Genere
ND
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
ND

Most Wanted 2016 - 3DS

Speciale

Most Wanted 2016 - 3DS

Le cinque esclusive più attese per la console portatile Nintendo

di Claudio Magistrelli, pubblicato il

Parlando di Nintendo 3DS oggi, a 2016 ormai iniziato, è difficile non fare cenno alla fase finale del ciclo vitale che la piccola console portatile della casa di Kyoto si accinge a percorrere. Eppure, nonostante tutti gli elementi convergano nella stessa direzione facendo ipotizziare un declino abbastanza evidente nel futuro prossimo della console, il piccolo 3DS pare avere ancora qualche asso da giocarsi in questo 2016. Analizzando il panorama delle uscite più o meno prossime è evidente come la quantità di titoli disponibili sia destinata a diminuire sensibilmente rispetto al passato, tuttavia i titoli di spessore non mancano, grazie anche al ritardo con cui alcuni titoli orientali giungono dalle nostre parti.

YOKAI WATCH

Proprio questo è il caso di Yokai Watch, successo commerciale che trascende il confine dei videogiochi dal 2013 in Giappone, nuova produzione targata Level5, studio abilissimo nell'apprendere la formula del successo scolpita nella pietra dalla saga dei Pokemon ed adattarla ad altri formati. Dopo la spassosa parentesi sportiva di Inazuma Eleven, questa volta è la tradizione giapponese a fare da sfondo alle vicende del gioco, con un protagonista impegnato nella ricerca degli Yokai, spiritelli benevoli o maligni che infestano le cittadine giapponesi. Come al solito, al fianco della classica struttura di un JRPG pensato per i più giovani troveremo una gran quantità di buffi e strambi esserini da collezionare fino all'ultimo esemplare.

POKEMON

Se Yokai Watch rappresenta il fenomeno commerciale più recente, tutto ha avuto inizio con Pokemon. Per chi nel 1999 non c'era e per chi allora aveva altre chimere da inseguire, nel 2016 il primo capitolo della saga dei “piccoli mostri” - momento aneddoto: Pokemon è la contrazione di pocket monster – verrà riproposto sulla Virtual Console del 3DS in una triplice versione: Rossa, Blu e Gialla (edizione speciale Pikachu). Si torna a Kanto, la regione da cui provengono Pikachi e Mewtwo, per rivivere quel celebre incontro con dei Pokemon selvatici che ha segnato l'inizio di innumerevoli carriere da allenatore. Occhi aperti però, oggi come allora il Team Rocket è sempre dietro l'angolo con le sue losche trame.

HYRULE WARRIORS: LEGEND

Il bello delle console che si avvicinano a chiudere la loro carriera è che, proprio come gli atleti più forti, sono in grado di superare ogni limite immaginabile. Un mosou, con decine di nemici a schermo, su una console portatile con oltre un lustro di onorata carriera alle spalle? Impossibile! Invece no, non per il 3DS. Dopo la convincente prova su WiiU, Koei Tecmo ci riprova e porta il suo Dinasty Warriors a tema Zelda anche sul doppio schermo del portatile Nintendo. La possibilità di controllare più personaggi, tra cui i nuovi ingressi provenienti da Wind Waker, rappresenta la principale novità del gioco, ma senza dubbio tutta la nostra curiosità è calamitata dalla portata dell'impresa che il 3DS si appresta a sostenere.

FIRE EMBLEM: FATES

Il precedente capitolo, Fire Emblem: Awakening, è stato una mezza sorpresa. Dalle nostre parti la saga a cavallo tra JRPG e strategia targata Intelligent Systems ha sempre avuto una fama più legata alla leggenda degli echi di apprezzamento che giungevano dal Giappone piuttosto che all'esperienza diretta. Ultimamente per fortuna le cose sono cambiate e il travolgente successo sia di critica che di pubblico riscosso da Awakening sembra aver convinto Nintendo a pubblicare Fates quanto prima anche dalle nostre parti. Non c'è ancora una data, ma nel 2016 dovremmo poter mettere le mani su tutte e tre le versioni del gioco attraverso cui sarà possibile esplorare ogni cupo anfratto della drammatica epopea bellica e familiare che ci attende.

METROID PRIME: FEDERATION FORCE

Ok, ad essere onesti le prime impressioni legate a questo nuovo capitolo, o meglio spin-off, della saga Metroid non sono state esattamente entusiaste. Ma il fatto che da quel momento, dopo le reazioni dei fan e la comparsa di petizione che ne chiedevano la cancellazione per non infangare il buon nome del franchise, Nintendo abbia fatto sparire dei radar il gioco ci rende ottimisti. Rimasti forse gli ultimi artigiani del videogioco, veri e propri samurai del gameplay, a Kyoto seguono uno modus spesso operandi difficile da decifrare, ma sempre finalizzato alla confezione di giochi curati e di altissima qualità. La prossima volta che sentiremo parlare di questo shooter cooperativo ambientato nell'universo di Metroid potrebbero esserci grosse sorprese.


Commenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!