Genere
ND
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
16+
Prezzo
€ 69,99
Data di uscita
14/11/2008

Mirror's Edge

Mirror's Edge Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

PEGI
16+
Data di uscita
14/11/2008
Data di uscita americana
11/11/2008
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
1
Prezzo
€ 69,99
Formato Video
HDTV
Formato Audio
Surround 5.1

Lati Positivi

  • Design unico e molto azzeccato
  • Estremamente coinvolgente
  • Buon tasso di sfida
  • Pause nulle, ritmo incalzante

Lati Negativi

  • Corto e molto lineare
  • Spesso frustrante
  • Niente multiplayer

Hardware

Per giocare Mirror's Edge è richiesta una console PlayStation 3 e un controller compatibile.

Multiplayer

Non sono previste opzioni multiplayer, eccetto il confronto dei propri record via Internet.

Link

Recensione

Il primo salto è sempre breve

Un'occhiata, fugace, su orizzonti nuovi e interessanti.

di Alessandro Martini, pubblicato il

Avesse anche fallito tutti gli obiettivi prefissati, cosa che non è avvenuta, Mirror's Edge meriterebbe un premio speciale per il tentativo di "distaccarsi" dalla massa, soprattutto usando un'inquadratura inflazionata com'è quella in prima persona.
Non va dimenticato, infatti, che i videogiochi sono prima di tutto un mezzo di intrattenimento basato su soluzioni visive e interattive, due elementi che lo studio svedese DICE è riuscito a coniugare grazie all'enorme studio grafico svolto sul gioco e all'approfondita progettazione dei controlli.

quattro tasti per dominare tutta la città

I comandi sono un altro elemento che inizialmente si odia a morte ma che, col tempo, impariamo ad apprezzare fino a diventare semplicemente irrinunciabili. Il motivo dei fastidi iniziali è dovuto al fatto che non sono controlli "standard" come si ritrovano abitualmente in altri giochi che usano la telecamera in soggettiva. Infatti, quasi tutte le azioni principali si eseguono con i cosiddetti pulsanti "dorsali" ovvero le due R e altrettante L poste in cima al joypad.
I pulsanti di sinistra controllano la parte superiore e inferiore del corpo (salti e scivolate per essere precisi), mentre quelli di destra attivano gli attacchi e la rotazione di 180° della testa (utile per voltarsi durante i salti). Una soluzione che porta non pochi problemi ai cosiddetti "esperti" di shooter, soprattutto quando si realizza che le combinazioni, o comunque la velocità nel premere i tasti, sono la chiave del gameplay.
Infatti, durante molti passaggi è richiesta l'unione rapida delle varie azioni disponibili, ad esempio correre su una parete, saltare dal lato opposto girandosi a mezz'aria e appendersi a una ringhiera per raggiungere un punto più elevato.
Gli altri comandi, usati sporadicamente vista la concentrazione sulla corsa, riguardano l'interazione con alcuni elementi dello scenario e l'attivazione dell'immancabile Bullet Time (il ralenty, qui chiamato Runner Vision).
Le azioni "motorie" via Sixaxis sono invece concentrate sull'equilibrio nei passaggi attraverso piattaforme sottili (pensate al circo) o sull'esecuzione di alcune mosse che, in ogni caso, si attivano più comodamente con i tasti.

bisogna aver fede nell'alta definizione...

Dal punto di vista prettamente tecnico, oltre alle ottime scelte stilistiche adottate, si notano le animazioni dei personaggi nei combattimenti ravvicinati, nonchè la telecamera sempre in movimento e per questo "temibile" da chi soffe del "mal di sparatutto" meglio noto come motion sickness.
Complessivamente, soprattutto nelle zone al chiuso, non vengono lanciati su schermo miliardi di poligoni ed effetti speciali, ma la relativa carenza di dettaglio viene mitigata dalla velocità dell'azione, dalla fluidità esemplare e dal ritmo sostenuto.
Di rado si ha il tempo per fermarsi a osservare un pavimento o una parete, poichè probabilmente ci troviamo sotto il fuoco nemico, o con la necessità immediata di seguire qualcuno che sta fuggendo.
Analizzando invece l'aspetto sonoro, le musiche hanno una presenza "di contorno" con alcuni jingle suonati nei momenti più importanti e una colonna sonora molto ritmata che evidenzia le fasi di maggior movimento (quindi, la sentirete spesso).
La qualità delle musiche non è nulla di trascendentale, ma hanno il pregio di risultare adatte al contesto e non creare "stacchi" rispetto alle immagini. Osservazioni simili si possono spendere sul doppiaggio che usa qualche espressione colorita di troppo, ma che adotta un buon cast di voci e dialoghi raramente banali.
Lo scorrere incessante e l'assenza di vere interruzioni si evidenzia anche nel modo in cui è ottimizzato questo titolo: superata l'installazione di avvio (comunque breve), gli intermezzi filmati "coprono" i caricamenti azzerando le pause, mentre i dialoghi durante il gioco si possono facilmente saltare.

