Genere
Sportivo
Lingua
Testi in italiano
PEGI
12+
Prezzo
€ 3,99
Data di uscita
16/11/2010

Need for Speed: Hot Pursuit

Need for Speed: Hot Pursuit Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Electronic Arts
Genere
Sportivo
PEGI
12+
Distributore Italiano
App Store
Data di uscita
16/11/2010
Lingua
Testi in italiano
Giocatori
2
Prezzo
€ 3,99

Lati Positivi

  • Ottimo comparto grafico
  • Comandi semplici e abbastanza precisi
  • Buona sensazione di velocità

Lati Negativi

  • Multiplayer solo in locale
  • Gameplay poco profondo
  • Si può gareggiare solo nei panni dei poliziotti

Hardware

Need For Speed: Hot Pursuit è disponibile su App Store al prezzo di 3,99 euro in versione 1.0.1. Può essere scaricato e installato su iPhone o iPod Touch con firmware 3.0 o superiore e richiede 380 MB di spazio libero in memoria.

Multiplayer

Si può gareggiare con un altro giocatore in locale via Bluetooth o Wi-Fi ma non online. Un vero peccato, anche perché in multiplayer si ha la possibilità di guidare le auto dei fuggiaschi e non solo quelle della polizia.

Link

Recensione

Guardie e ladri a quattro ruote

Need For Speed a caccia di fuggiaschi su iPhone.

di Francesco Destri, pubblicato il

Finora la serie di Need For Speed in versione touch ha prodotto due titoli imperdibili per gli amanti del genere, considerati ancora oggi tra i migliori racing game disponibili su App Store. Need For Speed Undercover e Need For Speed Shift (quest’ultimo pubblicato anche per iPad) hanno infatti raccolto ampissimi consensi di critica e pubblico, abbinando un comparto tecnico di altissimo livello a un sistema di controllo per nulla “traumatico” ma nemmeno troppo semplicistico. Dopo questi due exploit Electronic Arts ci riprova con Need For Speed: Hot Pursuit, disponibile da alcuni giorni in contemporanea con le versioni per PC e console HD dalle quali però si discosta notevolmente.

i bolidi della legge

La prima differenza di questo porting per iPhone e iPod Touch è la presenza delle sole macchine della polizia, mentre le altre versioni del gioco permettono di scegliere tra poliziotti e corridori in una classica sfida tra guardie e ladri. Qui invece potremo impersonare solamente le forze dell’ordine affrontando oltre venti missioni e sbloccando nel corso del gioco altre quattordici vetture (oltre a quella disponibile fin da subito).
Chi conosce la serie sa bene di non doversi accontentare di auto qualunque e, pur trattandosi di mezzi di polizia, le vetture disponibili comprendono veri e propri bolidi tra cui modelli Lamborghini, Porsche, Nissan, Corvette e Bugatti. Resta il rammarico per non poter guidare le auto dei “ladri” (la versione per console e PC mette infatti a disposizione molti più modelli), ma tutto sommato ci si può accontentare e lo stesso valga per i percorsi, molto meno vasti e articolati di quelli per le altre piattaforme ma tali da assicurare comunque una discreta varietà di location. Le altre due mancanze di un certo peso sono da ricercare nell’impossibilità di modificare le auto (anche solo esteticamente) e nel multiplayer, qui presente solo in locale tramite Bluetooth o Wi-Fi. Non escludiamo che futuri aggiornamenti possano colmare tali mancanze (c’è poi da considerare un prezzo di vendita molto aggressivo), ma chi si aspettava un’esperienza davvero completa e molto vicina a quanto visto nelle altre versioni del gioco è avvisato.

alt, posto di blocco

Una delle caratteristiche di Need For Speed: Hot Pursuit è il sistema di controllo, affidato quasi unicamente all’accelerometro: dalle opzioni infatti possiamo solo impostare l’accelerazione automatica o manuale (nel secondo caso troviamo un’icona a forma di pedale sulla destra), ma per il resto le curve si affrontano inclinando l’iPhone verso destra o sinistra e non esiste, come capita spesso in un racing game come questo, la possibilità di un’alternativa a slide o con il classico stick analogico.
Dobbiamo però ammettere che il tutto funziona egregiamente, soprattutto con l’accelerazione manuale che permette di prendere le curve più strette diminuendo leggermente la velocità. Non essendoci un sistema di danni, non si corre il rischio di distruggere la propria auto continuando a sbattere in lungo e in largo, ma prendere le curve alla giusta velocità è comunque fondamentale per mantenersi il più vicino possibile ai fuggiaschi. Gli altri controlli consistono in un turbo attivabile con uno slide dal basso verso l’alto e in tre specie di attacchi rappresentati da altrettante icone (non tutti però sono disponibili fin da subito). Durante un inseguimento possiamo così attivare un posto di blocco, stendere sull’asfalto le classiche strisce chiodate o inviare una scarica elettrica alla macchina del fuggiasco per farle perdere temporaneamente velocità. Di fatto solo il secondo espediente ha una certa utilità e su questo versante ci saremmo aspettati qualcosa di più vario ed efficace.

retina display a 200 all’ora

La sensazione, considerando anche la brevità delle singole missioni e l’assenza di una qualsiasi trama (fosse anche un’esilissima traccia narrativa), è che Need For Speed: Hot Pursuit, contrariamente ai suoi due predecessori, sia il classico titolo da una partita e via, perfetto per giocare cinque o dieci minuti quando si è in viaggio senza dover per forza ricercare una grande profondità o un gameplay molto sfaccettato.
Dopotutto le quattro modalità di gioco, che si alternano tra una missione e l’altra, consistono o nell’inseguire i fuggiaschi o nel gareggiare con altri poliziotti a chi arriva per primo alla fine del percorso, senza contare che l’assenza di un qualsiasi “editing” delle vetture toglie non poco spessore al già limitatissimo comparto simulativo. Una menzione finale per il comparto grafico, che pur non essendo cambiato granché rispetto ai due precedenti titoli della serie si riconferma tra i migliori disponibili per un racing game touch: modelli di auto molto dettagliati, elevata sensazione di velocità, supporto al retina display per iPhone 4, piste ben fatte e qualche chicca cinematografica come lo slow-motion che accompagna gli incidenti più spettacolari.

Voto 3 stelle su 5
Voto dei lettori
Non è facile giudicare un gioco come Need For Speed: Hot Pursuit. Da un lato il prezzo allettante, l’ottimo comparto grafico e il valido sistema di controllo che abbina touch e accelerometro lo rendono un racing game arcade divertente, molto immediato e bello da vedere. Rispetto alle versioni per PC e console però il porting per iPhone è molto meno profondo e fin troppo essenziale, ponendosi come una risposta perfetta a chi cerca il classico titolo mordi e fuggi ma offrendo una longevità e uno spessore di gameplay piuttosto modesti. Peccato infine per il multiplayer solo in locale: giocare a guardia e ladri online sarebbe stato davvero un colpaccio!

Commenti

  1. SteGab

     
    #1
    Grave mancanza il fatto di non poter essere i fuggiaschi :(
Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!