Genere
Guida
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
7+
Prezzo
€ 59,90
Data di uscita
21/5/2010

ModNation Racers

ModNation Racers Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Sony Computer Entertainment America
Sviluppatore
United Front
Genere
Guida
PEGI
7+
Distributore Italiano
Sony Computer Entertainment Italia
Data di uscita
21/5/2010
Data di uscita americana
25/5/2010
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
12
Prezzo
€ 59,90
Formato Video
HDTV
Formato Audio
Surround 5.1

Hardware

Per giocare ModNation Racers, trattandosi di un'esclusiva PlayStation 3, saranno richiesti una console PS3 e un controller compatibile. Da ricordare che il gioco è in uscita anche su PSP nello stesso periodo (maggio 2010).

Multiplayer

Se collegati a PlayStation Network, potremo sfidare altri undici giocatori online nelle gare multiplayer. Oltre che via Internet, sarà disponibile il gioco offline sulla stessa TV per un massimo di quattro giocatori in contemporanea. Inoltre, due giocatori via split-screen potranno "spostarsi" su PSN e sfidare altri due utenti collegati via Internet.

Link

Hands On

Nuove mascotte sulla pista

Go-kart a cartoni animati in prova su PS3.

di Alessandro Martini, pubblicato il

Benché arrivi sulla scia di LittleBigPlanet, replicandone l'idea di fondo, le aspettative attorno a ModNation Racers non sono troppo pesanti e questo offre maggiore tranquillità agli sviluppatori, anche considerato che è il titolo di esordio nel genere kart per United Front Games. Il team canadese sta cercando di non deludere nessuno, ben consapevole che la lotta con Mario Kart è impari e che affermarsi in un genere così particolare non è per nulla semplice. Non bastano il multiplayer, ampie possibilità di modifica e uno stile grafico azzeccato, bisogna curare tutti quei dettagli che distinguono un successo dall'ennesimo clone. Vediamo a che punto si trovano i lavori, grazie all'ultimo codice preview arrivato nelle nostre mani...

mrc: il campionato fai-da-te

La carriera per giocatore singolo ha una vera e propria storia alle spalle e numerosi intermezzi filmati che vantano una regia televisiva in stile sport americani, con due esilaranti commentatori che si fanno i dispetti nel presentare gli eventi del giorno.
La sigla che muove tutto è MRC ovvero Modnation Racing Championship, campionato aperto ai simpatici personaggi di ModNation Racers organizzato su varianti modificabili del classico go-kart. Come da tradizione per questo genere, gli eventi si susseguono a partire dalle categorie inferiori e vengono sbloccati fino a quelle superiori tramite le nostre vittorie. In aggiunta al punteggio accumulato dai buoni piazzamenti, è possibile completare vari obiettivi secondari sbloccando in questo modo nuovi elementi di gioco. I premi a fine gara sono sopratutto oggetti che useremo per modificare il nostro pilota, la sua vettura e i tracciati nei tre editor che costituiscono l'anima del gioco. In qualsiasi momento, fuori dalla pista, possiamo decidere se proseguire nella carriera, puntare al multiplayer (via Internet o sulla stessa TV) o dedicarci al lato "creativo" modificando mezzi, circuiti e personaggi nell'area apposita.
L'interfaccia con cui ci si muove tra le varie scelte è quella che abbiamo già visto nella Beta ovvero una "piazza" in stile PlayStation Home con vari punti d'interesse che possiamo raggiungere muovendoci direttamente con il nostro Kart. Chi ha fretta può comunque richiamare le funzioni principali con un tasto, usando un classico menu che appare immediatamente sullo schermo.