Voto 4 stelle su 5
Voto dei lettori
Mirror's Edge non è il capolavoro che molti auspicavano, ma resta un buon inizio per qualcosa che, senza dubbio, verrà ampliato e migliorato negli anni a venire. Unico nel suo genere esteticamente, cattura l'attenzione e ipnotizza l'utente fino alla decima caduta consecutiva, quando dall'amore incondizionato si passa inevitabilmente all'odio viscerale. Con pazienza e allenamento, riscopriamo i pregi nei controlli e nell'inquadratura studiata al millimetro, per farci "vivere" ogni momento con un'intensità di rado raggiunta dai titoli in soggettiva. Detto questo, parliamo di un gioco non adatto a tutti i palati, oltre che breve, quindi sta a voi capire se Faith è la ragazza con cui fareste un salto nel vuoto.

Commenti

  1. Lylot72

     
    #1
    Bello bello e bello.... nella sua semplicità è alquanto esaltante.
    Graficamente nulla di eclatante anzi tutto molto sobrio con un reparto texture a volte non all' altezza ma ragazzi lo stile eleva tutto
    Musiche d' atmosfera rilassanti ipnotiche che si sposano con i colori creando forti emozioni...
    Gameplay adrenalinico dove molto spesso si deve utilizare il cervello...
    9 livelli
    9 i giorni per finirlo
    9 euro il prezzo del gioco
    9  il voto
  2. MiniGeo

     
    #2
    Lylot72 ha scritto:
    Bello bello e bello.... nella sua semplicità è alquanto esaltante.
    Graficamente nulla di eclatante anzi tutto molto sobrio con un reparto texture a volte non all' altezza ma ragazzi lo stile eleva tutto
    Musiche d' atmosfera rilassanti ipnotiche che si sposano con i colori creando forti emozioni...
    Gameplay adrenalinico dove molto spesso si deve utilizare il cervello...
    9 livelli
    9 i giorni per finirlo
    9 euro il prezzo del gioco
    9  il voto
    Anch'io l'ho recuperato allo stesso prezzo poco tempo fa e anche a me è piaciuto molto.
    Il massimo è quando riesci ad andare avanti per un bel pezzo tutto d'un fiato, senza morire e ritentare, così il gioco a livello di sensazioni diventa unico.
  3. Lylot72

     
    #3
    MiniGeo ha scritto:
    Anch'io l'ho recuperato allo stesso prezzo poco tempo fa e anche a me è piaciuto molto.
    Il massimo è quando riesci ad andare avanti per un bel pezzo tutto d'un fiato, senza morire e ritentare, così il gioco a livello di sensazioni diventa unico.
    Hai ragione questo gioco è un' esperienza.
  4. Gaara80

     
    #4
    Lylot72 ha scritto:
    Bello bello e bello.... nella sua semplicità è alquanto esaltante.
    Graficamente nulla di eclatante anzi tutto molto sobrio con un reparto texture a volte non all' altezza ma ragazzi lo stile eleva tutto
    Musiche d' atmosfera rilassanti ipnotiche che si sposano con i colori creando forti emozioni...
    Gameplay adrenalinico dove molto spesso si deve utilizare il cervello...
    9 livelli
    9 i giorni per finirlo
    9 euro il prezzo del gioco
    9  il voto
      Per la prima volta però vediamo un unreal engine a COLORI e non grigio!! :D
  5. Jeff

     
    #5
    Io non vedo l'ora che esca il seguito; sto gioco lo adoro.
  6. MiniGeo

     
    #6
    Ma i capitoli a tempo quanto erano difficili? Io sono riuscito a stare sotto il tempo dato solo nel prologo e nel capitolo 1 (per meno di UN secondo). Ill cap. 2 non l'ho nemmeno provato, mi mancava il coraggio. :berto:
  7. Vito

     
    #7
    L'ho ripreso in mano dopo un sacco, abbandonato per frustrazione al primo livello in un periodo in cui avevo troppi giochi da giocare... Ebbene, mi ha preso! Capita raramente un gioco che causi apnea :D
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!