Genere
ND
Lingua
Inglese
PEGI
ND
Prezzo
499 Euro
Data di uscita
23/12/2003

MSI GeForce FX 5900 Ultra

MSI GeForce FX 5900 Ultra Aggiungi alla collezione

Datasheet

Data di uscita
23/12/2003
Lingua
Inglese
Giocatori
0
Prezzo
499 Euro

Lati Positivi

  • Ottimo bundle
  • Buon raffreddamento
  • Molto migliore di NV30

Lati Negativi

  • Problemi con gli shader 2.0

Hardware

La scheda MSI è stata provata su Pentium 4 Northwood da 2,2 GHz con 512 MB di memoria DDR PC2100 e hard disk IBM GXP da 60 GB, il tutto montato su scheda madre Intel i845D. Il sistema operativo utilizzato è stato Windows XP Professional, mentre i driver della scheda video erano i ForceWare 52.16.

Link

Recensione

MSI GeForce FX 5900 Ultra

Benché il progetto NV30 non sia partito con il piede giusto, è ammirevole l'impegno dimostrato da nVidia per cercare di riportarlo sulla giusta strada. MSI, confidente nella sua forte partnership con la società californiana, presenta il suo pacchetto basato sul "riveduto e corretto" NV35, alias GeForce FX 5900 Ultra, in compagnia di un ricchissimo bundle. Analizziamolo in dettaglio!

di Antonino Tumeo, pubblicato il

Il problema grosso, per quanto ci siano stati degli evidenti miglioramenti, rimane ancora il supporto per gli shader, sia in versione 1.4 sia, soprattutto, in versione 2.0. Il miglioramento dettato dagli aggiornamenti dell'architettura di NV35 non bastano, infatti, ad intaccare il primato incontrastato delle schede grafiche basate su chip Radeon in ambito DirectX 9.0.
ShaderMark 2.0 evidenzia pesantemente questa situazione (non potendo, tra l'altro, per la mancanza di supporto, eseguire i test che sfruttano render target multipli). Fatti che sarebbero ben evidenziati anche da 3D Mark 03, ma le polemiche tra FutureMark e nVidia sono state talmente numerose che non ci sentiamo di commentare direttamente i numeri, ma ve li porgiamo così come sono stati ottenuti (ricordando anche che si è utilizzata la prima release di ForceWare e la versione 330 di 3D Mark: con la patch 340 inspiegabilmente viene disattivato il compilatore a run time dei driver nVidia, che però nella versione successiva rilasciata subito dopo la conclusione dei test ri-sistemano la situazione). Abbastanza gratificanti anche i numeri ottenuti con 3D Mark 2001 SE, a differenza della nuova versione, particolarmente amico dei chip nVidia. Un po' meno gratificanti, invece, i numeri ben più importanti ottenuti con il Unreal Tournament 2003: alti in senso assoluto, ma un po' meno di quelli ottenibili con le Radon 9800 PRO, sono infatti i risultati dei test senza filtri attivati. La situazione, però, migliora progressivamente attivando via via i filtri almeno fino all'AntiAliasing 4X e tenendo sempre, come da nostra norma ormai da quando vengono sfruttati sistemi adattivi, l'Anisotropic Filtering alla massima qualità, pur non riuscendo in alcun modo a intaccare le potenzialità messe in campo dall'architettura della concorrenza in queste condizioni. Con il 6X, invece, si nota un delta prestazionale un po' maggiore di quello atteso e decisamente sulla nostra piattaforma di test i risultati non sono confortanti a 1600x1200 come invece lo erano con la Radon 9800 PRO (dove tutto sommato si rimaneva su livelli di giocabilità), mentre paragoni a 8X non sono proponibili perché supportati al momento solo dalle architetture nVidia. C'è comunque da ricordare e sottolineare che è possibile scegliere il livello qualitativo dei filtri da prestazioni elevate a qualità passando per la modalità prestazioni, in modo da cedere un po' della qualità grafica in cambio di qualche fps in più.
Proprio la qualità grafica merita l'ultimo commento: utilizzando le impostazioni più elevate, possiamo dire che non ci sono più quelle nette differenze tra i filtri di casa nVidia e quelli della concorrenza, e che il gap da questo punto di vista è stato colmato. Qualche problema, invece, persiste forse ancora se si impostano i livelli di qualità un po' più bassa nei driver (cosa che nei driver ATi è fattibile solo in relazione all'Anisotropic Filtering), ma del resto la cosa è fatta "esplicitamente", e c'è da notare che, come mostrano i numeri, le differenze prestazionali sono veramente risicate (il raffinamento operato nei ForceWare gioca certamente a favore).

