Genere
Guida
Lingua
italiano
PEGI
7+
Prezzo
€ 55,99
Data di uscita
6/11/2009

Need For Speed Nitro

Need For Speed Nitro Vai al forum Aggiungi alla collezione

Datasheet

Produttore
Electronic Arts
Sviluppatore
EA Montreal
Genere
Guida
PEGI
7+
Distributore Italiano
Electronic Arts Italia
Data di uscita
6/11/2009
Data di uscita americana
3/11/2009
Lingua
italiano
Giocatori
1-4
Prezzo
€ 55,99
Formato Video
PAL
Formato Audio
Dolby Surround

Lati Positivi

  • Facile e coinvolgente
  • Assoltamente adatto ai piloti più piccini
  • Sistema di controllo versatile

Lati Negativi

  • Non è un gioco per hardcore gamer o piloti esperti
  • Dinamiche fisiche più che arcade
  • Bassa longevità

Hardware

Per giocare con Need For Speed: Nitro occorre una copia originale del gioco, una console Nintendo Wii e almeno un Wiimote. Il sistema di controllo, inoltre, supporta Wiimote+Nunchuck, il Classic Controller e il pad del GameCube.

Multiplayer

Need For Speed: Nitro supporta il multiplayer fino a quattro giocatori in split-screen, al prezzo di un leggero calo del frame rate.

Link

Recensione

Nitro e telecomandi

Le nuove corse clandestine per giovani casual gamer.

di Lorenzo Antonelli, pubblicato il

Need For Speed: Nitro è la massima esaltazione del racing game arcade, dichiaratamente "casual" dato il giovane target di riferimento. Si tratta del primo Need For Speed sviluppato specificatamente per Wii, tanto frenetico e rocambolesco, quanto immediato e intuitivo, adatto finanche agli utenti più giovani e inesperti.
L'efficace e rigido compromesso dinamico maturato con Shift, dunque, sembra essere questione riservata a ben altre piattaforme di gioco. Sulla console di Nintendo, adesso, si sfreccia a velocità da capogiro, si derapa che è un piacere e si fugge via persino dalla polizia (un vero e proprio marchio di fabbrica), tornata in voga per l'adrenalinica occasione. Il risultato, almeno sulla carta, sembrerebbe un velocissimo mix che sa di nitro, lamiere accartocciate e – ancora una volta! – competizioni clandestine, da affrontare con piglio spensierato e assolutamente disimpegnato.

PLAY IT CASUAL

Le opzioni di gioco sono sempre le stesse, quelle di sempre: Arcade con pochi fronzoli, Carriera per colorare il globo di graffiti personalizzati, multigiocatore fino a quattro concorrenti e poi ancora gare a circuito, a squadre, a eliminazione, di velocità di punta, di derapata o a tempo. I marchi più prestigiosi, inoltre, figurano con ben trenta modelli di vetture selezionabili per gli eventi, mentre le aree geografiche per sfogare la sete di vittoria sono solamente cinque: Rio de Janeiro, Il Cairo, Madrid, Dubai e Singapore.
Le meccaniche di gioco non stravolgono il genere di appartenenza, ma si limitano a offrire al giocatore la possibilità di customizzare il proprio bolide, quindi gettarsi nella mischia su strada. Il piacere ultimo, infine, è quello di premere B, così da iniziare una lunga derapata (perfettamente domabile, a prova di incapace) sino al traguardo, tra barre supplementari di turbo che si caricano in caso i guida eroica e avversari pronti a tutto, o quasi.

UN GIOCO CHE FUNZIONA BENE

Need For Speed: Nitro, a vedersi, non è affatto un mirabile spettacolo per gli occhi.
Si tratta solamente di un videogioco che funziona bene, capace di destreggiarsi su schermo in maniera fluida, evitando con ogni mezzo l'ostentazione di muscoli, poligoni o chissà quali effetti speciali. Il particolare stile grafico adottato, anzi, viene incontro ai limiti strutturali del Wii e strizza un occhio giocoso agli utenti più giovani, attirati dall'impatto visivo semplice, decisamente "stiloso" e assai piacevole. L'unico sprazzo di innovazione artistica, infine, deriva dal mutevole aspetto delle ambientazioni di gara: durante le corse della modalità Carriera, infatti, le città si tingeranno con i colori, i tag e i graffiti del leader della corsa, stravolgendo di volta in volta l'impatto grafico del gioco in tempo reale.
È presente anche un editor per il maquillage delle vetture, così da poter variare l'aspetto della propria carrozzeria con poche e semplici operazioni di telecomando.

TANTO CONTROLLO

Il modello di guida che caratterizza il titolo di Electronic Arts, si è già detto, è marcatamente arcade, senza dubbio adatto ai giocatori più piccini, a quelli desiderosi di manovre funamboliche o a chi non è proprio un vero asso del volante. Con Need For Speed: Nitro è pressoché impossibile sbagliare o andare piano, perché si tratta di un titolo calibrato sul divertimento più immediato e frenetico.
Eccezion fatta per la Balance Board, qualsiasi dispositivo di input fra quelli attualmente disponibili su Wii funziona egregiamente, dal Wiimote da impugnare in orizzontale (come un volante) o in verticale (assieme allo stick analogico del Nunchuck per conferire direzionalità), fino al Classic Controller e al pad del GameCube.
Il controllo dell'auto, inoltre, può essere persino affidato al solo Wiimote impugnato come un telecomando (puntato verso lo schermo, dunque), con la mano sinistra completamente libera e un semplice movimento di polso per accelerare, sterzare e derapare.

Voto 3 stelle su 5
Voto dei lettori
È chiaro che il titolo di Electronic Arts si configuri come un prodotto rivolto a un'utenza giovane, inesperta e piuttosto ingenua in fatto di racing game. Si tratta della tipica ricetta a base di velocissimi bolidi e corse clandestine, confezionata ad-hoc per intrattenere in maniera disimpegnata gli amici (fino a quattro) sul divano o per regalare ai più piccini un buon gioco con cui farsi le ossa nella dura disciplina delle corse automobilistiche. Need For Speed: Nitro è il gioco ideale, in buona sostanza, per una partita rapida e assolutamente indolore, nulla di più.

Commenti

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!