Genere
Guida
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
16+
Prezzo
€ 69,99
Data di uscita
16/3/2011

MotorStorm Apocalypse

MotorStorm Apocalypse Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Sony Computer Entertainment
Sviluppatore
Evolution Studios
Genere
Guida
PEGI
16+
Distributore Italiano
Sony Computer Entertainment Italia
Data di uscita
16/3/2011
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
16
Prezzo
€ 69,99

Hardware

MotorStorm Apocalypse è un'esclusiva PlayStation 3.

Multiplayer

Fino a sedici partecipanti previsti per le sessioni online, con pieno supporto allo schermo diviso per chi vuole accalcarsi sul divano. Evolution Studios ha inoltre annunciato un costante supporto in termini di aggiornamenti da scaricare, un sistema di scommesse e una serie di filtri tramite cui impostare le gare secondo le proprie esigenze.

Link

Hands On

Città in rovina

Ultimo test sul campo per l'off-road cittadino.

di Andrea Maderna, pubblicato il

Nel corso dell'evento PlayStation Experience di Londra, abbiamo incontrato nuovamente MotorStorm Apocalypse, ritagliandoci anche lo spazio per chiacchierare un po' col team di sviluppo e farci raccontare qualche dettaglio sulla lavorazione. La scelta di abbandonare le ambientazioni naturalistiche dei precedenti episodi, per esempio, è stata fatta fin dall'inizio, sulla base di un desiderio di novità e cambiamento. Una scelta anche difficile, perché radicale e perché rischiava di compromettere le caratteristiche base del gameplay di MotorStorm. Ed è per diretta conseguenza di questo che si è pensato di introdurre i disastri naturali, i terremoti e gli uragani in grado di trasformare una metropoli in un vero e proprio circuito “da MotorStorm”.

apocalisse casuale

Distrutti e plasmati in nuove forme, gli ambienti cittadini di MotorStorm Apocalypse abbracciano quindi la filosofia che da sempre caratterizza la serie, garantendo svariati percorsi, un design che si dipana tanto in altezza quanto in larghezza e un gameplay bilanciato per offrire il maggior equilibrio possibile fra le varie tipologie di veicolo disponibili. Insomma, l'idea era di fornire una sfida nuova, fresca e dal taglio diverso, ma allo stesso tempo familiare e vicina ai gusti dei fan di MotorStorm. E non è infatti casuale la scelta di rendere facoltative una discreta parte delle novità di cui parleremo in questo articolo, dai perk ai disastri naturali, così che ogni giocatore possa adattare l'esperienza ai propri gusti, soprattutto per quel che riguarda il multiplayer online.
Al di là dell'ambientazione, la novità principale è senza dubbio rappresentata dai disastri naturali che travolgono circuiti e piloti. Uragani, terremoti, esplosioni, crolli e molti altri “imprevisti” si manifestano nel corso delle gare, andando a ostacolare il cammino di chi partecipa alla competizione, ma anche modificando la struttura degli ambienti e svelando quindi nuovi percorsi. Al contrario di quanto avviene in Split/Second, però, nulla di tutto questo viene scatenato dal giocatore. Affrontando le gare della campagna single player, infatti, si possono incontrare un numero ridotto di disastri naturali “scriptati”, che si verificano ogni volta che si corre sullo stesso circuito, un gran numero di avvenimenti casuali, che possono manifestarsi in luoghi, condizioni e momenti variabili, e una certa quantità di situazioni “emergenti”, gestite dall'intelligenza artificiale che decide magari di sfondare un muro passandovi attraverso.

