (Snake lo impugna direttamente, una delle tante chicche) per ottenere informazioni sul campo di battaglia o stordire i nemici al fine di guadagnare altro tempo aggiuntivo.
In linea generale, vanno poi segnalate le aggiunte sul fronte dei movimenti disponibili a Snake, soprattutto animazioni in stile "action" da usare in combattimento, e le nuove possibilità in materia di armi.
Oltre ad avere un arsenale quasi impressionante (per numero e potenza di fuoco), il nostro alter-ego può e potrà raccogliere le armi lasciate dal nemico, un'importante innovazione per Metal Gear Solid che ci ricorda come si voglia dare all'azione dinamiche meno prevedibili e "guidate".

PUNTI INTERROGATIVI SULLO SCHERMO DEL CODEC

Se il quadro generale si annuncia come sempre di tutto rispetto, alcuni particolari già evidenziati da video, immagini e annunci autorizzano a limitare leggermente la quantità di superlativi, almeno se ci si considera fan "duri e puri" della saga.
Innanzitutto, spiccano i limiti dell'intelligenza artificiale che nelle prove mostrate non brilla certo per accuratezza o realismo: le guardie nemiche appaiono tutte (e ancora) identiche fisicamente e si comportano come un esercito di droni. Hanno difficoltà a notare Snake da distanze irrisorie, sono lenti nelle reazioni e nella mira e, in generale, sembrano messi in campo più per far numero che come reale minaccia.
Di seguito, la realizzazione tecnica: benché il personaggio principale e alcuni dettagli, come gli effetti speciali e le armi, offrano un ottimo impatto visivo, siamo ancora lontani dai fasti di Gears of War per quanto riguarda la resa estetica, soprattutto in termini di texture, scelta dei colori e architetture (parecchio squadrate, da quanto si è visto finora).
Fortunatamente, la regia spettacolare e una telecamera più comoda, ereditata dall'episodio Subsistence, dovrebbero limitare questi problemi, sempre che la versione definitiva non offra sensibili miglioramenti in tutte le aree o addirittura qualche sorpresa...