Genere
Strategico
Lingua
Italiano
PEGI
16+
Prezzo
€ 39,99
Data di uscita
26/2/2010

Napoleon: Total War

Napoleon: Total War Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Sega
Sviluppatore
Creative Assembly
Genere
Strategico
PEGI
16+
Distributore Italiano
Halifax
Data di uscita
26/2/2010
Lingua
Italiano
Giocatori
2
Prezzo
€ 39,99

Hardware

Napoleon: Total War sarà disponibile nel corso di febbraio 2010 esclusivamente per PC. Essendo un'espansione stand-alone, non richiederà l'installazione di Empire: Total War per funzionare.

Multiplayer

Sarà presente una modalità di gioco in multiplayer che permetterà di prendere il controllo di altri eserciti oltre a quello francese, ma le caratteristiche di gioco non sono state ancora annunciate.

Link

Eyes On

Il signore della guerra

Napoleone protagonista del nuovo Total War.

di Francesco Destri, pubblicato il

Negli ultimi vent’anni ricordiamo almeno una decina di strategici incentrati sulla figura di Napoleone Bonaparte; Battles of Napoleon, Great Napoleonic Battles, Napoleon 1813, Waterloo: Napoleon’s Last Battle, Cossacks II: Napoleonic Wars e Europa Universalis III: Napoleon's Ambition sono i primi che ci vengono in mente, ma la lista potrebbe continuare ancora a lungo a dimostrazione di come il celebre generale e imperatore francese abbia avuto un grosso impatto sul mondo videoludico, molto più di altri suoi celebri predecessori come Alessandro Magno o Cesare. Non bisogna quindi stupirsi se Creative Assembly, dopo aver attraversato gran parte della storia militare degli ultimi duemila anni con la serie di Total War, ha dedicato la sua prossima uscita a Napoleone dopo il grande successo riscosso a inizio 2009 da Empire: Total War, che copriva circa un secolo di storia raccontando e facendo vivere in prima persona le battaglie più importanti del XVIII secolo.

la guerra “totale” in tre campagne

Napoleon: Total War nasce quindi come un capitolo a se stante nella saga di Creative Assembly, anche se le somiglianze con il titolo precedente e la minor portata dell’impresa napoleonica rispetto a quella ben più massiccia di Empire: Total War ne fanno qualcosa di molto simile a un’espansione stand-alone, visto che per giocare non sarà necessario possedere una copia installata del titolo precedente.
Quando però c’è di mezzo Creative Assembly una pur “semplice” espansione può trasformarsi in qualcosa di molto corposo e interessante, anche perchè rispetto al precedente add-on (The Warpath Campaign) Napoleon: Total War promette di essere un’aggiunta molto più significativa e ricca di sorprese. Tanto per cominciare avremo a disposizione non una ma ben tre Campagne, che racchiuderanno bene o male l’intera storia militare di Napoleone. La prima, ambientata tra il 1796 e il 1797, sarà incentrata sull'impresa militare in Italia contro gli austriaci, che per Napoleone rappresentò la prima vera occasione di dimostrare all’intera Europa il suo genio militare.
Sarà poi la volta della spedizione in Medio Oriente tra il 1798 e il 1801 in cui le armate francesi conquistarono l’Egitto e, dopo la distruzione della loro flotta per mano delle navi inglesi guidate da Horatio Nelson, si spinsero fino in Siria, dove però Napoleone fu costretto a subire la sua prima sconfitta dopo il fallito assedio a San Giovanni d’Acri. L’ultima Campagna del gioco, nonchè quella più lunga e conosciuta, andrà invece dal 1805 al 1812, ovvero dalla formazione della terza coalizione antinapoleonica fino alla disastrosa spedizione in Russia che costò la vita a 400.000 soldati francesi.

