Genere
Guida
Lingua
Tutto in Italiano
PEGI
ND
Prezzo
40 Euro
Data di uscita
14/5/2002

NASCAR Racing 2002 Season

NASCAR Racing 2002 Season Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Sierra Entertainment
Genere
Guida
Distributore Italiano
Leader
Data di uscita
14/5/2002
Lingua
Tutto in Italiano
Giocatori
43
Prezzo
40 Euro

Lati Positivi

  • Ottimo modello di guida
  • Ottima grafica
  • Modalità multiplayer esaltante

Lati Negativi

  • Intelligenza artificiale da raffinare
  • Pochi elementi grafici di contorno

Hardware

Per diventare piloti virtuali dovrete possedere almeno un processore a 450 MHz con 64 MB di RAM ed una scheda video da 16 MB. Più realisticamente, per godere al meglio di questo gioco vi servirà un processore a 800 MHz con 128 MB di RAM con una scheda video da 32 MB.

Multiplayer

E' possibile sfidare fino a quarantadue giocatori contemporaneamente via LAN o Internet grazie al servizio gratuito di Sierra On Line. Una volta registrati direttamente tramite il gioco sarà possibile entrare nelle classifiche ufficiali che, tramite un complesso ma funzionale sistema di punteggio permetteranno ad ogni giocatore di sapere l'abilità di coloro che partecipano alla sifda: in tal modo sarà possibile cercare la battaglia più dura, o semplicemente un compagno di pari livello nelle sessioni di prove libere.

Link

Recensione

NASCAR Racing 2002 Season

Sorpassare su un bolide da 750 cavalli all'esterno della curva è un brivido che tutti dovrebbero provare almeno una volta nella vita... Per chi, in mancanza di esperienze reali, si accontenta di sfrecciare a tali velocità solo su computer la scelta non può che ricadere sul team Papyrus ed il suo realistico Nascar Racing 2002 Season.

di Daniele Borgna, pubblicato il

"NASCAR? Ahh si, quella del film di Tom Cruise... Quella con i circuiti ovali... bella si, ma un po' noiosa". Questo è quanto potreste sentir dire, o pensare voi stessi nel caso non abbiate mai assistito a una gara del Campionato NASCAR. Una volta però che avrete visto una qualsiasi gara di questo genere, il "noioso" circuito ovale si trasformerà ben presto in un entusiasmante anello di velocità, con tatticismi ed abilità dei piloti che si paleserebbero in un crescendo di giri veloci, speaker entusiasti, pit stop e sportellate, manovre sporche e cattive e fini giochi di scia.

NASCAR 5, ANZI... 2002

Seguendo una tradizione ormai consolidata nel tempo Papyrus lega ancora una volta in modo indissolubile il proprio nome alla simulazione del campionato NASCAR per eccellenza. Caratterizzata da una ormai indispensabile licenza ufficiale e dalla riproduzione fedelissima dei tracciati reali, l'ultima opera di Papyrus, prodotta con la collaborazione del publisher Sierra, propone un gioco di guida ricco di modalità e opzioni e capace di accontentare tutti i fan della serie. Una volta avviato il gioco si dovrà effettuare un setup iniziale che verificherà le capacità dell'hardware e adatterà in linea di massima le opzioni al vostro sistema.
Assistito al coloratissimo filmato introduttivo si arriverà al menu iniziale dal quale si potrà accedere a ulteriori opzioni, scegliere l'auto che vorrete utilizzare, il vostro nome o più semplicemente il sistema di controllo e le opzioni grafiche. Oltre alle classiche modalità gara singola e campionato, sono presenti ulteriori ed interessanti alternative come la Testing Session, che permette di scorrazzare liberamente su una qualunque delle piste per provare assetti e giri veloci, oppure per cercare di prendere confidenza con ogni punto del tracciato senza il disturbo di qualsivoglia avversario. La novità più importante è però rappresentata dalla Driving Lessons, una serie di lezioni animate con lo stesso motore di gioco e commentate dal Darrel Waltrip, una leggenda dell'automobilismo mondiale! Le lezioni spazieranno dai principi basilari dei giochi di guida, compresa la ricerca di un framerate ottimale, fino ai più complessi giochi di scia, di difesa della posizione e dei tentativi di sorpasso. Una seconda serie di lezioni propone giri veloci ed interessanti tattiche legate a ogni singolo circuito di gioco.
Sia la modalità campionato sia quella di gara singola possono essere affrontate in modalità simulativa o nella più semplice modalità arcade. Quest'ultima rappresenta la maniera più semplice e sbrigativa per avvicinarsi al mondo NASCAR, grazie a regole tolleranti, a una fisica dell'auto più simile a quella di una Formula Uno o di una macchina da rally e grazie anche alla possibilità di conseguire immediatamente risultati. Queste "facilitazioni" possono tentare il "lato oscuro" del giocatore, facendogli perdere in realtà quanto di buono ha da offrire questo NASCAR Racing 2002 Season in versione simulazione.

NASCAR 2002... PROFESSIONAL!

