Genere
Guida
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
7+
Prezzo
€ 59,90
Data di uscita
21/5/2010

ModNation Racers

ModNation Racers Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Sony Computer Entertainment America
Sviluppatore
United Front
Genere
Guida
PEGI
7+
Distributore Italiano
Sony Computer Entertainment Italia
Data di uscita
21/5/2010
Data di uscita americana
25/5/2010
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
12
Prezzo
€ 59,90
Formato Video
HDTV
Formato Audio
Surround 5.1

Hardware

ModNation Racers è un gioco di corse in stile Mario Kart, fregiato di un potentissimo editor per creare accattivanti circuiti. Si tratta di un'esclusiva Sony PlayStation 3 prevista entro il 2010.

Multiplayer

Oltre la possibilità di gareggiare in multiplayer online, il titolo di United Front Games consentirà di condividere con gli utenti del PlayStation Network le proprie creazioni, per gare all'ultimo sorpasso.

Link

Hands On

[GC 09] LittleBigKart

Sony e il suo nuovo concetto di editor da corsa.

di Lorenzo Antonelli, pubblicato il

ModNation Racers è l'indubbio erede automobilistico di LittleBigPlanet, è la risposta Sony ai kartodromi di Nintendo e al di là dell'aria sbarazzina e giocattolosa, a dirla tutta, non sembra neanche poi tanto male. Anzi, pescando a piene mani dal ciclone di creatività firmato Media Molecule, il titolo sviluppato da United Front Games tenta nuove strade per intrattenere e divertire. La chiave di volta, infatti, è la creazione di tracciati e piloti, piuttosto che la competizione nuda, cruda e già confezionata, da consumarsi in pista per mero piacere prestazionale. Insomma, se il vanto della softwarehouse di Guilford è quello di creare pregevoli editor da giocare, ModNations Racers coglie appieno il fortunato trend innescato dal fenomeno dei Sackboy e introduce il concetto di "racing editor".
Ma il titolo di Sony non si limita solo a questo, perché promette addirittura un ottimo comparto single player (che dovrebbe risultare ricco di modalità di gara, tracciati e piloti già assemblati dal team di sviluppo) e un'ormai-irrinunciabile modalità online per sfide a banda larga. La filosofia del "gioca, crea e condividi", ci si chiede, può finanche adattarsi e ridefinire il concetto di racing game (quanto più spensierato, ricco di armi e arcade possibile)? Probabilmente Sony conosce già la risposta.

KARTBOY, VINILBOY…?

La presentazione del nuovo videogioco si è consumata un po’ come a scuola, con la lezione generale per tutta la classe, per poi dividere gli alunni in piccoli scaglioni di giornalisti scoordinati (giammai fra loro affiatati), organizzati in più gruppi di lavoro così da provare con mano il potente e versatile editor di gioco. I personaggi-piloti-pupazzi, inutile negarlo, assomigliano palesemente ai Sackboy di Media Molecule, ma qui il materiale non è pezza, bensì vinile. Forse non saranno dotati dello stesso carisma di quelli di LittleBigPlanet e le loro animazioni non vanno oltre la semplice simpatia enpassant, ma la personalizzazione raggiungibile è assolutamente pregevole, con la possibilità di confezionare piloti puntualmente sopra le righe, spesso eccessivi e strappa-sorriso. L'immediatezza con la quale è possibile associare al personaggio un nuovo paio di occhiali, un elmo vichingo, baffi demodè o assurdi abiti non è degna del già noto Popit, ma è comunque apprezzabile (più semplicemente, ci si muove con i tasti dorsali attraverso un canonico menu).

CREA, CONDIVIDI E GAREGGIA

La componente più accattivante del gioco, però, gravita attorno alla creazione e modellazione di circuiti. Per mettere in piedi un tracciato occorre qualche colpo di stick analogico e il gioco è fatto, merito di un'interfaccia tanto semplice quanto intuitiva.
Il giocatore che vorrà cimentarsi con l'editor avrà a disposizione una sorta di rullo compressore con il quale spianare intere porzioni di terreno e rivestirle con differenti tipologie di materiali, dall'erba alla terra battuta, passando per sabbia o asfalto.
Con lo stick analogico destro, invece, sarà possibile ruotare liberamente la telecamera, così da ottenere visuali ravvicinate della zona sottoposta a lavori in corso o spaziosi grandangoli d'insieme. Gli sviluppatori di United Front Games, inoltre, hanno inserito un vasto ed eterogeneo campionario di oggetti d'arredamento e bonus (o armi) da disseminare lungo il tracciato; la dimensione di ogni elemento varia a seconda dei gusti e della propria sensibilità, ma quel che ha sorpreso è stata la possibilità di modellare a totale piacimento la morfologia del terreno, creando con estrema semplicità profondi precipizi o ripide barriere rocciose.
In sostanza, laddove in LittleBigPlanet occorre essere veri artisti ispirati per ottenere stage vagamente accettabili dalla comunità online, in ModNations Racers è sufficiente esagerare in bizzarria, mettendo in piedi piste quanto più bislacche e improbabili sia possibile fare. Sarà quindi sufficiente avviare un veloce test per saggiare sul campo la propria creazione e apportare dovute modifiche (in verità sarà alquanto difficile creare circuiti "impossibili"). In ultimo una nota per il sistema di controllo e di guida, che si è rivelato estremamente semplice, adatto (secondo le intenzioni del team di sviluppo) al divertimento più puro e sfrenato per ogni casual gamer impugni un joypad davanti a una PlayStation 3.
Non che Mario e il suo kart debbano incominciare a preoccuparsi seriamente, ma è innegabile che Sony desideri cavalcare l'onda del "party racing game" per tutta la famiglia e ModNations Racers potrebbe rivelarsi un'ottima base di partenza.


Commenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!