gameplay in evoluzione

L'intervento da parte del giocatore è limitato alla possibilità, in alcuni casi ben evidenziati, di premere un tasto indicato a schermo per rallentare il fluire degli eventi per qualche secondo e osservare con attenzione – grazie a uno spostamento della telecamera – quello che sta accadendo, in modo da prepararsi al disastro. Questo non accade durante le sfide in multiplayer, nelle quali fra l'altro i disastri naturali sono tutti gestiti in maniera casuale, per garantire varietà (o comunque questo è quel che sostiene il team di sviluppo). Il focus rimane quindi incentrato sulla guida in condizioni estreme, come è tutto sommato sempre stato per MotorStorm, senza che vengano introdotti poteri fantascientifici di qualche natura. Dai precedenti episodi torna però l'utilizzo della nitro, reso però più articolato e quindi ancor più importante nelle meccaniche di gioco.
Come sempre, il turbo può essere attivato a piacere e utilizzato fino a surriscaldamento, evitando di forzare la mano per non rischiare l'esplosione del motore. Ci sono però delle novità legate alle modalità di riscaldamento e raffreddamento. Innanzitutto la gestione dei salti, presenti in abbondanza grazie a rampe e deformazioni varie del terreno: se mentre ci si trova in volo si rilasciano nitro e acceleratore, la forza del vento aumenta la velocità di raffreddamento. Questo fa sì che in piste particolarmente “aeree” i giocatori più abili possano, teoricamente, mantenere in costante utilizzo il turbo. Ma non solo: il raffreddamento è intimamente legato all'interazione con gli ambienti e viene accelerato dal contatto con l'acqua (pozzanghere, laghi, pioggia) e ancora con l'aria (condotti d'aerazione). Ovviamente vale anche il procedimento opposto: anche se non si sta usando il turbo, l'indicatore di surriscaldamento può alzarsi se si passa troppo vicini a fiamme o esplosioni, o magari se si viene bersagliati dal fuoco delle forze militari che popolano alcuni ambienti.

crescita personale

Fra le novità non si può fare a meno di citare l'introduzione dei perk, potenziamenti che è possibile selezionare per limare artificiosamente i propri limiti nella guida o migliorare alcuni aspetti del veicolo. Ottenendo risultati e medaglie, piuttosto che sconfiggendo e abbattendo altri piloti, si accumulano punti tramite i quali è possibile sbloccare fino a ventuno potenziamenti, divisi in tre categorie: combattimento, maneggevolezza, turbo. È però possibile utilizzarne contemporaneamente solo tre, uno per ogni tipologia, con la possibilità di creare delle combinazioni personalizzate da selezionare al volo prima di un match in multiplayer. Le tipologie di potenziamento sono piuttosto varie e vanno dalla riduzione delle sbandate all'aumento di velocità o di potenza del turbo, passando però anche per upgrade meno legati alla guida in senso stretto e che possono per esempio dimezzare il tempo richiesto per tornare in pista dopo un incidente.
Anche i perk, così come i disastri naturali, fanno parte delle caratteristiche che è possibile filtrare nel momento in cui si va a organizzare un match online. Su questo fronte, fra l'altro, Evolution Studios ha lavorato per introdurre una serie di caratteristiche interessanti. Per esempio il sistema di scommesse, che permette di scegliere un avversario specifico da battere, in modo da avere obiettivi secondari tramite cui dare magari nuova linfa a gare che non ci si sente in grado di dominare. E sono poi previsti numerosi aggiornamenti, con vetture e livree sempre nuove e sfide settimanali che di tanto in tanto introdurranno anche nuove modalità. Al di là di qualche singolo pacchetto specifico, fra l'altro, tutti questi aggiornamenti saranno distribuiti in forma gratuita.