l'imbarazzo della scelta versione 2.0

Gli editor per la modifica degli elementi chiave sono intuitivi nel funzionamento ma letteralmente enormi come profondità e varietà, a cominciare da quello che interessa il nostro alter-ego. Possiamo decidere il colore della pelle, la forma degli occhi, ogni tipo di vestiario indossato e quale accessorio più o meno "fuori di testa" usare per dare al tutto un tocco unico. Il discorso è simile nel campo di auto e tracciati: scelta la conformazione della pista e il tipo di scenario, possiamo impostare in maniera strategica la collocazione di bonus e ostacoli, attraverso una visuale dinamica che permette di tenere sempre sotto controllo l'intero processo creativo. Per quanto riguarda i kart, è davvero sterminata la quantità di dettagli che possiamo ritoccare: dal tipo di motore (e suono emesso in gara) alla forma della carrozzeria, passando per lo stile della targa e dei cerchioni.
Naturalmente, nella versione completa potremo scambiarli via PlayStation Network o scaricare quelli altrui, nonché osservare le migliori creazioni della community.
Gli aggiornamenti relativi alla rete verranno prontamente segnalati nell'area di controllo principale, attraverso cartelloni che visualizzano (se collegati a PSN) le ultime novità, record e informazioni su ModNation Racers. Va detto, per i più pigri, che il materiale standard creato dagli sviluppatori è già numeroso in termini di vetture, tracciati e personaggi, nell'ordine delle centinaia come emerge in questa versione non ancora definitiva.

derapata e turbo sono le basi di partenza

Come modello di guida e gameplay, il titolo targato Sony si rifà ovviamente a Mario Kart puntando soprattutto sul "derapage" sistematico in curva, che serve a ricaricare l'altrettanto utile Turbo. All'insieme si aggiungono, com'è naturale, i potenziamenti raccolti sul tracciati che vanno dai missili a ricerca alle mine, passando per bonus meno immediati nell'uso ma altrettanto efficaci (come lo scudo, utilizzabile consumando la stessa barra del Turbo). Complessivamente, le gare sono più concentrate sul combattimento rispetto alla guida, molto semplificata e poco influenzata da fenomeni come la perdita di aderenza dei mezzi o le collisioni con gli altri piloti. Le competizioni appaiono molto frenetiche e veloci, al punto da risultare inizialmente caotiche per l'alto numero di esplosioni, veicoli scaraventati in aria e urla della radio (lo scorbutico assistente ai box che ci dà consigli più o meno utili). Dopo alcune partite di allenamento, si iniziano a conoscere le piste e gli effetti delle varie armi raccolte in gara, imparando a usarle nel momento più opportuno cercando allo stesso tempo di evitare quelle lanciate dagli altri piloti. I kart guidati dal computer si dimostrano infatti molto agguerriti già in questa versione, ma per fortuna non si concentrano solo sul giocatore dandosi battaglia anche tra di loro.

lo stile domina la tecnica

Per quanto riguarda invece l'aspetto tecnico, il design dei personaggi e la simpatia delle animazioni (soprattutto nei filmati) coprono quasi del tutto i fondali abbastanza scarni e una fluidità ancora da perfezionare. Pur senza toccare le vette artistiche di Nintendo, United Front è riuscita a crearsi uno stile personale quasi unico, riconoscibile all'istante e che sprizza tantissima simpatia, sfruttando ispirazioni a graffiti, cartoni animati e fumetti statunitensi. In ambito gameplay si spera in un generale miglioramento delle collisioni, attualmente poco costanti nel determinare i contatti tra i mezzi e gli urti con il fondale, che talvolta appare quasi "separato" dal kart a livello visivo. Si tratta di occasioni rare che si verificano sopratutto nelle fasi di combattimento più caotiche, però sappiamo quanto sia importante che tutta la struttura resti solida e affidabile per un gioco di kart.
Per lo stesso motivo, i lunghi caricamenti già notati nella Beta multigiocatore dovranno per forza essere ridotti: le attese superano anche il minuto e mezzo in questa versione.
Meglio della grafica, sono indubbiamente l'audio (con ottime voci in Italiano simili ai cartoni animati) e i controlli, che rispondono puntualmente in tutte le occasioni e risultano adatti anche alla fase di creazione e modifica negli editor. La guida dei mezzi, soprattutto, è intuitiva e immediata, annullando qualsiasi "barriera d'ingresso" per i giocatori alle prime armi.


Commenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!