Genere
Picchiaduro
Lingua
ND
PEGI
ND
Prezzo
ND
Data di uscita
11/9/2014

Naruto Shippuden: Ultimate Ninja Storm Revolution

Naruto Shippuden: Ultimate Ninja Storm Revolution Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Bandai Namco
Sviluppatore
CyberConnect2
Genere
Picchiaduro
Distributore Italiano
Bandai Namco Games
Data di uscita
11/9/2014

Lati Positivi

  • Alcune novità rendono i combattimenti più tecnici
  • Cast enorme
  • Buona realizzazione tecnica

Lati Negativi

  • Non tutte le novità sono azzeccate
  • Saltuari rallentamenti
  • Online non sempre impeccabile

Hardware

Naruto Shippuden: Ultimate Ninja Storm Revolution è stato lanciato il 12 settembre su PC, PlayStation 3 e Xbox 360.

Multiplayer

Naruto Shippuden: Ultimate Ninja Storm Revolution dispone di modalità multigiocatore sia in locale che online.

Modus Operandi

Ci siamo immersi nel mondo di Naruto grazie a un codice PS3 concessoci da Bandai Namco e testando le diverse modalità per giocatore singolo prima di fare un salto in quelle multiplayer.
Recensione

Un Naruto "rivoluzionario"?

Da Bandai Namco arriva un picchiaduro ispirato al manga di Masashi Kishimoto.

di Marco Ravetto, pubblicato il

Ormai è ufficiale: il 10 novembre 2014 sarà pubblicato in Giappone l’episodio che segnerà la fine della saga di Naruto. Il manga creato nel 1999 da Masashi Kishimoto giungerà quindi alla sua conclusione naturale, ma è facile prevedere che il biondo ninja e tutto l’enorme corollario di personaggi che gli girano attorno non finiranno facilmente nel dimenticatoio. In attesa di scoprire l’evolvere degli eventi, i fan della serie potranno consolarsi con Naruto Shippuden: Ultimate Ninja Storm Revolution, nuova produzione di CyberConnect2 sotto la supervisione di Bandai Manco, disponibile su PlayStation 3 e Xbox 360.

All’interno della modalità Torneo Mondiale dei Ninja, uno degli elementi più interessanti è rappresentato da Mecha Naruto. Il nuovo personaggio creato appositamente per l’occasione da Masashi Kishimoto è protagonista di una storia nel complesso gradevole. - Naruto Shippuden: Ultimate Ninja Storm Revolution
All’interno della modalità Torneo Mondiale dei Ninja, uno degli elementi più interessanti è rappresentato da Mecha Naruto. Il nuovo personaggio creato appositamente per l’occasione da Masashi Kishimoto è protagonista di una storia nel complesso gradevole.

UNA VERA RIVOLUZIONE?

La domanda più facile, scontata e forse banale che è balenata nelle nostre menti una volta caricato Naruto Shippuden: Ultimate Ninja Storm Revolution è stata: la presenza della parola “Revolution” nel titolo sarà poi accompagnata da un’effettiva rivoluzione in termine di contenuti? La risposta a cui siamo giunti dopo svariate ore di gioco è che no, il team capitanato da Hiroshi Matsuyama non ha operato alcuna rivoluzione sostanziale. Pur senza nessun clamoroso stravolgimento delle meccaniche di gioco, bisogna però ammettere che qualche passo in avanti è stato fatto. Partendo dal presupposto che le fondamenta su cui è costruito il combat system non presentano evidenti modifiche rispetto ai precedenti capitoli della serie, si intravede un tentativo da parte della software house di aggiungere un pizzico di profondità tramite l’inserimento di nuove tecniche e di alcune opzioni selezionabili prima di ogni incontro. Ribadiamo, siamo ancora lontani dai livelli di complessità raggiunti dai più rinomati del genere, ma si tratta comunque di un passo rivolto nella giusta direzione.

Le novità più eclatanti per quanto riguarda il combat system sono rappresentate dalla presenza di nuove mosse che permettono di contrattaccare e rompere la guardia degli avversari, oltre che dalla possibilità di scegliere tre differenti stili di combattimento (Risveglio, Azione e Tecnica Suprema) che conferiscono particolari abilità ai nostri lottatori (assistenza offensiva e difensiva oppure jutsu di squadra dall’enorme potenziale distruttivo) a fronte di alcune limitazioni. Il risultato è interessante, le novità inseriscono una ulteriore variabile ai combattimenti, ma l’impressione è che spesso e volentieri lo sviluppo dell’azione sia ancora eccessivamente caotico e che la calibrazione dei vari personaggi non abbia ancora raggiunto la perfezione assoluta. È questo uno degli annosi (e per certi versi prevedibile) problemi di un titolo che può contare su un roster tanto ampio. Con un cast che comprende, considerando tutti i personaggi (sia quelli giocabili che quelli di supporto, oltre alle varianti) oltre un centinaio di unità è veramente difficile ottenere un bilanciamento adeguato ed è facile incappare in combinazioni particolari in cui uno dei contendenti si trova in una potenziale situazione di (s)vantaggio senza colpo ferire.