La vera anima di NASCAR Racing 2002 Season è la modalità simulazione: la ricerca costante del massimo realismo già riscontrata nelle quattro precedenti versioni del gioco è evidente anche in questa produzione, votata sì alla ricerca del comportamento più credibile e verosimile, ma dotata anche di un modello di guida non troppo complesso e di facile apprendimento per qualunque giocatore di medie abilità. I week-end di gara sono composti da prove libere, qualifiche, warm up e gara: è possibile scegliere il circuito da affrontare, la durata di ogni sessione, le regole da applicare e le condizioni meteo. Il setup dell'auto è indispensabile per essere realmente competitivi durante il gioco. Il consiglio è quello di iniziare con l'assetto di base bilanciato in ogni parte e con un livello di abilità degli avversari pari a circa il 75-80% di quello reale. Presa confidenza con il sistema di controllo è consigliabile avvicinarsi sempre più al bilanciamento reale, con durezza, altezza delle sospensioni e dei pneumatici più marcati da un lato per permettere una percorrenza di curva, nel 95% dei casi verso sinistra, più rapida e performante. Tale accorgimento è adottato anche nelle gare reali, talvolta talmente enfatizzato da dover operare in controsterzo nei rettilinei più lunghi, dato che in gran parte delle situazioni saranno le curve a fare la differenza tra una gara da primato e una incolore.
Le decine di regolazioni non debbono però spaventare i giocatori che si avvicinano per la prima volta al genere: esistono infatti soluzioni intermedie con setup semplificati o di massima che, con la giusta regolazione del livello di competitività degli avversari, possono portare a risultati entusiasmanti.
La simulazione non solo permette di avere una riproduzione per quanto possibile fedele del modello di guida, ma anche una verosimiglianza delle situazioni di gara, con incidenti realistici, pit stop e tatticismi vari. Con la pressione dei tasti da F1 a F9 è possibile infatti visualizzare lo stato della vettura e della gara, il livello di carburante, di pressione ed usura dei pneumatici, delle sospensioni oltre che della fasciatura del radiatore, tecnica utilizzata dai piloti per diminuire la quantità di aria passante nel radiatore in modo da ottenere una maggiore velocità di punta, a discapito però del corretto raffreddamento degli organi. La complessità del gioco, se durante le prime fasi di studio può spaventare, alla lunga non può che far piacere; le decine di opzioni disponibili modificano realmente la fisica ed il comportamento del mezzo che piloterete rendendo appassionanti le sfide alla ricerca del giro più veloce o della gara perfetta.

ULTIMO GIRO

Il dettaglio grafico raggiungibile con NASCAR Racing 2002 Season è decisamente di buon livello, specialmente in riferimento alle auto in gara ed ai circuiti; leggermente meno curati paiono gli elementi al contorno, come le tribune o le bitmap del pubblico, ma alla guida di un bolide da 750 cavalli sarà difficile che vi soffermiate più di tanto ad ammirare il paesaggio. Le richieste hardware non sono particolarmente onerose, complice un motore grafico dal rendimento scalabile, la cui accurata messa a punto è essenziale per sessioni di gioco soddisfacenti. La magnificenza grafica è apprezzabile in particolar modo nella ormai celebre modalità replay, disponibile in ogni fase di gioco: con essa è possibile focalizzare l'attenzione su uno qualsiasi dei quarantatrè piloti in gara, utilizzando una delle numerose visuali, sia quelle fruibili durante la guida, ossia esterna con visuale dell'intera auto, dal cruscotto, sul cofano o a terra, sia da telecamere esterne poste sul circuito o sull'elicottero.
La modalità multiplayer costituisce infine un elemento di ulteriore ricchezza. La presenza di comunità on line (anche italiane) particolarmente competenti, rende facile e divertente avvicinarsi alla disciplina dell'online-driving. La possibilità di effettuare sfide, ritrovi, fondare team, scambiarsi assetti e tempi migliori non fanno che accrescere la profondità di un titolo già di per sé ottimo. In ogni caso, anche se completamente disinteressati al gioco multiplayer in qualsiasi forma, la presenza dei ventitre circuiti ufficiali, più uno bonus, promettono una longevità più che adeguata. Spazio al commento e alle considerazioni finali.

Voto None stelle su 5
Voto dei lettori
NASCAR Racing 2002 Season è un titolo realizzato con la massima competenza, alla ricerca del giusto compromesso tra gioco e simulazione, tra divertimento e realismo. Le due modalità di gioco, adattabili a piacimento, possono accontentare tutti i palati e il livello di abilità degli avversari espresso in percentuale permette una calibrazione perfetta tra difficoltà del gioco ed abilità del giocatore. La grafica di buon livello (anche se concentrata unicamente su auto e tracciato) si unisce ad una colonna sonora che svolge pienamente il suo dovere. Altre caratteristiche, come la splendida gestione dei replay e l'ottima sessione di lezioni di guida, unite a una modalità multiplayer su LAN o Internet tramite il servizio gratuito di Sierra non fanno che aggiungere qualità a un titolo già di per sé ottimo, consigliato senza timori di smentite a tutti gli appassionati del campionato NASCAR.