Genere
ND
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
ND

Most Wanted - PS Vita

Speciale

Most Wanted 2016 - PS Vita

Un'interessante mix tra sol levante ed indie nel futuro della portatile Sony.

di Claudio Magistrelli, pubblicato il

Non è un gran periodo per le console portatili. L'abbiamo già detto qualche giorno fa, quando analizzavamo il 2016 che attende il Nintendo 3DS e la situazione di PS Vita non appare certo più rosea. A differenza della collega griffata Nintendo, la piccola console Sony non può nemmeno aggrapparsi ai piacevoli ricordi: il percorso vitale del hardware è stato senza dubbio al di sotto delle aspettative. Nonostante tutto, però, l'affetto che una nicchia di appassionati continua a nutrire verso PS Vita non accenna a diminuire, grazie anche alla seconda vita della console diventata piattaforma d'elezione produzioni di stampo marcatamente giapponesi (in passato di rado esportate in Europa) e originali titoli. indie. Un mix che caratterizzerà anche i prossimi dodici mesi di PS Vita.

Atelier Escha e Logy PLUS

In arrivo il 20 gennaio, questa conversione dell'apprezzato RPG di Koei Tecmo si appresta ad essere molto di più che una semplice riduzione. Oltre a un nuovo episodio che indagherà ulteriormente il legame tra i due fratelli protagonisti del gioco, troveremo un nuovo personaggio giocabile, nuovi filmati estratti dall'anime e un nuovo livello di difficoltà. L'ideale per prepararsi al nuovo capitolo della saga, Atelier Sophie, in uscita sempre nel 2016 sia su PS4 che su PS Vita.

Odin Sphere Leifrahsir

L'originale Odin Sphere è un piccolo cult. Uscita in epoca PS2, la sua estetica ostinatamente 2D lo faceva sembrare una mosca bianca in un periodo in cui il 3D era la religione ufficiale nel mondo videoludico. La sua bellezza bidimensionale, così avanti per l'epoca da mettere in difficoltà il processore di PS2, ha bisogno giusto di un ritocco per adattarsi alle risoluzioni odierne (effettuato in collaborazione tra Vanillaware e Atlus) prima di riesplodere sullo schermo di PS Vita per la gioai di tutti gli amanti GDR fuori dagli schemi.

Ray Gigant

Questo strano mix tra dungeon crawler ed rpg è forse l'esempio migliore del bizzarro e stuzzicante mix di idee e produzioni in cui è possibile imbattersi sfogliando la libreria (presente e futura) di PS Vita. Tinte che strizzano l'occhio al horror e un sistema di combattimenti vicino al rhytm'n'game arriveranno a breve, solo in formato digitale.

Salt & Sancturay

Lo stile di Ska Studios, quelli di The Dishwasher e Charlie Murder, è sempre facilmente riconoscibile. Per Salt & Sancturary però sembra essersi fatto ancora più oscuro, perdendo per strada quelle strizzate d'occhio al mondo teen per abbracciare senza riserve un'estetica più dark e gotica. D'altra parte il gioco è dichiaratamente ispirato a Castlevania con alcune influenze moderne riconducibili alla serie Souls. Questa interessante ricetta si basa su tre ingredienti principali: una mappa intricata, combattimenti brutali e un comparto grafico interamente disegnato ed animato a mano.

L'attacco dei giganti

Nato come fenomeno di nicchia alimentato dal passaparola delle scanlation clandestine su internet, il manga de L'attacco dei Giganti è rapidamente diventato prima un caso editoriale e poi un anime di successo trasmesso nel nostro paese addirittura da un canale tv nazionale (per quanto illuminato come Rai4). L'action confezionato da Omega Force, lo studio resposanbile della serie Dynasty Warriors – ripercorrerà tutti gli eventi della prima stagione dell'anime integrandoli con contenuti inediti e retroscena sul passato dei personaggi realizzati dall'autore dell'opera oginale, Hajime Isayama.


Commenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!