I combattimenti adottano le medesime meccaniche sperimentate nei precedenti picchiaduro prodotti da CyberConnect2, con alcune modifiche che contribuiscono a rendere il combat system leggermente più ricco e vario - Naruto Shippuden: Ultimate Ninja Storm Revolution
I combattimenti adottano le medesime meccaniche sperimentate nei precedenti picchiaduro prodotti da CyberConnect2, con alcune modifiche che contribuiscono a rendere il combat system leggermente più ricco e vario

QUATTRO È MEGLIO DI DUE?

L’enorme mole di lottatori presenti è pronta ad affrontarsi in una nuova modalità denominata Torneo Mondiale dei Ninja, il vero fulcro di Naruto Shippuden: Ultimate Ninja Storm Revolution. Partendo da una base narrativa già sfruttata ampiamente in altri fumetti/videogiochi (il classico torneo per decretare il lottatore più forte al mondo), l’azione presenta una blanda componente esplorativa (l’isola teatro del torneo offre negozi, quiz, oggetti per modificare l’aspetto dei propri personaggi) a cui si affianca una serie incessante di combattimenti caratterizzati da un paio di particolarità di notevole rilevanza. Il primo elemento distintivo del torneo è rappresentato dalla presenza di quattro lottatori contemporaneamente, una soluzione insolita che rende gli scontri ancora più ritmati e, per certi versi confusionari. Se bisogna infatti apprezzare la spettacolarità delle situazioni generate da quattro ninja che si affrontano nelle arene con tecniche decisamente coreografiche, è altrettanto innegabile che in diversi frangenti è complicato avere ben chiaro in mente cosa sta accadendo e come si sta evolvendo la sfida.

La sensazione di caos derivante da alcune dinamiche di gioco a quattro è ulteriormente incrementata da un sistema di assegnazione della vittoria finale piuttosto peculiare. Invece di adottare il classico last man standing, i ragazzi di CyberConnect2 hanno preferito optare per un sistema a punti basato sulla raccolta di sfere energetiche rilasciate dai personaggi colpiti. Questo vuol dire che, oltre a preoccuparsi di evitare gli avversari e di mettere a segno le proprie mosse offensive, bisogna anche vagare nell’arena di gioco per recuperare il frutto dei propri sudati attacchi. Di certo più lineare lo sviluppo delle Avventure Ninja, tre brevi storie incentrate su alcuni eventi dell’universo di Naruto (la creazione dell’Akatsuki, il passato di Itachi Uchiha e il legame tra Obito e Kushina Uzumaki). Non si tratti di avventure particolarmente lunghe o impegnative, ma l’inserimento di una buona quantità di filmati d’intermezzo rende ogni avventura una interessante fonte di informazioni che sarà sicuramente apprezzata da tutti gli appassionati della serie. Completano il parco opzioni la modalità Scontro Libero che consente di affrontare diverse tipologie di combattimento sia in solitario che in compagnia (in locale) e una modalità multiplayer che risente di un netcode non sempre impeccabile.

La realizzazione tecnica, pur con qualche limite tipico della serie, riesce a riproporre con estrema fedeltà il feeling della serie animata e del fumetto - Naruto Shippuden: Ultimate Ninja Storm Revolution
La realizzazione tecnica, pur con qualche limite tipico della serie, riesce a riproporre con estrema fedeltà il feeling della serie animata e del fumetto

NINJA CON STILE

Come da tradizione per la serie, la realizzazione tecnica di Naruto Shippuden: Ultimate Ninja Storm Revolution si mantiene su standard più che buoni. Il comparto grafico può contare su una grande fedeltà all’opera originale sia durante i combattimenti che nelle cut-scene, con un character design impeccabile, animazioni fluide, ben curate e ambientazioni sufficientemente varie. I fan del manga creato da Masashi Kishimoto saranno sicuramente soddisfatti del lavoro svolto da CyberConnect2, e potranno immergersi nel mondo di gioco accompagnati da una colonna sonora di buona fattura. Permangono purtroppo molti difetti che affliggevano i precedenti episodi, come i rallentamenti che si palesano in corrispondenza delle fasi più concitate e un aliasing piuttosto marcato, ma si tratta di problemi ormai noti che probabilmente saranno risolti solamente quando Naruto approderà finalmente su PlayStation 4 e Xbox One.

Voto 3 stelle su 5
Voto dei lettori
Naruto Shippuden: Ultimate Ninja Storm Revolution è un titolo che piacerà ai fan del manga originale più che agli appassionati di picchiaduro. Il lavoro svolto dal team di CyberConnect2 è apprezzabile, ma ancora una volta il sistema di combattimento manca degli elementi necessari a competere con gli esponenti più tecnici della categoria. Sono stati fatti sicuramente dei passi in avanti rispetto agli episodi precedenti, ma alcune scelte stilistiche (soprattutto legate al Torneo Mondiale dei Ninja) non sono completamente azzeccate dato che rendono alcune fasi di gioco eccessivamente caotiche. Tre stelle meritate nell’arena, con un’aggiunta variabile (da mezza a una stella extra) che cresce in maniera direttamente proporzionale al gradimento personale dell’opera di Masashi Kishimoto.

Commenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!