Genere
Azione
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
ND
Prezzo
54,90 Euro
Data di uscita
8/11/2005

Mortal Kombat: Shaolin Monks

Mortal Kombat: Shaolin Monks Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Midway Games
Genere
Azione
Distributore Italiano
Leader
Data di uscita
8/11/2005
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
2
Prezzo
54,90 Euro

Lati Positivi

  • Buon sistema di controllo
  • Longevo
  • Divertente in coppia

Lati Negativi

  • Tecnicamente rivedibile
  • Alcune sezioni monotone

Hardware

Per giocare all'edizione qui recensita serve una console Xbox PAL, una confezione originale del gioco e un joypad per ciascun giocatore. È supportata la modalità PAL60, da attivare su televisori compatibili.

Multiplayer

Il gioco include due differenti modalità multi-giocatore dedicate a due utenti.

Link

Recensione

Mortal Kombat: Shaolin Monks

Le forze della Terra sono riuscite a ricacciare il malvagio Shang Tsung nei meandri dell'Outworld, salvando per l'ennesima volta il nostro pianeta. Tuttavia è necessario raggiungere l'acerrimo nemico per fermarlo una volta per tutte: Kung Lao e Liu Kang partono così per la loro pericolosa missione. Il kombattimento per decidere le sorti del pianeta Terra non è mai stato così mortale.

di Stefano Castelli, pubblicato il

MORS TUA, MORS MEA

L'opzione di gioco cooperativa rappresenta il vero motivo di vanto di Mortal Kombat: Shaolin Monks. Due giocatori possono infatti cooperare per tutta l'avventura affrontando in coppia le minacce dell'Outworld. È importante però considerare che la barra rappresentante l'energia vitale dei personaggi è considerata in comune tra i due giocatori e dunque decresce a prescindere da chi sta subendo danni: una sottigliezza che spinge ulteriormente i due giocatori a cooperare e a badare l'un l'altro, pena un game-over comune.
Va inoltre segnalato che alcune aree del gioco siano accessibili unicamente giocando in coppia: un ulteriore spunto che dovrebbe spingere i giocatori a provare questa azzeccata modalità. In particolare, i videogiocatori di vecchia data riusciranno probabilmente a percepire quel tipo di gameplay cooperativo che potevano provare in sala giochi con classici come Final Fight, Cadillac & Dinosaurs o Alien VS Predator: considivisione di armi e oggetti, schemi d'attacco in coppia, necessità di intervenire per aiutare il compagno in difficoltà e via dicendo. Peccato però per un grossolano difetto che affligge il sistema di accumulo dei punti esperienza (che evitiamo di riportare anche in sede di recensione onde evitare sorprese ai giocatori): basta "scoprire" questa svista degli sviluppatori per accumulare una marea di punti esperienza combattendo contro un singolo avversario. Probabilmente una fase di beta-testing più avanzata avrebbe permesso di evitare uno svarione simile, ma in ogni caso basta riproporsi di non sfruttare questo metodo "illecito" di accumulare punti-esperienza per godersi meglio il gioco senza troppi problemi.
Al fianco della modalità cooperativa troviamo inoltre un'opzione di gioco competitiva, più simile ad un picchiaduro ad incontri. Si tratta però di un'aggiunta piuttosto debole in quanto il sistema di combattimento del gioco è stato decisamente orientato verso l'action-game e ha dunque perso quella profondità tipica di un picchiaduro uno contro uno.

ANDIAMO A FARCI MONACI

Passando ad un discorso più critico che meramente descrittivo, Mortal Kombat: Shaolin Monks è un buon videogame che non riesce ad accedere all'eccellenza pura per una manciata di difetti marginali ma tangibili.
L'azione di gioco è esaltante ma non sempre sufficientemente varia, per cui alcune fasi possono risultare troppo monotone e comunque ripetitive. Da lodare il sistema di collisioni piuttosto valido che rende i combattimenti appaganti e dotati di una buona sensazione di "impatto": mandare a segno una combinazione di colpi oppure scaraventare un nemico addosso ad un gruppo è sempre appagante. Graficamente il gioco si difende discretamente senza però sfruttare degnamente la console su cui gira (che ha dimostrato ben altri livelli qualitativi per gli action-game, sul fronte grafico). I modelli poligonali presi singolarmente sono poveri, inferiori a quelli apparsi nei due precedenti picchiaduro uno contro uno. Si nota una certa carenza di poligoni, sebbene alcune aree del gioco siano piuttosto ricche di dettagli ed effetti grafici. Per contro, la fluidità rimane sempre elevata anche quando su schermo c'è un certo numero di personaggi: l'effetto complessivo del gioco in movimento è sufficientemente gradevole. Anche l'accompagnamento sonoro ha alti e bassi: musiche ed effetti sonori sono d'atmosfera e si sposano bene con le ambientazioni cupe del gioco, ma talvolta si sente la mancanza di musiche varie e capaci di accompagnare correttamente le fasi di gioco più concitate. Discreto il doppiaggio in italiano, sebbene talvolta interpretato in maniera poco sentita.
Sul fronte del gameplay vero e proprio Mortal Kombat: Shaolin Monks può essere promosso a pieni voti: difficilmente un fan degli action game rimarrà deluso dalla grande quantità di azione proposta dal gioco, specialmente se fan della saga di Mortal Kombat. Anche relativamente alla longevità bisogna segnalare una durata del gioco soddisfacente e soprattutto una grande quantità di extra da scoprire e sbloccare, come immagini dei personaggi, nuovi eroi da utilizzare e tutta una serie di elementi da utilizzare poi nella modalità uno contro uno. Lasciamo al commento le ultime parole su questo riuscito action-game, nella speranza che Midway continui su questa strada per proporre ulteriori capitoli di questa ormai decennale serie.

Voto None stelle su 5
Voto dei lettori
Davvero una graditissima sorpresa Mortal Kombat: Shaolin Monks, che in un colpo solo fa perdonare a Midway i due precedenti spin-off della saga e si propone come uno dei migliori action-game disponibili sul mercato, confermando la buona salute di cui la saga sta godendo da un paio di anni. Il gioco è frenetico, divertente e anche piuttosto longevo, doti molto importanti in un gioco d'azione che vengono ulteriormente amplificate giocando in coppia. Il grande numero di elementi segreti da sbloccare dona a Mortal Kombat: Shaolin Monks anche una certa rigiocabilità. Dunque, amanti degli action game particolarmente violenti fatevi pure avanti: difficilmente rimarrete delusi dall'ultima fatica di Midway in questa edizione Xbox.