Genere
Picchiaduro
Lingua
Sottotitoli e Manuale in italiano
PEGI
12+
Prezzo
€ 69,99
Data di uscita
7/11/2008

Naruto: Ultimate Ninja Storm

Naruto: Ultimate Ninja Storm Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Bandai Namco
Sviluppatore
CyberConnect2
Genere
Picchiaduro
PEGI
12+
Distributore Italiano
ATARI Italia
Data di uscita
7/11/2008
Data di uscita americana
4/11/2008
Lingua
Sottotitoli e Manuale in italiano
Giocatori
2
Prezzo
€ 69,99
Formato Video
HDTV
Formato Audio
Surround 5.1

Hardware

Naruto Ultimate Ninja Storm è un gioco in esclusiva per PlayStation 3 e richiede ovviamente la console Sony (e magari un paio di pad) per giocare. Supportati l'audio in Dolby Digital 5.1 e la risoluzione 720p, richiesta l'installazione su disco fisso, per uno spazio occupato di oltre quattro GB.

Multiplayer

Chiaramente, trattandosi in sostanza di un picchiaduro a incontri, il gioco di CyberConnect2 prevede la possibilità di affrontare un avversario umano. Purtroppo non è supportato il gioco online e non sono previste modalità particolari al di là del semplice uno contro uno.

Link

Recensione

Modalità Missione Suprema

Le avventure del giovane Naruto.

di Andrea Maderna, pubblicato il

La modalità principale di Naruto Ultimate Ninja Storm miscela le meccaniche da picchiaduro a incontri con quelle ormai immancabili da gioco "free roaming". L'ambientazione è quella del Villaggio della Foglia, all'interno del quale ci si muove per scovare segreti, farsi affidare missioni e conquistare punti esperienza necessari per portare avanti la storia. Le missioni sono infatti divise per tipo e quelle legate allo sviluppo della trama richiedono, come al solito, un certo numero di punti accumulabili grazie ai compiti secondari.

PERDER TEMPO NEL QUARTIERE

Il Villaggio della Foglia è molto ben realizzato sotto il profilo grafico, anche se obiettivamente si vede davvero poca gente in giro. I personaggi sparsi per le strade e per i tetti possono fornire brevi stralci di conversazione, ma servono soprattutto come fonte di missioni o come "negozi" tramite i quali acquistare oggettistica varia o effettuare scambi. Le missioni sono di vario tipo, classificate in lettere come nel fumetto, e non si legano necessariamente a combattimenti. Ci sono infatti numerosi minigiochi, nei quali possiamo trovarci a saltare fra gli alberi della foresta, scalare in corsa tronchi secolari, giocare a nascondino e altro ancora.
Oltre ai minigiochi, la città è disseminata di piccoli e grandi segreti da scovare, che a dire il vero segreti non sono poi così tanto, visto che vengono sempre indicati chiaramente sulla comoda mappa interattiva. La difficoltà, quando ce n'è, sta più che altro nel capire come raggiungere un oggetto magari nascosto dietro una porta, o svolazzante a qualche metro da terra.
Nel complesso, comunque, le missioni secondarie sono spesso poco caratterizzate e finiscono per diventare in fretta abbastanza monotone. C'è sicuramente qualche bella trovata, ma sulla distanza è probabile che solo i "completisti" più accaniti si dedichino ad esplorarle fino in fondo, mentre la maggior parte dei giocatori le ridurranno a semplice scotto da pagare per poter procedere con le missioni principali o per poter acquisire questo o quel particolare bonus.

LOTTA CONTRO IL MALE

La Modalità Missione Suprema, comunque, è anche e soprattutto un modo per ripercorrere le avventure del manga (o del cartone animato), dall'inizio alla cataclismatica conclusione della prima parte. Si va quindi a interpretare il Naruto più giovane, ancora lontano dall'adolescente (quasi) maturo le cui peripezie sono ancora in corso di pubblicazione, rivivendo gli eventi del torneo per diventare Chunin, i primi scontri con Orochimaru e l'Organizzazione Alba, fino all'inseguimento del fuggitivo Sasuke.
Le missioni che raccontano la storia sono costituite soprattutto da combattimenti, con qualche sottogioco qua e là a spezzare il ritmo. I momenti migliori di questa modalità sono senza dubbio rappresentati dagli scontri coi boss, presenti al termine di ciascuno dei cinque capitoli che vanno a costituire la storia.
Si tratta di combattimenti spettacolari, contro esseri spesso giganteschi (per esempio Gamabunta, o uno scatenato Gaara), che includono anche sezioni in stile quick time event, con le solite combinazioni di tasti che appaiono a schermo e vanno premuti al momento giusto. Splendidi dal punto di vista grafico, coinvolgenti ed emozionanti, questi confronti valgono da soli il prezzo del biglietto e sono certo ragione sufficiente per voler proseguire nell'avventura principale.
A far loro da contorno ci pensano le sequenze narrative, che sfruttano la grafica in cel shading per mettere in scena animazioni che davvero sembrano uscite direttamente dal cartone animato originale. I filmati, che possono essere ascoltati anche con il doppiaggio giapponese, sono purtroppo abbastanza rari, relegati appunto in apertura e chiusura dei vari capitoli, e spiace che gli sviluppatori non abbiano voluto fare qualcosa di più in questo senso.


Commenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!