spettacolo visivo

L'esperienza di gioco, pad alla mano, ci è parsa sorprendentemente in linea con lo spirito della serie. Certo, i disastri naturali aggiungono situazioni inedite, ma l'averli mantenuti al di fuori del controllo del giocatore ha permesso di non tradire particolarmente ciò che ci si aspetta da MotorStorm. E in questo senso ci sono parse molto intelligenti anche le evoluzioni nell'utilizzo della nitro, davvero azzeccate. Dal punto di vista grafico, il gioco ha compiuto enormi passi avanti rispetto alle prime volte che l'avevamo visto e ora l'impatto è davvero di buon livello, con strutture enormi e un continuo susseguirsi di eventi spettacolari.
La visualizzazione in 3D, poi, aggiunge molto al fascino dell'esperienza, garantendo una sensazione di profondità notevole, certo al netto di alcune rinunce sotto il profilo tecnico. Nello specifico, un portavoce del team ci ha spiegato che attivando il 3D si deve rinunciare ai 1080p della visualizzazione normale e a una parte del dettaglio “di fino” sugli oggetti, rimanendo però costantemente ancorati sui trenta fotogrammi al secondo che caratterizzano la serie (con sedici veicoli in gara, e ora anche i disastri naturali, non c'è modo di puntare ai sessanta fotogrammi).
Impressioni molto positive, insomma, per un seguito che – contrariamente a quanto si potesse forse temere – sembra poter garantire divertimento, adattabilità alle esigenze dei vari giocatori, resa grafica di livello e un buon numero di novità comunque rispettose dello spirito che caratterizza la saga dagli esordi. Se poi sarà davvero così lo scopriremo a marzo.


Commenti

  1. Dark76

     
    #1
    non vedo l'ora :sbav:
    ecco i potenziamenti/perk da sbloccare con l'esperienza non ero a consocenza 
    rispetto ai precedenti capitoli è una gustosa novita-..ottimo

    [Modificato da Dark76 il 16/02/2011 09:58]

  2. froks

     
    #2
    Che bellezza!
    I motorstorm, mi hanno sempre divertito moltissimo... e questo sembra non discostarsi troppo dallo spirito "caciarone" della serie! Bello bello... non vedo l'ora! :D
  3. utente_deiscritto_8705

     
    #3
    Bella preview, pensavo di aspettare, ma tocca andarlo a prenotare mi sa :DD
  4. SixelAlexiS

     
    #4
    beeeeello, ecco un VERO gioco di guida.. non quelli fuffosi di ora che hanno solo il nome... mi spaventano i perk, non vorrei fossero troppo sgravi,
    Vedremo ^^
  5. giopep

     
    #5
    SixelAlexiS ha scritto:
    beeeeello, ecco un VERO gioco di guida.. non quelli fuffosi di ora che hanno solo il nome... mi spaventano i perk, non vorrei fossero troppo sgravi,
    Vedremo ^^


    Beh, il fatto che comunque li abbiano limitati a uno per categoria dovrebbe mantenere le cose abbastanza equilibrate.
  6. BIANCIOZ

     
    #6
    giopep ha scritto:
    Beh, il fatto che comunque li abbiano limitati a uno per categoria dovrebbe mantenere le cose abbastanza equilibrate.
     
     Nello specifico, un portavoce del team ci ha spiegato che attivando il
    3D si deve rinunciare ai 1080p della visualizzazione normale e a una
    parte del dettaglio “di fino” sugli oggetti, rimanendo però
    costantemente ancorati sui trenta fotogrammi al secondo che
    caratterizzano la serie (con sedici veicoli in gara, e ora anche i
    disastri naturali, non c'è modo di puntare ai sessanta fotogrammi).
     
    Scusa Giopep ma quando parli di 1080 p ti riferisci ad un upscaling della riso via cell no?
    Perchè il gioco renderizza nativo a 720 p in modalità 2d no?:-\
    [i][/i]
  7. Dark76

     
    #7
    Viewtiful Joe™ ha scritto:
    Bella preview, pensavo di aspettare, ma tocca andarlo a prenotare mi sa :DD
       belle seratine come ai tempi del 1 e del 2 con te joint e evil e magari tmo XD
    serate poco impegnative con concorrenti cosi arrendevoli :asd:
  8. The real Dimebag

     
    #8
    Praticamente MotorExiteSplitSecondTruckStorm!Benvenga cappero!
  9. richi_one

     
    #9
    Probabilmente sarà il mio primo Motorstorm.
  10. ito

     
    #10
    Dark76 ha scritto:
    belle seratine come ai tempi del 1 e del 2 con te joint e evil e magari tmo XD
    serate poco impegnative con concorrenti cosi arrendevoli :asd:
     Che memoria corta,al 2 ero molto competitivo.:doc:
Continua sul forum (261)►
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!