Genere
Picchiaduro
Lingua
Sottotitoli e Manuale in italiano
PEGI
12+
Prezzo
€ 69,99
Data di uscita
7/11/2008

Naruto: Ultimate Ninja Storm

Naruto: Ultimate Ninja Storm Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Bandai Namco
Sviluppatore
CyberConnect2
Genere
Picchiaduro
PEGI
12+
Distributore Italiano
ATARI Italia
Data di uscita
7/11/2008
Data di uscita americana
4/11/2008
Lingua
Sottotitoli e Manuale in italiano
Giocatori
2
Prezzo
€ 69,99
Formato Video
HDTV
Formato Audio
Surround 5.1

Lati Positivi

  • Veste grafica spettacolare
  • Sistema di combattimento semplice, ma non semplicistico
  • Scontri coi boss spettacolari

Lati Negativi

  • Struttura di gioco monotona e ripetitiva
  • Niente multiplayer online
  • Una sola ambientazione principale

Hardware

Naruto Ultimate Ninja Storm è un gioco in esclusiva per PlayStation 3 e richiede ovviamente la console Sony (e magari un paio di pad) per giocare. Supportati l'audio in Dolby Digital 5.1 e la risoluzione 720p, richiesta l'installazione su disco fisso, per uno spazio occupato di oltre quattro GB.

Multiplayer

Chiaramente, trattandosi in sostanza di un picchiaduro a incontri, il gioco di CyberConnect2 prevede la possibilità di affrontare un avversario umano. Purtroppo non è supportato il gioco online e non sono previste modalità particolari al di là del semplice uno contro uno.

Link

Recensione

Un ninja cerchiobottista

CyberConnect2 prova ad accontentare tutti quanti.

di Andrea Maderna, pubblicato il

Naruto Ultimate Ninja Storm è un gioco chiaramente pensato per avvicinare più fasce d'utenza possibile alle avventure del piccolo ninja della Foglia. L'impatto grafico devastante non può che attirare l'attenzione e appagare tutti i fan della serie originale: a tratti sembra davvero di stare giocando con un cartone animato. A questo si aggiungono una struttura di gioco sempre popolare e accattivante come quella del free roaming, seppur limitato alla sola ambientazione del Villaggio della Foglia, e una meccanica di gioco semplice e immediata, anche se non per questo semplicistica.

TUTTO CON UN TASTO... O QUASI!

Nelle fasi di combattimento si passa la maggior parte del tempo a premere il tasto Cerchio. Quasi tutti gli attacchi base, infatti, vengono effettuati con un certo numero di pressioni dello stesso pulsante, al limite combinato con diverse direzioni da applicare alla levetta analogica sinistra.
Gli altri tasti servono per saltare, utilizzare armi da lancio, sfruttare il Chakra, parare gli attacchi e utilizzare gli oggetti.
Il bello di questo sistema di combattimento è che è estremamente semplice da apprendere ma anche molto versatile. Certo, non bisogna memorizzare combinazioni interminabili di tasti e basta veramente poco per effettuare mosse e tecniche spettacolari. Allo stesso tempo, però, è più profondo di quanto possa sembrare, perché l'utilizzo degli oggetti e la capacità di sfruttare nel modo e nei tempi giusti gli attacchi speciali possono fare davvero la differenza.
Il Chakra viene accumulato tenendo premuto il tasto Triangolo e può essere utilizzato per attaccare tramite le tecniche avanzate del personaggio che si sta usando. Queste tecniche possono essere molto potenti, ma spesso costringono a scoprire il fianco di fronte a un contrattacco ben piazzato, richiedendo quindi il giusto tempismo. Caricare al massimo il Chakra e la potenza del personaggio permette poi di risvegliarne il potere nascosto (e i lettori del fumetto sanno bene quale furia si nasconda in alcuni dei protagonisti), per ottenere accesso a nuove tecniche e a un diverso livello di potenza.
La gestione di parate e contrattacchi, anche, è ben pensata, perché è in apparenza molto semplice e lineare, ma costringe comunque a fare delle scelte, dato che stare troppo sulla difensiva permette all'avversario di "caricarsi" oltremodo e guadagnare un grosso vantaggio.
A tutto quanto detto finora, poi, va aggiunta la presenza dei personaggi di supporto, che possono essere chiamati tramite i tasti dorsali per eseguire diversi attacchi (da decidere prima del match) e aiutare anche in situazioni specifiche del combattimento.

LA MONOTONA VITA DEL PAESANO

Insomma, i combattimenti di questo Ultimate Ninja Storm sanno essere molto divertenti e ben più appassionanti di quanto un primo sguardo potrebbe far sembrare. I puristi dei picchiaduro tridimensionali difficilmente potranno apprezzarli, ma va sottolineato lo sforzo da parte degli sviluppatori nel creare un gioco dalle meccaniche non banali.
Il problema della produzione di CyberConnect2 sta nella struttura generale, limitata ai soli uno contro uno offline per quanto riguarda il multiplayer e costruita attorno a una modalità storia abbastanza monotona per ciò che concerne il gioco in singolo.
La Modalità Missione Suprema, infatti, è ricca di missioni e offre una discreta durata, sia per chi vuole impegnarsi a svolgere ogni singolo compito, sia per chi si limita al minimo indispensabile e punta solo a sapere "come va a finire".
Le fasi di combattimento sono sempre piuttosto piacevoli e col proseguire del gioco si fanno anche discretamente impegnative. Spesso, infatti, vanno affrontate soddisfacendo condizioni particolari e con l'aumento della difficoltà diventa imperativo conoscere al meglio le sfaccettature del sistema di controllo e saperne sfruttare le potenzialità tattiche.
Il problema è che i minigiochi e le missioni più o meno facoltative perdono in fretta di mordente, finendo per diventare tappabuchi che si è obbligati ad affrontare per poter intraprendere gli splendidi, spettacolari, divertentissimi scontri coi boss. A conti fatti, siamo davanti all'ennesimo gioco che nel tentativo di offrire qualcosa in più e ampliare meccaniche e longevità finisce per allungare il brodo oltre il lecito.

Voto 4 stelle su 5
Voto dei lettori
Naruto Ultimate Ninja Storm è un gioco spettacolare, divertente, immediato e allo stesso tempo anche tatticamente ricco. Allo stesso tempo, però, tende a diventare abbastanza ripetitivo e dà l'impressione di essere stato forzatamente allungato. Rimane probabilmente il miglior titolo dedicato alle avventure del piccolo Naruto e sa offrire ore di divertimento, un motore grafico spettacolare e delle meccaniche di gioco anche non banali. Ma l'impressione è che si potesse fare qualcosina in più, magari anche solo aumentando il numero di sequenze animate (troppe porzioni di storia sono raccontate come semplice testo scritto) e, soprattutto, inserendo il multiplayer online.

Commenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!