CONCLUDENDO

Possiamo, in conclusione, notare alcuni aspetti particolarmente interessanti proprio della scheda MSI provata e non di altre GeForce FX 5900 Ultra. Infatti, se i risultati possono parlare in vece anche di prodotti similari, ci sono alcuni caratteri distintivi della scheda realizzata dalla società taiwanese che vanno sottolineati: in primo luogo, il sistema di raffreddamento, che è decisamente poco rumoroso, ma anche efficace (i driver non hanno mai mostrato temperature del chip grafico più alte di 50 gradi anche sotto sforzo), grazie probabilmente anche alla particolare disposizione della RAM fatta per essere proprio più "accomodante". In secondo luogo il fatto che, grazie al buon processo produttivo e alle basse temperature fornite dal sistema stesso, ci sono ampi margini di overclock (i coolbits stessi di nVidia una volta attivati hanno suggerito almeno 50 MHz in più sulla GPU). In terzo luogo, la presenza dell'ingresso video, particolarmente stuzzicante per certe tipologie di utenti (sì, anche per quelli che vogliono vedere la console sul proprio PC, anche se non in RGB...). Ultimo, ma non per importanza, l'interessante bundle, ricco di software ma soprattutto con due giochi (Morrowind e Ghost Recon) in versione completa in grado di far gola a più di un giocatore.
Insomma, GeForce FX 5900 Ultra di MSI non è certamente una scheda da sottovalutare. E', anzi, un prodotto da considerare attentamente al momento dell'acquisto, nel caso si voglia comprare una soluzione di alto livello, perchè NV35, pur derivando dal non così felice NV30, è sicuramente un prodotto "di punta" nettamente migliore e in grado di essere positivamente apprezzato dai giocatori, al pari delle Radeon 9800, e la scheda MSI offre qualche peculiarità interessante che merita una certa attenzione. E non bisogna neanche sottovalutare il fatto che, con l'entrata in scena di GeForce FX 5950 Ultra (o NV38), il prezzo delle GeForce FX 5900 Ultra (compresa naturalmente la scheda MSI) è destinato a scendere e rendere un po' meno oneroso l'acquisto di un "ex-prodotto alto di gamma" differenziato dal nuovo solo per una manciata di MHz...

Voto None stelle su 5
Voto dei lettori
La GeForce FX 5900 Ultra MSI è un prodotto da non sottovalutare. Infatti, la GPU su cui si basa a differenza del predecessore (la GeForce FX 5800 Ultra), non delude le aspettative sia per prestazioni sia per qualità grafica, grazie anche al buon lavoro svolto da nVidia non solo per dare una "sistemata" a un'architettura non riuscita benissimo, ma anche per migliorare continuamente i driver che la supportano. E anche se la concorrenza è veramente forte, in questo momento, con un'architettura (quella di Radeon 9700 e 9800) che mostra i suoi artigli soprattutto su Pixel e Vertex Shader 2.0, coloro che ripongono fiducia in nVidia, e possono permettersi una scheda video di alto livello, non sbagliano comunque nell'acquisto di una scheda basata su GeForce FX 5900 Ultra. Tra di queste, la soluzione MSI di certo spicca per l'ottimo bundle e per certi accorgimenti (come il buon sistema di raffreddamento, per nulla rumoroso) che saranno graditi a più di un appassionato.