Genere
ND
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
ND

Mouse

Aggiungi alla collezione
Speciale

Puntatori natalizi: nuovi "topi" da Logitech

Non si arresta la vena creativa dei ragazzi di casa Logitech: anche questa volta ci propongono periferiche di puntamento veramente eccezionali. Le innovazioni riguardano solo in parte il design: le novità, questa volta, stanno soprattutto... all'interno!

di Simone Soletta, pubblicato il

Dobbiamo ammetterlo: per le periferiche di puntamento di Logitech nutriamo una vera e propria passione. Innanzitutto perché si tratta di prodotti assai validi, e di questo non si può certo dubitare, ma anche e soprattutto perché è evidente lo sforzo in fase di progettazione che questa casa dedica ai suoi prodotti. Non ricordiamo una linea che non abbia presentato una qualche innovazione, un qualche prodotto veramente avanzato... magari anche troppo, come nel caso del gaming mouse dotato di ritorno di forza, mai supportato in maniera seria dagli sviluppatori.
Sta di fatto che, anche quest'anno, abbiamo avuto modo di provare "sul campo" le ultime novità nel campo delle periferiche di puntamento e, come al solito, siamo rimasti favorevolmente impressionati.

SFERONE SENZA FILI

Logitech, storicamente, ha sempre riservato un posto speciale all'interno della propria gamma di prodotti alle trackball. E' innegabile che in molte situazioni l'utilizzo di una periferica di questo tipo sia sicuramente più comoda rispetto a un regolare "topo", ma va dato atto a Logitech di avere dedicato enormi risorse di design e sviluppo a queste particolari periferiche.
La prima grande rivoluzione è stata l'introduzione, qualche anno fa, della tecnologia Marble: il movimento della sfera, invece che essere trasmesso alla logica di gestione attraverso i soliti e imprecisi sistemi basati sull'attrito, veniva rilevato da una sorta di sensore che era in grado di rilevare il movimento della particolare trama stampata sulla sfera. Inutile dire come questo sistema abbia rivoluzionato il mondo delle trackball: in un momento la maggior parte dei problemi di pulizia e precisione sono stati banditi per sempre dalle nostre scrivanie. Durante questi anni la tecnologia Marble ha continuato a rendere felici moltissimi utenti e, quest'anno, Logitech ha pensato di aggiungere alle proprie trackball una feature che gli utenti hanno dimostrato di gradire moltissimo. In realtà più che di "aggiungere" si è trattato di "togliere": ebbene Logitech ha eliminato il filo anche dalle Trackball. Sicuramente si tratta di una rivoluzioncina, che non può certo avere l'impatto che ebbe l'introduzione dei mouse cordless tradizionali: del resto la trackball è disegnata per essere stabile e, quindi, soffre molto meno dell'intralcio causato dal filo. Ciononostante, sulle nostre scrivanie sempre più oberate di fili, controller, console è comodissimo avere un filo in meno in mezzo ai piedi: vuoi montare il volante? Sposta e via, niente ingarbugliamenti, fili a destra e a sinistra e cose del genere... e la trackball continuerà gioiosamente a funzionare.
La tecnologia a onde radio che Logitech ha studiato ha ormai raggiunto vette di affidabilità estreme. Il sottoscritto scrive da ormai più di due anni utilizzando i kit cordless mouse + tastiera di Logitech e l'unico problema riscontrato è stato un'incompatibilità tra i ricevitori della primissima tastiera e le tastiere successive. Punto. Per il resto semplicemente nessun problema: addirittura, durante qualche improvvisato partyLan, più cordless desktop convivevano nella medesima stanza senza alcun problema di interferenze. In questo particolare caso, poi, è bastato estrarre la trackball dalla scatola, inserire la pila, premere i tasti di comunicazione ed ecco che, senza nemmeno installare il ricevitore a corredo con il mouse, siamo stati in grado di provare sul campo le nuove trackball. Al momento sulla scrivania ci sono un mouse e due trackball, tutti senza fili, e basta premere i tastini di comunicazione su ciascuna unità per utilizzarne una piuttosto che un'altra.
A livello di design le due trackball in esame sono agli antipodi: il Cordless Trackman Wheel riprende l'eccezionale design del Trackman Marble che tanto successo ha riscosso, nel tempo, tra i nostri redattori. Dal punto di vista ergonomico, infatti, questa trackball è semplicemente eccezionale e, una volta entrati in confidenza con l'utilizzo del pollice per muovere la pallina, semplicemente non si potrà più farne a meno. Completano il Cordless Trackman Wheel i canonici due tasti più rotella cliccabile: il risultato finale è una periferica eccezionalmente comoda e precisa.
La seconda Trackball che presentiamo è la Cordless Trackman FX, che si presenta con un design molto particolare: La sfera, più grande di quella del Trackman Wheel, può essere azionata sia dal pollice che dalle altre dita grazie a una forma particolarmente innovativa. E' meno immediata da utilizzare della sorella poc'anzi descritta, ma a livello di comodità ed ergonomia anche questa periferica si assesta su livelli elevatissimi. I tasti, infatti, sono posizionati in maniera veramente "strategica" e, fatta l'abitudine alla nuova posizione della mano e ai nuovi movimenti richiesti, saremo in grado di avere un controllo completo e preciso... in punta di dita. Con la trackball è fornito anche un comodo supporto per il polso, anche questo teso alla ricerca della migliore comodità di utilizzo possibile. I tasti in dotazione sono quattro e manca (non poteva essere altrimenti, vista la particolare forma della periferica) la canonica rotella.