Genere
Guida
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
16+
Prezzo
€ 69,99
Data di uscita
16/3/2011

MotorStorm Apocalypse

MotorStorm Apocalypse Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Sony Computer Entertainment
Sviluppatore
Evolution Studios
Genere
Guida
PEGI
16+
Distributore Italiano
Sony Computer Entertainment Italia
Data di uscita
16/3/2011
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
16
Prezzo
€ 69,99

Hardware

MotorStorm: Apocalypse è un'esclusiva PlayStation 3, quindi sarà necessaria la console targata Sony e un controller compatibile per giocarlo.

Multiplayer

Fino a 16 giocatori potranno sfidarsi online se iscritti a PlayStation Network. Offline, ritroveremo il gioco su schermo diviso per 4 utenti in contemporanea che potremo allargare anche alla Rete.

Link

Eyes On

Guerriglia senza freni

MotorStorm va in città, ma il caos continua...

di Alessandro Martini, pubblicato il

In lavorazione da oltre due anni, quindi da prima che uscissero Pacific Rift e Arctic Edge, MotorStorm: Apocalypse annuncia una serie di cambiamenti radicali per la serie firmata Evolution Studios. Il primo interessa, ovviamente, l'ambientazione che non è più naturalistica, incontaminata e selvaggia, ma si trasferisce tra palazzi e cemento. Stavolta, si corre in una città di fantasia ispirata alla Bay Area statunitense, ovvero la zona californiana in cui troviamo centri piuttosto noti come San Francisco e Oakland.

niente può fermare il nuovo festival

La stessa città è continuamente vittima di forti scosse sismiche che la riducono progressivamente in pezzi, proprio mentre si svolge l'ultima edizione del MotorStorm Festival. Ciò inserisce la variabile "percorsi dinamici" nel gioco in quanto una stessa ambientazione può risultare molto diversa da un giro all'altro: basta che crolli un palazzo e il passaggio di prima non c'è più, sostituito magari da una nuova rampa con cui scavalcare interi quartieri. La forte imprevedibilità delle piste è ampliata anche dalla nuova componente scenografica e dalla storia, per la prima volta rappresentata con tanto di introduzione, cast e finali conclusivi.
"Sono particolarmente fiero del fatto che questo nuovo MotorStorm sia basato su una trama compiuta", ci ha confidato Matt Southern, product manager del gioco, durante il nostro incontro all'E3 2010. "La storia sarà raccontata attraverso gli occhi dei tre protagonisti, e finalmente si potrà capire cos'è questo strano festival di corse, chi sono i personaggi e così via. Racconteremo le vicende attraverso delle scene filmate divertenti e lunghe il giusto, quanto uno si aspetterebbe per il caricamento di una pista. Mostreremo, insomma, cosa si prova a far parte di MotorStorm, qual è il background, chi organizza gli eventi, chi disegna i graffiti, chi si occupa delle piste, chi sono questi personaggi che voltano le spalle a una vita normale per lanciarsi in queste gare. Abbiamo avuto la fortuna di poter contare sull'aiuto di chi ha realizzato le cut-scene di Infamous e Uncharted 2 e, davvero, siamo riusciti a introdurre una storia credibile e divertente in un gioco di corse, forse per la prima volta in assoluto!".
All'inizio potremo scegliere quale di tre piloti impersonare fissando in questo modo la difficoltà: ogni personaggio attraversa una serie di vicende che si svolgono nell'arco di due giorni (dall'inizio del festival) e che coinvolgono altri gruppi presenti sul posto. Uno di questi è quello governativo, ossia le forze speciali decise a sfrattare chiunque dalla zona del disastro, mentre sul fronte opposto ci sono i sopravvissuti che non hanno alcuna intenzione di levare le tende. I due contendenti continueranno a darsi battaglia anche nel mezzo delle gare, con il rischio calcolato di coinvolgere chi vuole "soltanto" correre. Tutto questo aggiunge altri imprevisti e spettacolarità all'insieme, in quanto non dovremo solo preoccuparci degli altri piloti e del circuito, ma anche di chi userà ogni mezzo per ostacolarci, comprese armi pesanti ed elicotteri da guerra.

teniamo da parte il boost e la fortuna

Sotto il profilo della giocabilità e del modello di guida, quanto mostrato all'E3 e annunciato dagli sviluppatori fa pensare al completo rispetto delle tradizioni. In altre parole, si resta sempre ben fissi nel campo dei giochi di guida arcade con il "boost" e la velocità come punti fermi delle competizioni, sebbene lo stesso Matt Southern ci tenga a specificare che, di versione in versione, l'approccio al modello di guida e alla fisica viene sempre migliorato e rifinito, e che questo vale, ovviamente, anche per MotorStorm: Apocalypse.
Tra le specifiche annunciate per la versione completa, non manca ovviamente il multiplayer online e offline, quest'ultimo esteso anche alla Rete. In altre parole: fino a quattro giocatori sulla stessa TV (via split-screen) potranno sfidare altri dodici utenti collegati invece tramite PlayStation Network. Non mancano, naturalmente, tutti gli accessori tipici del multiplayer introdotti dagli shooter in soggettiva e diventati lo standard per ogni categoria. Ad esempio, ci saranno vari "perk", ossia potenziamenti ottenuti tramite le vittorie, con cui modificare il nostro veicolo e personalizzarlo in maniera più o meno unica.
Per chi si annoia rapidamente, il team creativo ha pensato a un editor di eventi con cui cambiare regole e struttura delle gare, affiancato a un sistema di scommesse. Scommettendo sulle gare, potremo moltiplicare i soldi virtuali accumulati dalle vincite e quindi gli acquisti di contenuti extra, parti bonus e così via.
Anche nella carriera per giocatore singolo, il tuning avrà una presenza maggiore rispetto ai vecchi episodi (dov'era appena accennato). Grazie alle modifiche, estetiche e di performance, potremo veramente guadagnare un netto vantaggio sulla concorrenza, o solo un aiuto extra per non finire ancora irrimediabilmente ultimi.

mezzo secondo più avanti dei rivali?