battaglie campali, ma non solo

Naturalmente nulla ci vieterà di riscrivere la Storia e di avere successo là dove Napoleone fallì e, anche se per ora non è sicuro al cento per cento, nella modalità multiplayer del gioco (su cui non ci sono ulteriori notizie) sarà possibile comandare anche le truppe avversarie tra cui quelle di Russia, Prussia e Regno Unito. Le tre Campagne saranno inoltre narrate con molta meticolosità e promettono di ricordare lo stile già visto in Road to Indipendence, la serie di missioni di Empire: Total War incentrata sulla Guerra d’Indipendenza Americana. Gli elementi in comune con il titolo precedente saranno insomma numerosi e tra essi si segnalano anche le ormai celebri battaglie navali; su questo versante Creative Assembly non si è ancora sbottonata e, sebbene il genio napoleonico si sia rivelato tale nelle battaglie campali, in quegli anni le flotte dei principali Paesi europei giocarono un ruolo di primissimo piano e di conseguenza il gioco non vi rinuncerà affatto. Anzi, saranno introdotte nuove opzioni tra cui la possibilità di riparare lo scafo lasciando però in quei pochi minuti la nave senza difese, ma anche l’andamento degli scontri navali sarà reso più fluido e ricco di varianti non ancora specificate nel dettaglio.

il volto estetico della guerra

L’elenco delle novità apportate da Napoleon: Total War riguarda comunque molti altri aspetti. Sul versante grafico Creative Assembly ha optato per una versione migliorata del suo Warscape Engine; non vedremo solo un aumento delle truppe sul campo (si supereranno le diecimila unità), ma potremo contare anche su migliori effetti particellari (soprattutto il fumo, che giocherà anche un importante ruolo tattico) e su una notevole varietà estetica dei soldati, che non saranno più tutti uguali dal primo all’ultimo grazie agli oltre sessanta differenti modelli di volti creati dal team inglese.
Dato ancor più promettente per il numero di nuove unità che andranno a toccare quota 322; la cifra non si riferisce naturalmente alle sole truppe francesi ma interesserà tutti gli eserciti in gioco e, conoscendo il grado di precisione e di fedeltà che la serie ha messo in mostra fin dai suoi esordi, quasi sicuramente avremo di fronte la miglior rappresentazione grafica degli eserciti europei tra la fine del XVIII e l’inizio del XIX secolo.
Il tutto dovrebbe girare senza problemi sulle stesse configurazioni hardware già valide per Empire: Total War, senza quindi ulteriori appesantimenti che in caso contrario andrebbero a gravare ulteriormente su un motore grafico non certo leggero e, almeno inizialmente, quasi proibitivo per molti fino al rilascio della patch 1.3 a fine giugno che ha risolto non pochi problemi prestazionali.

un eroe dalla parte dei suoi soldati

Passando invece al gameplay vero e proprio, il cambiamento più evidente rispetto a Empire: Total War sarà quello legato alla divisione dei turni (ricordiamo infatti che il gioco offrirà un misto di battaglie in tempo reale e di fasi tattico-strategiche a turni). Un turno equivarrà a due settimane e non più a sei mesi come in Empire: Total War e ciò significa che, nel caso della terza Campagna della durata di sette anni, i turni di gioco saranno esattamente 168. Non si tratta di una differenza da poco, perchè in questo modo ci vorranno molti più turni per acquisire nuove unità e ciò significa che si dovrà fare molta attenzione a perdere meno uomini possibili tra un turno e l’altro.
Questo aspetto si lega poi al morale delle truppe, altro elemento di grande importanza per cui gli esiti di una battaglia saranno condizionati anche dalle condizioni dei nostri soldati ancor prima di combattere; ecco perchè, ad esempio, trascinarsi dietro un esercito nel bel mezzo dell’inverno e farlo combattere tra neve e ghiaccio rischia di trasformarsi in una completa disfatta, come d’altronde la storia (non solo napoleonica) ha dimostrato più volte.
Un modo per aumentare il morale delle truppe sarà poi legato strettamente alla presenza dello stesso Napoleone sui campi di battaglia, che grazie al suo carisma e alla sua aurea quasi divina potrà infondere coraggio ai suoi soldati proprio come un classico “eroe” di tanti strategici odierni (è anche il caso dell’Alessandro Magno di Alexander, l’RTS del 2004 targato GSC Game World). La carne al fuoco è insomma molta e, se pensiamo che mancano solo due mesi all’uscita di Napoleon: Total War, l’attesa si fa ancora più grande e con essa la speranza di mettere le mani al più presto su una prima versione giocabile di questa lussuosa espansione.


Commenti

  1. Bruce Campbell87

     
    #1
    La speranza è nel giro di qualche mese dall'uscita un bel all in one che includa Empire Total War, The warpath campaign, e questo napoleon total war :)
  2. joint

     
    #2
    Mio subito
  3. Origami

     
    #3
    e:tw richiede ancora steam vero? uff....
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!