Genere
Sportivo
Lingua
ND
PEGI
3+
Prezzo
€ 59,90
Data di uscita
7/10/2011

NBA 2K12

NBA 2K12 Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
2K Sports
Sviluppatore
Visual Concepts
Genere
Sportivo
PEGI
3+
Distributore Italiano
Take2
Data di uscita
7/10/2011
Data di uscita americana
4/10/2011
Prezzo
€ 59,90

Hardware

NBA 2K12 è previsto sulla solita masnada di formati: PC, PS3, Xbox 360, PS2, PSP, Wii. Questo articolo fa comunque riferimento alle edizioni HD.

Multiplayer

Chiaramente il multiplayer giocherà un ruolo fondamentale e si attende il gioco al varco per scoprire se si riproporranno i soliti problemi sull'online che storicamente frustrano la serie.

Modus Operandi

Alla Gamescom 2011 abbiamo assistito a una presentazione a porte chiuse e abbiamo poi intervistato un esponente di 2K Sports.
Eyes On

Le leggende del parquet

Primo impatto con le novità di NBA 2K12.

di Andrea Maderna, pubblicato il

Appena un anno fa, alla Gamescom 2010, NBA 2K11 era presente solo sotto forma di demo giocabile sullo showfloor. Quest'anno, invece, abbiamo ricevuto la gradevole sorpresa di un appuntamento apposito, con presentazione e possibilità di intervistare un rappresentante del team. Già solo questo cambio d'approccio riflette in maniera netta quel che del resto ci è stato chiaramente detto durante l'incontro: la serie ha guadagnato numerosi consensi negli anni e, in particolare nella passata stagione, presumibilmente grazie anche al “marchio” Michael Jordan, ha venduto molto bene anche nel Vecchio Continente, nonostante sul piano sportivo da queste parti si parli quasi solo la lingua di FIFA.

la storia scende in campo

Ed è così che ci siamo ritrovati davanti al nuovo episodio di una fra le serie sportive di maggior qualità e successo di sempre, pronti ad assorbire un fiume in piena di nuove caratteristiche elencate per noi. Forte del successo planetario di un anno fa, ovviamente NBA 2K12 vuole puntare tantissimo sulla modalità NBA's Greatest, che offre l'accesso a quindici fra i più grandi giocatori nella storia della lega, e non solo. Il riarrangiamento della modalità che nella passata edizione era dominio di Michael Jordan vede ora il focus spostato anche sui vari Bill Russell, Larry Bird, Julius Erving, Magic Johnson... ovviamente tutti inseriti nelle rispettive squadre. Per ciascuna delle quindici leggende presenti ci sarà una partita specifica e particolarmente significativa da affrontare e, in caso di vittoria la squadra sarà sbloccata e utilizzabile nelle altre modalità di gioco.
E già qui emergono due dettagli significativi: sono state abbandonate le statistiche specifiche che bisognava totalizzare l'anno scorso e, tanto quanto accadeva l'anno passato con Jordan, puntare il dito sul fatto che il gioco includerà quindici leggende sarebbe riduttivo. Non solo i grandi nomi, ma le loro intere squadre, gli avversari, i palazzetti, gli allenatori e l'estetica dell'epoca sono riprodotti alla perfezione. Abbiamo osservato un match dei Celtics di Bill Russell dal lontano 1965 (giocato da un rappresentante del team di sviluppo) e ci siamo ritrovati davanti a una televisione d'epoca, con l'immagine in bianco e nero, leggermente appannata, dai contorni smussati e con l'accompagnamento sonoro che risultava rauco, vecchio, stanco. Tutto, con tanto di uniformi dei giocatori e abbigliamento dei giocatori, ma anche di regole ovviamente diverse rispetto a quelle attuali, è riprodotto alla perfezione.

L'unico aspetto moderno, che si inserisce a forzare un gradevole contrasto, è rappresentato dalla telecronaca, sì vecchio stile nella qualità audio, ma “recitata” dai cronisti attuali, che parlano quindi degli eventi in campo contestualizzandoli dal punto di vista storico. Ed ecco quindi che, per esempio, mentre con i Lakers del 1991 si affrontano i Trailblazers di Clyde Drexler, i due cronisti chiacchierano del fatto che appena due anni dopo Magic Johnson sarebbe volato a Barcellona per le mitiche Olimpiadi del Dream Team. Ed ecco anche che le due voci commentano i cambi regolamentari e le carriere percorse dai diversi giocatori. Insomma, un lavoro svolto a regola d'arte: sembra davvero di giocare una partita d'epoca, anche se in effetti, a voler essere pignoli, per avere una riproduzione realmente impeccabile ci vorrebbe anche qualche bella rissa.


Commenti

  1. richi_one

     
    #1
    Gli auguro un altro successo di vendite,spero che il lockout non li danneggerà...
    Ovviamente spero anche in un altro grande gioco,quanto vorrei che migliorassero l'online
  2. Kharletto

     
    #2
    Ogni anno dopo aver giocato 2k9 mi riprometto di comprare il nuovo, ma anche questa volta con tutti i giochi cazzuti che devono uscire e con i prezzi che avranno purtroppo dovro rinunciare. Spero di trovarlo a febbraio marzo a un buon prezzo perche son sicuro che merita di essere giocato
  3. froks

     
    #3
    Fantastico! Speriamo che continuino a migliorare la splendida formula del 2K11!
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!