Arriviamo così alla parte tecnico-realizzativa per dire che è inutile nascondersi o far finta di niente: la somiglianza con Split/Second (almeno a livello di concept) resta chiara e innegabile. Dal canto suo, MotorStorm: Apocalypse promette già dall'esordio fieristico maggiore varietà e "follia" nelle competizioni oltre a un tipo di caos meno calcolato. Non siamo noi infatti a decidere cosa va distrutto e quale struttura può tornare utile, ma dobbiamo solo essere rapidi ad approfittare dei vari imprevisti. La presenza di varie fazioni in lotta tra di loro e di una storia può rappresentare, inoltre, un ulteriore segno distintivo non solo nei confronti dei rivali, ma anche di quelli della serie stessa, lche finora è spesso risultata troppo generica (sopratutto in singolo).
L'esperienza maturata nel campo da Evolution Studios è infine una garanzia di qualità sul lato audiovisivo: dai tempi della serie WRC su PlayStation 2, il team britannico non ha mai deluso le aspettative in settori come grafica e spettacolarità. D'altra parte, i giochi di guida arcade restano un settore molto affollato e altrettanto competitivo, quindi anche un nome "grosso" come MotorStorm dovrà dar fondo a tutte le proprie risorse per ottenere l'attenzione che merita.
E, in ogni caso, Evolution Studios non sembra essersi seduta sugli allori più di tanto, come ci ha confidato Matt Southern: MotorStorm: Apocalypse, per esempio, è stato sviluppato fin dal primo giorno con la priorità di sfruttare al massimo le nuove possibilità offerte dalle TV 3D. "Non si tratta solamente di realizzare una grafica 3D di grande impatto, questa nuova tecnologia influisce anche nel modo con cui vengono disegnati e interpretati i percorsi. Chi proverà il gioco in stereoscopia sarà avvantaggiato dal modo in cui certi bivi, certe biforcazioni e certe evoluzioni della pista verranno presentati "in profondità". Abbiamo ottenuto un grandissimo risultato, grazie soprattutto alla conoscenza della piattaforma e all'abilità dei nostri tecnici, che sono stati coadiuvati da professionisti che si occupano di grafica stereoscopica da più di cinque anni".
Appuntamento ai prossimi articoli per ulteriori update sui lavori in corso e impressioni dirette sul gioco...


Commenti

  1. V-JOLT_

     
    #1
    bello bello, e che sound da ridge racer =)
  2. manu.elf

     
    #2
    Mi chiederò per sempre che senso abbiano questi titoli di guida immaginari... Un gioco di guida dev'essere un gioco di guida e basta, eventualmente con modello fisico arcade ma in una situazione realistica. Mah...
  3. V-JOLT_

     
    #3
    manu.elf ha scritto:
    Mi chiederò per sempre che senso abbiano questi titoli di guida immaginari... Un gioco di guida dev'essere un gioco di guida e basta, eventualmente con modello fisico arcade ma in una situazione realistica. Mah...
     eh si.... è il triste mondo dei videogiochi.
  4. Andreabbondanza

     
    #4
    Ho adorat split second, adorerò anche questo :)
  5. SixelAlexiS

     
    #5
    aleZ ha scritto:
    Guerriglia senza freni: MotorStorm va in città, ma il caos continua...
    l'idea è interessante, ma dalla demo dell'E3 si notano cose imbarazzanti (palazzi di cartapesta), quindi c'è da lavorare tanto, ma proprio taaaaaaaaaaanto.
  6. evil_

     
    #6
    manu.elf ha scritto:
    Mi chiederò per sempre che senso abbiano questi titoli di guida immaginari... Un gioco di guida dev'essere un gioco di guida e basta, eventualmente con modello fisico arcade ma in una situazione realistica. Mah...
     ma chi l'ha detto? chi ha scritto questa fantastica regola e quando?
  7. SixelAlexiS

     
    #7
    evil_ ha scritto:
    ma chi l'ha detto? chi ha scritto questa fantastica regola e quando?
     è la regola perfetta per far morire i VG XD
  8. evil_

     
    #8
    SixelAlexiS ha scritto:
    è la regola perfetta per far morire i VG XD
     ma serio!
  9. Greasy_is_better

     
    #9
    SixelAlexiS ha scritto:
    l'idea è interessante, ma dalla demo dell'E3 si notano cose imbarazzanti (palazzi di cartapesta), quindi c'è da lavorare tanto, ma proprio taaaaaaaaaaanto.
      Devo supporre che è la prima che vedi un motorstorm?
  10. SixelAlexiS

     
    #10
    Greasy_is_better ha scritto:
    Devo supporre che è la prima che vedi un motorstorm?
    no, suppongo che questa domanda dovrei rigirartela... visto che nei precedenti capitoli non c'èrano palazzi che crollavano ^^
Continua sul forum (17)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!